Esperto dell'Immigrazione

Università Telematica Guglielmo Marconi
Online

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

L’Università degli Studi Guglielmo Marconi, è la prima Università “aperta” (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004, che unisce metodologie di formazione “a distanza” (materiale a stampa, dispense, Cd Rom, piattaforma e-learning) con le attività di formazione frontale (lezioni, seminari, laboratori, sessioni di ripasso e approfondimento) al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento per lo studente.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Cosa impari in questo corso?

Immigrazione
Apprendimento
E-learning

Programma

Presentazione
Il corso in esperto dell’immigrazione è stato progettato e realizzato nella convinzione che il fenomeno migratorio sia in permanente evoluzione e, al tempo stesso, costituisca ormai un elemento strutturale di tutte le società europee. Lo Stato italiano ed i poteri regionali e locali debbono, quindi, necessariamente utilizzare professionisti specializzati nel monitoraggio e nel dispiegamento dei relativi interventi sociali.

Obiettivi
L'esperto dell'immigrazione è una moderna figura professionale di cui si avvalgono i diversi enti e organismi che agiscono sul fenomeno migratorio.
Il corso intende offrire agli interessati che operano in questo settore un aggiornato approfondimento delle diverse componenti teoriche e pratiche dell’azione sociale nei confronti dei singoli immigrati, delle famiglie degli immigrati e dei gruppi di immigrati.
L’esperto perfezionato nel corso sarà in grado di prestare la sua opera con piena conoscenza del quadro normativo e sociale dell’immigrazione e di ottimizzare la mediazione tra le esigenze e la sensibilità della cittadinanza e quelle specifiche dei vari gruppi di immigrati; e sarà, altresì, in grado di leggere e riconoscere i nuovi bisogni di intervento.

Destinatari
Il corso è rivolto a tutti coloro che abbiano conseguito almeno il titolo di studio di scuola superiore secondaria, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.
L’ammissione potrà altresì essere consentita ai possessori di titoli di qualifica e di diploma professionale conseguiti al termine di percorsi di istruzione e formazione professionale a norma del DL 226/2005.

Struttura
Durata: 6 mesi (300 ore)
Crediti formativi: 12 CFU
Modalità di erogazione: e-learning (l’avvio del corso è subordinato al raggiungimento di 20 studenti)
Quota di partecipazione: € 1.000,00

Programma
L'attività didattica del corso di perfezionamento è articolata in moduli. La struttura e l'articolazione interna dei moduli è progettata per offrire una panoramica quanto più esaustiva possibile dei principali temi legati all'immigrazione: dal quadro normativo e giuridico, indispensabile base teorica del profilo professionale dell'esperto dell'immigrazione, agli aspetti sociali, psicosociali ed economici dei processi migratori in tutte le loro fasi (dall'accoglienza all'immigrazione).

Modulo 1 – Il fenomeno migratorio nella sua evoluzione storica e nell’odierna società globale, con riguardo agli aspetti politico-economici e psicosociali.
Con riguardo alle principali teorizzazioni dell’immigrazione contemporanea verrà, in primo luogo, data una visione complessiva del fenomeno, delle sue cause di fondo e della sua evoluzione storica. Si tratta di un’indispensabile premessa per inquadrare la complessità delle scelte che stanno alla base delle politiche nazionali e sovranazionali di gestione dei flussi.
I fenomeni migratori presentano, peraltro, una rilevante dimensione economica, sia per lo Stato di provenienza che per quello di arrivo. La conoscenza delle motivazioni economiche che spingono a migrare così come degli effetti reali sui sistemi economici di partenza e di arrivo appare, del pari, indispensabile per l’analisi approfondita del fenomeno, per la formulazione di previsioni attendibili e, infine, per valutare la razionalità e la congruità delle diverse opzioni di politica migratoria.

Il fenomeno migratorio è frutto di scelte condizionate dal contesto familiare e sociale di partenza e di arrivo: un particolare rilievo va attribuito alle reti sociali. Il migrante vive in uno spazio sociale transnazionale che implica trasformazioni con riguardo al ruolo della famiglia. In determinati contesti, i migranti danno vita a comunità organizzate capaci di porsi quali attori di strategie di cooperazione decentrata e di processi di co-sviluppo del paese di origine e di quello di destinazione.
Il confronto tra culture diverse coessenziale al fenomeno migratorio – nei problematici termini dell’integrazione, dell’assimilazione e della ghettizzazione – postula la necessità di una costante attenzione, rivolta alla realizzazione di processi dialogici e partecipati, metodologicamente corretti anche dal punto di vista dell’etnopsicologia.

Modulo 2 – I conflitti dell’immigrazione
I migranti entrano in contatto con una società diversa dalla propria. In funzione delle caratteristiche di quest’ultima e delle strategie perseguite dalle pubbliche autorità, possono prodursi effetti di vario tipo.
Una costellazione di persistenti e radicali conflitti connotano il fenomeno immigratorio, anche perchè l’immaginario collettivo dei cittadini nei confronti degli immigrati paventa l’invasione e il meticciaggio e nell’immaginario collettivo degli immigrati è spesso presente il rifiuto di ogni integrazione culturale.
Spesso il dibattito sull’immigrazione è negativamente condizionato da semplicistici accostamenti tra immigrati e criminalità, dalla tentazione di utilizzare esclusivamente lo strumento penale per assicurare il rispetto della normativa sull’immigrazione e dalla tendenza a piegare detta normativa a finalità ulteriori (prima fra tutte, la lotta al terrorismo).
Si cercherà, quindi, di esplorare alcune delle possibili radici e delle varie dinamiche di sviluppo del conflitto dell’immigrazione per contribuire ad individuarne le implicazioni e particolarmente quelle che si manifestano nei rapporti giuridici, nonché le forme di mediazione esistenti.

Modulo 3 Gli stranieri nel diritto internazionale e comunitario
La conoscenza delle regole di diritto internazionale o comunitario che riguardano i migranti è funzionale ad una corretta comprensione della politica e della normativa italiana. L’analisi si concentrerà sulla peculiare situazione dei cittadini comunitari e sui tratti generali della politica dell’immigrazione dell’Unione europea rivolta ai non comunitari. Alcuni approfondimenti tematici riguarderanno: - la disciplina europea relativa alla gestione delle frontiere esterne; - spazio Schenghen, cittadini comunitari e loro familiari, direttiva rimpatri; - categorie di soggetti che godono di una protezione particolare, quali i c.d. migranti forzati (rifugiati, richiedenti asilo e altri soggetti bisognosi di protezione umanitaria).

Modulo 4 – La normativa italiana su ingresso, soggiorno e allontanamento
Verranno esaminati nel dettaglio gli aspetti legali relativi all’ingresso legale, soggiorno e allontanamento del cittadino straniero dal territorio dello Stato e i correlati meccanismi di tutela giurisdizionale. Verrà altresì trattata l’immigrazione illegale e irregolare (respingimenti, espulsioni accompagnamento coattivo, ordine di allontanamento e relativo giudizio di convalida, sistema dei ricorsi). Una particolare attenzione verrà dedicata alla speciale procedura per il riconoscimento dello status di rifugiato, ai minori e agli aspetti pratici connessi alle pratiche sul soggiorno e sul ricongiungimento.

Modulo 5 – Lo straniero e il lavoro in Italia
Verranno esaminati: - la disciplina dei flussi di immigrazione e gli ingressi di tipologie speciali; - il contratto di soggiorno; - l’accesso all’anagrafe del lavoro; il lavoro stagionale, autonomo e domestico; - il regime previdenziale.

Modulo 6 – L’integrazione degli immigrati e le modifiche indotte sui servizi pubblici
In questo modulo verranno, in primo luogo, trattati vari argomenti inerenti il processo di integrazione sociale e politica degli stranieri nella società italiana: istruzione, università e formazione professionale; alloggio e assistenza sociale; salute.
Si affronteranno, in secondo luogo, le modifiche indotte sui servizi pubblici dalle mutazioni della loro utenza determinate dall’immigrazione. Si analizzeranno, settore per settore (abitazione, trasporti, emarginazione sociale, salute, istruzione) i mutamenti posti in essere dalla presenza degli immigrati nella società di accoglienza.

Direttore scientifico
Prof. Raffaele Chiarelli

Docenti
Prof. Dante Cosi, Dott.ssa Anna Benedetta Gatti Dei, Dott. Stefano Giovannelli, Prof. avv. Maurizio Asprone, Prof. Sandro Valletta, Dott.ssa Mariapaola Lanti, Avv. Beatrice Giampieri, Dott.ssa Elena Petrucci.

Stage e project work
I partecipanti dovranno svolgere un progetto didattico di approfondimento pratico attraverso uno stage, presso un’azienda partner all’iniziativa, sotto la guida di un tutor accademico e un tutor aziendale. L’attività di stage sarà funzionale alla preparazione di un project work che verrà presentato alla prova finale. Al termine del corso è previsto il rilascio di attestato culturale di “esperto dell’immigrazione” e di certificato finale.

Modello formativo
Il Corso è interamente costruito in modalità e-learning, una didattica interattiva che unisce una metodologia accademica e universitaria ad una fruibilità innovativa. Il percorso formativo del Corso si caratterizza per un uso intensivo della rete sia come supporto per l’erogazione di materiali didattici, sia come mezzo per veicolare informazioni sotto forma di testi digitali, immagini, videoconferenze. Attraverso “Virtual ”, la piattaforma digitale dell’Università, la rete telematica si offre non più come semplice strumento di trasmissione di materiali, ma come “luogo virtuale” dove dar vita a processi di apprendimento collaborativo con docenti, tutor ed altri colleghi.
La varietà di metodologie previste dal sistema consente a ciascuno studente di gestire il proprio percorso formativo, scegliendo tra le tecnologie e le modalità didattiche più adatte alle proprie competenze e al proprio stile di apprendimento, in modo flessibile e senza limiti di spazio e di tempo.



Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto