Esperto Nel Trasferimento Tecnologico Agroalimentare per la Cooperazione Internazionale

Cesvip Lombardia - Lodi
A Lodi

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Lodi
  • 400 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: Laureati, laureandi in discipline scientifiche disoccupati e/o inoccupati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Lodi
via Salvemini 6/a, 26900, Lodi, Italia
Visualizza mappa

Programma

Modulo 1: La sicurezza alimentare nei diversi contesti geografici

Obiettivi del modulo

Il modulo è volto a introdurre la problematica della produzione di cibo in condizioni di sostenibilità ambientale e idrica. Si analizzeranno le tendenze dello sviluppo demografico, l’evoluzione dei consumi alimentari, i problemi legati al mutamento climatico e alle disponibilità idriche, le principali produzioni alimentari nelle diverse aree del mondo. Dopo aver analizzato le diverse variabili dell’equazione della sicurezza alimentare, si approfondirà la conoscenza dei centri di ricerca e delle Organizzazioni Internazionali che lavorano per il miglioramento della produzione agro-zootecnica nei paesi in via di sviluppo per superare il problema della fame e della denutrizione.

Contenuti

- Cooperazione internazionale allo sviluppo

- L’equazione cibo-popolazione: come la crescita demografica, i cambiamenti nelle abitudini alimentari, il cambio climatico e la produzione di bio-combustibili influenzano i prezzi degli alimenti

- Teoria dello sviluppo economico

- Elementi di relazioni internazionali

- Le principali organizzazioni e centri di ricerca internazionali per lo sviluppo rurale

- La diffusione delle bio-tecnologie agro-alimentari nei paesi in via di sviluppo

Durata: 20 ore

Modulo 2: I sistemi agro-alimentari, le produzioni e la filiera agro-food

Obiettivi del modulo

Fornire ai partecipanti gli strumenti per interpretare il sistema agro-alimentare nazionale e mondiale sia in un’ottica settoriale e di filiera, sia del mercato e del consumatore. Particolare risalto verrà dato agli aspetti qualitativi del prodotto agro-alimentare, anche dal punto di vista della sicurezza, ai meccanismi economici che regolano la filiera agroalimentare e al ruolo delle politiche comunitarie per la valorizzazione dell’agricoltura in chiave di impatto sui sistemi produttivi.

Contenuti:

- Il moderno sistema del cibo;

- i diversi modelli agricoli mondiali e nazionali;

- le produzioni agrarie principali e le filiere di trasformazione ad esse collegate;

- la struttura della distribuzione del cibo;

- i meccanismi economici alla base della filiera agro-alimentare:

§ politiche comunitarie ed il loro impatto sui sistemi produttivi;

§ le gli standard di sicurezza alimentare;

§ i requisiti normativi e di qualità del prodotto agroalimentare.

Durata: 30 ore

Modulo 3: Dalla genetica alla –omica: teoria e laboratorio

Obiettivi del modulo

Presentare le diverse tecniche e le potenzialità tecnologiche delle moderne biotecnologie impiegate per migliorare in termini qualitativi e quantitativi le produzioni agro-alimentari, includendo i marcatori molecolari (SSR e SNP). Il modulo punta a fornire gli elementi per disegnare progetti pilota di genomica e proteomica mirati alla risoluzione tecnica dei problemi di tipo agro-alimentare dei paesi emergenti.

Le lezioni frontali in aula si alterneranno con esercitazioni pratiche in laboratorio, prima delle quali sarà organizzato un breve corso sulla sicurezza e l’igiene alimentare e generale. È previsto l’utilizzo di laboratori attrezzati con strumenti quali liquid handler e sequenziatori, RT-PCR , strumentazione Illumina BeadExpress e microarray chip a DNA.

Contenuti

- tecnologie disponibili per il miglioramento delle produzioni agro-alimentari

- la genetica, le cosiddette scienze –omiche e le loro potenzialità tecnologiche:

§ genomica

§ proteomica

§ metabolomica

§ interattomica.

- I marcatori molecolari

Esercitazioni:

- esercitazioni di microbiologia alimentare e biotecnologia

- la coltura batterica

- l’estrazione di DNA, RNA e proteine

- DNA fingerprinting e la trasformazione

- esperimenti di genomica e proteomica

- Il miglioramento genetico assistito da marcatori (MAS e GAB) animali e vegetali.

- Strumenti di miglioramento dell’agroalimentare nei paesi in via di sviluppo

La sicurezza

- Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e tecniche di prevenzione

- Metodi di autocontrollo e principi sistema HACCP

- Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare

- Tecniche di conservazione degli alimenti

- La sicurezza nel mondo del lavoro

- Dispositivi di protezione individuale

- Il decreto legislativo 81/08

- La sicurezza in laboratorio

Durata: 130 ore

Modulo 4:

Trasferimento Tecnologico e sviluppo

Obiettivi del modulo

Illustrare ai partecipanti le strategie di innovazione e trasferimento tecnologico e affrontare le criticità implicite nel trasferimento delle tecnologie in paesi in via di sviluppo e le potenzialità di supporto all’innovazione off-site offerte dalle nuove tecniche molecolari. A tale scopo verrà presentata una serie di testimonianze dirette e casi di successo (ad es. il miglioramento genetico bovino per incrementare la produzione di latte in Perù, la messa a punto di colture tolleranti alla siccità in Africa settentrionale, il miglioramento genetico nell’allevamento bovino, caprino e ovino in Africa e Medio Oriente).

Contenuti:

- Innovazioni nell’ambito della tecnologia agro alimentare

- Strategie di trasferimento in Paesi in via di sviluppo

- Tecniche di soluzione delle criticità del trasferimento

- Tecniche molecolari a supporto del trasferimento

- Studio di casi reali

Durata: 20 ore

Sviluppo delle competenze trasversali: Lingua Inglese – livello intermedio

Obiettivi del modulo

Il presente modulo è volto a perfezionare le competenze linguistiche per consentire ai partecipanti di utilizzare l’inglese in ambito lavorativo, soprattutto allo scopo di migliorare la capacità di comprendere ed usare il lessico scientifico settoriale. Particolare rilievo verrà dato infatti al linguaggio della scienza e in particolare della biologia, la cui conoscenza è imprescindibile per chi opera nel mondo scientifico.

Contenuti

- Strutture grammaticali della lingua inglese;

- revisione delle strutture linguistiche pregresse;

- accrescimento vocabolario;

- attività di conversazione su argomenti complessi;

- attività di ascolto attraverso l’utilizzo di diverso materiale audio-visivo, con relativo affinamento della comprensione nell’ascolto;

- pratica delle abilità di raccolta di informazioni e dati;

Durata: 40 ore

Metodologie didattiche:

Per il presente modulo è previsto l’utilizzo della lezione frontale d’aula, che verrà affiancata da esercitazioni di tipo pratico per permettere ai partecipanti di esercitarsi nell’utilizzo della lingua inglese. Verranno utilizzate metodologie innovative, soprattutto per l’accrescimento di abilità di ascolto e comprensione, che permetteranno al partecipante di esercitarsi anche fuori dall’ambito d’aula: registrazioni, video e audio da poter ascoltare e visionare anche in autoapprendimento faranno infatti parte della strumentazione didattica prevista.

STAGE

Obiettivi e collocazione

Lo stage previsto in conclusione al presente percorso ha come finalità quella di consentire ai partecipanti di sperimentare all’interno di un contesto lavorativo le nozioni e le competenze acquisite in esito alla formazione in aula e in laboratorio.

La collocazione dei partecipanti potrà avvenire prevalentemente in enti dediti alla cooperazione internazionale, organismi non governativi, imprese nazionali e/o straniere che si occupano di progetti per lo sviluppo, aziende che operano in partenariato con organizzazioni internazionali.

Durata:

160 ore


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto