Esperto di Sistemi di Gestione Ambiente e Sicurezza

Igeam S.R.L.
A Roma

6.250 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 250 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: L’azione formativa proposta ha l'obiettivo di fornire le conoscenze necessarie alla figura di un esperto che operi nel settore della sicurezza, anche con il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi, nell’ambito dei servizi ambientali, come Lead Auditor, e nella promozione della Sostenibilità, fornendo il supporto tecnico-gestionale all’implementazione di sistemi.
Rivolto a: Laureati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Della Maglianella 65t, 00166, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea triennale (nuovo ordinamento)

Programma

Obiettivi
L’azione formativa proposta ha l’obiettivo di fornire le conoscenze necessarie alla figura di un esperto che operi nel settore della sicurezza, anche con il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi, nell’ambito dei servizi ambientali, come Lead Auditor, e nella promozione della Sostenibilità, fornendo il supporto tecnico-gestionale all’implementazione di sistemi di gestione integrata.

Contenuti
1 RSPP;

1.1 Modulo A;

1.1.1 L’approccio alla prevenzione del D.Lgs. 626/94;
1.1.2 Normative di riferimento;
1.1.3 Soggetti del sistema di prevenzione aziendale;
1.1.4 Sistema pubblico della prevenzione;
1.1.5 Criteri e strumenti per la individuazione dei rischi;
1.1.6 Documento di valutazione dei rischi;
1.1.7 Classificazione dei rischi;
1.1.8 Rischio incendio ed esplosione;
1.1.9 Valutazione di alcuni rischi specifici di salute,sicurezza e igiene;
1.1.10 Ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio;

1.2 Modulo B Macr. 4;

1.2.1 Rischio chimico;
1.2.2 Rischio cancerogeno;
1.2.3 Rischio biologico;
1.2.4 Rischi fisici;
1.2.5 Rischi organizzazione del lavoro;
1.2.6 Rischi infortunistici;
1.2.7 Rischio di esplosione;
1.2.8 Rischio incendio;
1.2.9 DPI;

1.3 Modulo B Macr 6;

1.3.1 Rischio chimico;
1.3.2 Cenni sul rischio cancerogeno;
1.3.3 Cenni sul rischio biologico;
1.3.4 Rischi fisici;
1.3.5 Rischi organizzazione del lavoro;
1.3.6 Rischi infortunistici;
1.3.7 Rischio di esplosione;
1.3.8 Rischio incendio;
1.3.9 DPI;

1.4 Modulo B Macr. 9;

1.4.1 Cenni sul rischio chimico;
1.4.2 Cenni sul rischio cancerogeno;
1.4.3 Cenni sul rischio biologico;.
4.4 Rischi fisici;
1.4.5 Rischi organizzazione del lavoro;
1.4.6 Rischi infortunistici;
1.4.7 Rischio incendio;
1.4.8 DPI;

1.5 Modulo C;

1.5.1 Organizzazione e sistemi di gestione;
1.5.2 Il sistema delle relazioni e della comunicazione;
1.5.3 Rischi di natura psicosociale;
1.5.3 Rischi di natura ergonomica;
1.5.4 Ruolo dell’Informazione e della Formazione;

2 SGI Ambiente e Sicurezza;

2.1 Le norme di riferimento;
2.1.1 UNI EN ISO 14001:2004;
2.1.2 OHSAS 18001:2007;
2.2 Il manuale integrato;
2.2.1 Politica,Obiettivi e Programmi;
2.2.2 Formazione_informazione;
2.2.3 Comunicazione;
2.2.4 Gestione della documentazione
2.3 Individuazione degli aspetti ambientali e dei rischi significativi;
2.3 La gestione delle emergenze;
2.4 le procedure operative ambientali e di sicurezza;
2.5 L’iter di certificazione;

3 Lead Auditor di SGA;

2.1 Sistema di Gestione Ambientale;
2.2 Sistema Ambiente Italia,Organismi di certificazione e accreditamento;
2.3 Norma UNI EN ISO 14001:2004;
2.4 Documenti del sistema di gestione ambientale e loro analisi;
2.5 Legislazione ambientale;
2.6 Analisi Ambientale;
2.7 Norma UNI EN ISO 19011:2003;
2.8 Gestione degli Audit:preparazione-esecuzione e chiusura;
2.9 Check list
;2.10 Formalizzazione dei rilievi e loro classificazione;
2.11 Azioni correttive e preventive;
2.12 Caratteristiche e competenze degli Auditor;
2.13 Modulistica dei sistemi;
2.14 Conclusioni, procedura per la gestione dei reclami;

4 D.Lgs. 231/01;

4.1 Soggetti destinatari e responsabilità amministrativa;
4.2 Sistema sanzionatorio;
4.3 Modello 231;
4.3.1 Analisi dei rischi;
4.3.2 Modello organizzativo e linee guida di settore;
4.3.2.1 Codice etico di comportamento, procedure per l’implementazione del sistema organizzativo;
4.4 Esempi di modelli organizzativi sviluppati;

5. Competenze trasversali;

5.2 Inglese applicato al settore;
5.3 Finanziamenti UE

Risultati attesi
Creare il profilo di un esperto con competenze tecnico-gestionali per intervenire in contesti aziendali indirizzando scelte in linea con i principi dell’Eticità e della Sostenibilità, in conformità alle normative in materia di sicurezza e ambiente.La figura professionale formata è innovativa, in quanto in possesso dei requisiti e delle certificazioni spendibili sul mercato del lavoro sia come professionista interno sia come consulente esterno.

Modalità di valutazione competenze in uscita
L'acquisizione delle competenze sarà monitorata durante lo svolgimento di tutto il percorso formativo. Sarà condotta sia attraverso verifiche periodiche, effettuate al termine dei moduli formativi o unità tematiche, sia attraverso una verifica finale effettuata al termine dell’intero percorso formativo. Gli strumenti di verifica utilizzati: saranno diversificati in base alla natura e ai contenuti dei moduli o unità tematiche (questionari, esercitazioni, simulazioni, ecc.).

Metodologie formative utilizzate
Lezioni frontali in aula per acquisire nozioni teoriche di base.Creative problem solving per affrontare e risolvere problemi.Simulazioni per permette di trasporre in pratica le conoscenze acquisite con le lezioni teoriche.Role playng per affrontare situazioni e problemi attraverso giochi di ruolo.Goal Oriented Project Planning per pianificare e progettare attraverso la definizione di obiettivi.Metaplan per la risoluzione di problemi tramite la formulazione di piani di azione condivisi.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto