Esperto nella Gestione Dell'Energie e Dell'Ambiente

Igeam S.R.L.
A Roma

6.250 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 250 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Fornire tutte le conoscenze necessarie alla figura di un esperto nel settore dell’ambiente e dell’energia in grado di supportare ed indirizzare i vertici aziendali nell’implementazione di politiche improntate alla Sostenibilità, in grado di ricoprire ruoli tecnico-gestionali per la promozione di politiche di risparmio energetico (Energy Manager), di intervenire nella gestione di tutti gli.
Rivolto a: Laureati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Della Maglianella 65t, 00166, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea triennale (nuovo ordinamento).

Programma

Obiettivi
Fornire tutte le conoscenze necessarie alla figura di un esperto nel settore dell’ambiente e dell’energia in grado di supportare ed indirizzare i vertici aziendali nell’implementazione di politiche improntate alla Sostenibilità, in grado di ricoprire ruoli tecnico-gestionali per la promozione di politiche di risparmio energetico (Energy Manager), di intervenire nella gestione di tutti gli aspetti ambientali aziendali e di condurre all’ottenimento delle certificazioni in materia.

Contenuti

1 Energy Manager;

1.1 Norme di riferimento;
1.2 Il ruolo dell’Energy Manager negli Enti Pubblici e nelle P.M.I.;
1.3 Diagnosi energetica;
1.4 Fonti energetiche rinnovabili;
1.5 Liberalizzazione del mercato energetico;
1.6 Analisi tecnico-economica del risparmio energetico;

2 Consulenti gestione ambientale certificato CEPAS;

2.1 Normative volontarie;
2.2 Benefici e costi della gestione ambientale;
2.3 Analisi Ambientale Iniziale;
2.4 Sostanze pericolose;
2.5 Inquinamento atmosferico e metodologie abbattimento e campionamento inquinanti;
2.7 Risorse Idriche e scarichi idrici;
2.8 aspetti tecnici e metodologie di trattamento;
2.9 contaminazione suolo;
2.10 emissione rumore;
2.11 Rifiuti prodotti;
2.12 sensibilità ambientale;
2.13 origini e sviluppo dell’LCA;
2.14 Pianificazione ambientale;
2.15 struttura organizzativa;
2.16 Formazione, sensibilizzazione, comunicazione;
2.17 documentazione ambientale e registrazioni;
2.18 Attuazione funzionamento;
2.19 controlli, azioni correttive, audit e riesame;
2.20 Dichiarazione Ambientale;

3 Certificazione energetica degli edifici;

3.1 D.Lgs.192/2005;
3.2 Incentivi per il risparmio energetico;
3.3 Normativa tecnica;
.4 Calcolo del FEP;
3.5 Solare termico;
3.6 Solare fotovoltaico;
3.7 Sistemi di riscaldamento;

4 Sistema di gestione dell’energia;

4.1 Consumi energetici ed Enti Territoriali: miglioramento dell’efficienza energetica nell’edilizia pubblica;
4.2 Vantaggi della riduzione e miglioramento delle prestazioni energetiche;
4.3 Bilancio energetico del patrimonio immobiliare ed impiantistico;
4.3.1 Censimento quali-quantitativo dei consumi energetici;
4.3.2 Esame delle caratteristiche energetiche di macchine, impianti ed edifici;
4.3.3 Verifica della corretta conduzione e manutenzione degli impianti;
4.3.4 Interventi migliorativi su impianti ed edifici e relativi oneri;
4.3.5 Definizione di procedure e indicatori;
4.4 Interventi di enti privati per la riduzione dei consumi energetici;

5. LCA/EPD;

5.1 Life Cycle Assessment;
5.1.1 Origini della LCA;
5.1.2 Norme ISO serie 14040;
5.1.3 POEMS e IPP;
5.1.4 Struttura della LCA;
5.1.5 Obiettivi, campo di azione di applicazione e unità funzionale;
5.1.6 Applicazioni della LCA;
5.1.7 Classificazione delle energie;
5.1.8 La modellizzazione dei processi e la raccolta e allocazione dei dati, riciclo e sistemi di trasporto;
5.1.9 Principali effetti ambientali;
5.1.10 Struttura della LCA;
5.2 Enviromental Product Declaration;
5.2.1 La certificazione di prodotto;
5.2.2 L' Ecolabel in Italia ed in Europa;
5.2.3 Iter di ottenimento,istruttoria, l'assegnazione e diritti d'uso del marchio;
5.2.4 Dichiarazione ambientale di prodotto EPD;
5.2.5 Caratteristiche della EPD: misurazione e comunicazione delle prestazioni;
5.2.6 Normativa di riferimento;
5.2.6 Struttura e iter di verifica;

6. Competenze trasversali;

6.1 Igiene e sicurezza del lavoro, D.Lgs. 626/94;
6.2 Inglese applicato al settore;
6.3 Finanziamenti UE e Programmi di Ricerca e Sviluppo

Risultati attesi
Creare il profilo di un esperto con competenze tecnico-gestionali per intervenire in realtà pubbliche o private nell’indirizzare scelte aziendali sostenibili, in linea con le normative e i regolamenti europei in materia di ambiente.La figura professionale formata è innovativa, spendibile sul mercato del lavoro sia come professionista interno sia come consulente esterno, con un bagaglio di competenze utili a favorire lo sviluppo sostenibile e concorrenziale di qualsiasi realtà lavorativa

Modalità di valutazione competenze in uscita
L'acquisizione delle competenze sarà monitorata durante lo svolgimento di tutto il percorso formativo. Sarà condotta sia attraverso verifiche periodiche, effettuate al termine dei moduli formativi o unità tematiche, sia attraverso una verifica finale effettuata al termine dell’intero percorso formativo. Gli strumenti di verifica utilizzati: saranno diversificati in base alla natura e ai contenuti dei moduli o unità tematiche (questionari, esercitazioni, simulazioni, ecc.).

Metodologie formative utilizzate
Lezioni frontali in aula per acquisire nozioni teoriche di base.Creative problem solving per affrontare e risolvere problemi.Simulazioni per permette di trasporre in pratica le conoscenze acquisite con le lezioni teoriche.Role playng per affrontare situazioni e problemi attraverso giochi di ruolo.Goal Oriented Project Planning per pianificare e progettare attraverso la definizione di obiettivi.Metaplan per la risoluzione di problemi tramite la formulazione di piani di azione condivisi.