Empowerment

ManagerZen LAB
A Rimini

190 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Rimini
  • 8 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: crescita personale, sviluppare il potere negli altri.
Rivolto a: chiunque voglia sviluppare il proprio potere personale sfruttando al meglio le proprie risorse e a chiunque desideri trasferire questo approccio in azienda Team Leader, Resp. Personale,.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Rimini
Via San Giovenale nr. 86, 47922, Rimini, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Professori

Hubert Jaoui
Hubert Jaoui
Massimo esperto della Creatività Applicata in Europa

E' uno dei maggiori esperti mondiali di Creatività applicata, disciplina nata negli USA negli anni '60 e approdata in Europa circa dieci anni dopo. Jaoui ne ha conservato l'aspetto pragmatico e ottimista arricchendo l'approccio con il nostro retaggio culturale, da Eraclito a Leonardo e Cartesio, passando da Assagioli, Maslow, Berne, Ericson e Levi-Montalcini. Ha ideato il metodo PAPSA per sviluppare il processo creativo.

Programma

Tantissime persone si dichiarano senza potere, “dipendenti”

Questa credenza negativa (limiting belief) presenta molti vantaggi: la passività offre una forma di confort, la vittimizzazione permette di riversare sugli altri, grazie alla lagna, una parte della propria sofferenza, il dichiararsi incapace evita di sentirsi responsabile

La conseguenza di questa posizione “powerless” è il rischio di “essere vissuto” piuttosto che di vivere la propria vita, fatta di fallimenti e successi, di gioia e tristezza, di errori e vittorie…
Come passare alla posizione “powerful”?
La prima tappa è il reperimento delle proprie gabbie mentali, tutte le cose che crediamo impossibili (e che dunque non tenteremo di affrontare neanche, confermando cosi il nostro pregiudizio), rivisitare queste credenze limitanti e decidere quali vogliamo tenerci per proteggere una certa tranquillità e quali invece vogliamo distruggere.

La seconda tappa consiste nello sfruttare le proprie risorse, palesi e latenti, per inventare soluzioni alternative per uscire dalle gabbie (qui sono indispensabili le tecniche della creatività pratica).

Nella terza tappa si passa all’elaborazione del piano di azione preciso e dettagliato, con l’individuazione delle possibili trappole e rischi di auto sabotaggio.

un percorso coinvolgente ed interattivo per liberare i propri talenti ed utilizzare al meglio le proprie risorse.