Quality Seal Emagister EMAGISTER CUM LAUDE
Quality Seal Emagister EMAGISTER CUM LAUDE

Executive Master in Giurista d'Impresa

MELIUSform Business School
A Roma e Milano
  • MELIUSform Business School

2.900 
+IVA

Grazie a questo master ho realmente migliorato le mie competenze giuridiche in modo da poterle applicare al settore aziendale senza problemi. Ottimo il rapporto qualità prezzo del corso anche perchè gli standard didattici sono veramente alti ...

L'OPINIONE DI Michela
Preferisci chiamare subito il centro?
06622... Leggi tutto

Informazioni importanti

Tipologia Master
Luogo In 2 sedi
Durata 4 Mesi
Inizio Scegli data
  • Master
  • In 2 sedi
  • Durata:
    4 Mesi
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

MELIUSform Business School presenta il Master in Giurista d'Impresa, un corso altamente specializzante che si rivolge principalmente a tutti coloro che vogliono associare le proprie competenze forensi a quelle economico aziendali. Il Giurista d’impresa è una figura professionale dall’alto profilo specialistico in grado di applicare competenze giuridico legali al settore economico.

I corsi Meliusform si distinguono per l’approccio didattico pratico, basato soprattutto sull’analisi di casi, approccio che consente un approfondimento dettagliato di tutti gi aspetti inerenti al diritto societario e governance, contrattualistica d'impresa, sicurezza e diritto del lavoro, antiriciclaggio e compliance aziendale, tutela della proprietà intellettuale. Bilancio, valutazione, fiscalità d'impresa e contratti pubblici, costituiranno il focus dei moduli legati alle materie economiche.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Scegli data
Milano
Corso di Porta Romana 46, 00122, Milano, Italia
Visualizza mappa
Scegli data
Roma
Via Palestro 24, 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Milano
Corso di Porta Romana 46, 00122, Milano, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Roma
Via Palestro 24, 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

M
Michela
17/07/2017
Il meglio Grazie a questo master ho realmente migliorato le mie competenze giuridiche in modo da poterle applicare al settore aziendale senza problemi. Ottimo il rapporto qualità prezzo del corso anche perchè gli standard didattici sono veramente alti.

Da migliorare Niente da migliorare.

Consiglieresti questo corso? Sí.
C
Chiara
17/07/2017
Il meglio Gli argomenti che mi hanno colpita di più sono stati: Corporate Governance, la Sicurezza sul Lavoro e la Gestione dei Rapporti Aziendali, nonché gli aspetti connessi al D.Lgs. 231/01. Avrei preferito degli ulteriori approfondimenti, ma devo ammettere che il programma è davvero ampio e completo.

Da migliorare Niente da migliorare.

Consiglieresti questo corso? Sí.
J
Jessica
26/06/2017
Il meglio Grazie a questo master mi è stata offerta una formazione completa per poter comprendere a pieno i meccanismi d’impresa. Il corpo docente è preparato e competente. Consiglio il Master a coloro che sono alle prime armi nel mondo del lavoro e desiderano avere strumenti pratici per potersi destreggiare nel mondo d’impresa. Il Master ha un ottimo rapporto qualità prezzo e un perfetto calendario con formula week end.

Da migliorare Niente da migliorare

Consiglieresti questo corso? Sí.
E
Eleonora
26/06/2017
Il meglio Il Master in Giurista d’Impresa si differenzia per la qualità dei programmi proposti e per l’alto livello di preparazione dei docenti, completa il quadro positivo l’organizzazione efficiente. Ho apprezzato molto i materiali didattici dei veri approfondimenti sui temi trattati in aula. Altra nota estremamente positiva la formula week end, le lezioni di sabato sono molto comode per chi ha già impegni lavorativi.

Da migliorare Consiglierei di aumentare i case study

Consiglieresti questo corso? Sí.
M
Matteo
26/06/2017
Il meglio Con questo master ho migliorato le mie competenze professionali, e aggiornato tutte quelle nozioni teoriche che, non utilizzo con frequenza nella vita lavorativa. Ho apprezzato molto la qualità del programma e del corpo docenti , che mi ha trasmesso la passione per nuovi ambiti lavorativi. Reputo questo master un’esperienza positiva, lo consiglio vivamente per il rapporto qualità prezzo, che è più che soddisfacente.

Da migliorare Nulla da migliorare

Consiglieresti questo corso? Sí.

Cosa impari in questo corso?

Giurista d'impresa
Diritto del lavoro
Fiscalità
Bilancio
Antiriciclaggio
D.LGS N.231/2001
Intellectual Property
Crisi d'impresa
DIRITTO CONTRATTUALE
Fiscalita' D'IMPRESA
Contratti internazionali
Diritto societario
Governance
S.p.A
Business Law
Business analysis
Economia aziendale
Economia e finanza
Contabilità e bilancio
Corporate Governance

Professori

Team Docenti
Team Docenti
Team Docenti

Programma

Modulo: SOCIETARIO E GOVERNANCE

ELEMENTI DI DIRITTO, DI PRATICA SOCIETARIA E GOVERNANCE

Lezione 1 - ELEMENTI DI DIRITTO SOCIETARIO (parte 1)

  • La figura dell'Avvocato d'Affari e del Giurista d'Impresa
  • L'impresa e l'imprenditore
  • Introduzione al diritto societario
  • Disciplina generale delle S.p.A. e delle Srl dopo la riforma del 2003
  • Costituzione delle Società di capitali: le SpA

Lezione 2 - ELEMENTI DI DIRITTO SOCIETARIO (parte 2)

  • Le Srl
  • L’ampliamento dell’autonomia statutaria e la rilevanza centrale del socio
  • Le quote
  • Stima e disciplina dei conferimenti, i finanziamenti soci; le decisioni dei soci e l’assemblea
  • L’amministrazione della società e il controllo legale dei conti
  • Le Cooperative
  • I Consorzi

Lezione 3 - LA CORPORATE GOVERNANCE (parte 1)

  • Il coordinamento, bilanciamento e tutela degli interessi delle maggioranze, delle minoranze, dei soci, degli stakeholders, dei terzi
  • Regime di amministrazione e del controllo delle s.p.a.
  • I diversi modelli
  • Assemblea e quorum deliberativi
  • Il Consiglio di amministrazione
  • Il Collegio Sindacale
  • La governance nelle società quotate
  • I codici di Corporate Governance


Lezione 4 - LA CORPORATE GOVERNANCE (parte 2)

  • Gruppi di Imprese e le responsabilità degli organi societari
  • Attività di direzione e coordinamento
  • Regime di pubblicità
  • Le holding
  • Rapporti di controllo e collegamento
  • Transazioni infragruppo e Transfer Pricing
  • Le responsabilità degli organi delle società
  • La responsabilità dell’organo amministrativo nelle società di persone e società di capitali
  • La diligenza dell’organo amministrativo nelle società di capitali. L’agire informato
  • Conflitto di interessi
  • I reati degli amministratori
  • Le azioni di responsabilità nei confronti degli amministratori.

Lezione 5 - LA CORPORATE GOVERNANCE (parte 3)

  • La disciplina dei patti parasociali
  • La validità dei sindacati di voto: breve rassegna e molte esemplificazioni
  • Esame delle principali clausole nei patti parasociali
  • Esame di alcuni patti parasociali di società quotate
  • Esame della interrelazione tra i patti parasociali e gli accordi sottostanti

Modulo: CONTRATTI INTERNAZIONALI

DIRITTO E PRATICA CONTRATTUALE E DEI COMMERCI INTERNAZIONALI

Lezione 6 - I CONTRATTI INTERNAZIONALI

  • La Prassi Internazionale
  • La Fase Negoziale
  • Lettere di Intenti e Non Disclosure agreements
  • Le Garanzie Internazionali
  • I Principi di Natura Indisponibile
  • Le Clausole Tipiche e Comuni ai Contratti Internazionali
  • I Principi Sussidiari delle Norme di Diritto Internazionale Privato
  • Le Convenzioni Internazionali
  • Alcuni Esempi Tipizzati di Contratti Internazionali


Lezione 7 - LE ESPORTAZIONI ED I COMMERCI INTERNAZIONALI

  • I commerci internazionali
  • Le competenze del Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Le esportazioni dei beni dual use

Lezione 8 - LA TUTELA DELLA CONCORRENZA NEI RAPPORTI CONTRATTUALI (parte 1)

  • Le fonti nazionali e comunitarie del diritto della concorrenza
  • Intesa tra concorrenti e abuso di posizione dominante
  • L'AGCM: struttura e funzionamento
  • Il procedimento di accertamento e sanzionatorio
  • La tutela giurisdizionale

Lezione 9 - LA TUTELA DELLA CONCORRENZA NEI RAPPORTI CONTRATTUALI (parte 2)

  • Le pratiche commerciali scorrette
  • Cenni sulla direttiva sulle pratiche commerciali scorrette
  • Le norme nazionali
  • La clausola generale
  • Le pratiche ingannevoli
  • Le pratiche aggressive
  • L'applicazione delle norme
  • L'AGCM e il procedimento di accertamento e sanzionatorio
  • La tutela giurisdizionale
  • Interferenze con le norme sulle azioni di classe

Lezione 10 - LA RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE CONTRATTUALI: IL CONTENZIOSO E L’ARBITRATO

  • La risoluzione alternativa delle dispute
  • L’arbitrato
  • La mediazione internazionale
  • Le relative clausole contrattuali

Modulo: I CONTRATTI DI FINANZIAMENTO E LA GESTIONE DELLA CRISI D'IMPRESA

Lezione 11 - I CONTRATTI DI FINANZIAMENTO

  • Le tecniche di redazione del contratto di finanziamento
  • La negoziazione del term sheet e del contratto di finanziamento
  • Le condizioni sospensive all’efficacia del contratto
  • Le garanzie (reali e personali): le clausole di raccordo tra le garanzie e il contratto di finanziamento
  • Le representations e warranties
  • I c.d. financial covenants

Lezione 12 - LA GESTIONE DELLA CRISI D'IMPRESA

  • L’approccio bancario alla crisi d’impresa
  • Continuità o liquidazione?
  • L’analisi del bilancio in ottica turnaround
  • Gli strumenti per la soluzione della crisi
  • Il concordato preventivo con continuità aziendale
  • Le soluzioni contrattuali più comuni
  • Crisi di impresa e tecniche di redazione del contratto di finanziamento
  • I finanziamenti prededucibili e le tutele a favore delle banche
  • La conversione del credito delle banche in capitale di rischio della società
  • I principali profili di responsabilità (civili e penali) in cui può incorrere la banca
  • Le crisi di gruppo e le procedure di insolvenza transfrontaliera: quale disciplina contrattuale?
  • Le operazioni di turnaround nelle società quotate: i casi di esenzione da OPA obbligatoria nelle operazioni di “salvataggio” di società quotate in crisi. Aspetti contrattuali
  • Casi pratici. In particolare, le insolvenze dei grandi gruppi: i casi Risanamento, Viaggi del Ventaglio, Tassara, Alitalia, Chrysler, Socotherm, Gabetti

Modulo: NORME DI ANTIRICICLAGGIO E ANTIUSURA

Lezione 13 - LE NORME DI ANTIRICICLAGGIO-ANTIUSURA E LA COMPLIANCE AZIENDALE (parte 1)

  • Definizione dei concetti di economia criminale e società criminale
  • La definizione giuridica di riciclaggio
  • Caratteri del fenomeno del riciclaggio
  • Attività in materia di prevenzione e repressione del fenomeno
  • La rilevanza giuridica del reato presupposto
  • Le fattispecie di reato generatrici dei proventi illeciti
  • Evasione fiscale e riciclaggio

Lezione 14 - LE NORME DI ANTIRICICLAGGIO-ANTIUSURA E LA COMPLIANCE AZIENDALE (parte 2)

  • L’attività di contrasto all’evasione e alla criminalità organizzata: la Legge Antimafia 2011
  • Accertamento e indagini patrimoniali
  • Compliance e rischio di reputazione
  • Il ruolo degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi.
  • FIU - Unità di Informazione Finanziaria e Comitato di Sicurezza Finanziaria
  • Quadro sanzionatorio
  • Elementi di legislazione antiusura

Modulo: INTELLECTUAL PROPERTY

Lezione 15 - INTELLECTUAL PROPERTY (parte 1)

  • Importanza dell’IP in Italia e nel mondo
  • Le varie aree dell’IP: tech, food, fashion&luxury; engineering&architecture; health, biotech; start-up, sport, entertainment, altre;
  • La concorrenza sleale
  • I marchi e gli altri segni distintivi
  • I brevetti
  • Nuovi brevetti, brevetti speciali, varietà vegetali
  • Segreto industriale e know-how
  • I Modelli di Utilità

Lezione 16 - INTELLECTUAL PROPERTY (parte 2)

  • Il design industriale
  • Il copyright
  • IP e nuove tecnologie: copyright on line
  • La tutela della IP: civile, penale, amministrativa, doganale, tecnologica
  • I contratti dell’IP
  • Lo sfruttamento dell’IP
  • I finanziamenti dell’IP
  • Aspetti fiscali: il Patent Box

Modulo: DIRITTO DEL LAVORO: COSTITUZIONE E GESTIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO, NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI E RELAZIONI SINDACALI NELLE IMPRESE

Lezione 17 - COSTITUZIONE E GESTIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO IN AZIENDA (parte 1)

  • Fonti normative del Diritto del Lavoro: dallo Statuto dei lavoratori al Jobs Act
  • Il rapporto di lavoro e le principali forme contrattuali

Lezione 18 - COSTITUZIONE E GESTIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO IN AZIENDA (parte 2)

  • Costituzione e svolgimento del rapporto di lavoro

Lezione 19 - LE RELAZIONI INDUSTRIALI IN AZIENDA (parte 1)

  • Il concetto di libertà, rappresentanza e rappresentatività sindacale
  • I soggetti della trattativa
  • Il sindacato in azienda
  • Le tipologie contrattuali

Lezione 20 - LE RELAZIONI INDUSTRIALI IN AZIENDA (parte 2)

  • la disciplina del rapporto individuale di lavoro ed il ruolo del sindacato in alcune fattispecie particolari : CIGS; CIG, licenziamenti collettivi , trasferimento d'azienda ed appalto.
  • la disciplina del rapporto individuale di lavoro ed il ruolo del sindacato in alcune fattispecie particolari : I) CIGS; CIG, licenziamenti collettivi , trasferimento d'azienda ed appalto.
  • i comportamenti antisindacali e la procedura di repressione della condotta antisindacale ex art. 28 St. lav.
  • la disciplina dello sciopero.
  • casi pratici

Lezione 21 - LA NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI

  • Licenziamento e principi costituzionali
  • Le “causali” del licenziamento: disciplina legale e diritto vivente
  • Il regime delle impugnazioni: il doppio termine di decadenza
  • Le recenti novità normative in tema di licenziamenti individuali e collettivi
  • Il nuovo regime sanzionatorio in caso di licenziamento illegittimo
  • La facoltà della offerta datoriale di conciliazione introdotta dal D. Lgs. n. 23 del 2015
  • Licenziamento collettivo e questioni applicative

Modulo: LA SICUREZZA SUL LAVORO

Lezione 22 - LA SICUREZZA SUL LAVORO (parte 1)

  • L’evoluzione della normativa in tema di sicurezza sul lavoro dal dopoguerra ad oggi
  • Il D. Lgs. 81/2008
  • Le figure del sistema della sicurezza sul lavoro
  • Organi ispettivi ed attività ispettiva
  • Il sistema di prevenzione e protezione
  • Il principio della massima protezione tecnologica possibile ex art. 2087 cod. civ.

Lezione 23 - LA SICUREZZA SUL LAVORO (parte 2)

  • La delega di funzioni ex art. 16 D. lgs.81/2008 (normativa e giurisprudenza)
  • Norme tecniche volontarie ISO ed UNI
  • L’Art. 30 D. Lgs 81/2008: Interazione tra MOG 231 e sistema della sicurezza sul lavoro
  • I principi della scienza dell’organizzazione aziendale in tema di sicurezza sul lavoro
  • L’SGSL British standards 18001 (cd ‘Sistema di gestione della sicurezza sul lavoro’)

Modulo: BILANCIO PER GIURISTI

CONTABILITA', BILANCIO, VALUTAZIONE E FISCALITA' D'IMPRESA PER GIURISTI

Lezione 24 - IL BILANCIO COME STRUMENTO DI INFORMAZIONE PER CHI ESERCITA LA PROFESSIONE LEGALE - Parte I

  • Normativa di riferimento
  • I fatti aziendali nel loro triplice aspetto informativo: tecnico, economico, finanziario/monetario
  • La confluenza dei fatti aziendali nel Bilancio
  • Come si legge il bilancio e si interpreta il bilancio (Conto Economico, Stato Patrimoniale e Nota Integrativa)
  • Le novità introdotte in tema di bilancio d'esercizio (D.Lgs.139 del 18 agosto 2015, di attuazione della direttiva europea 2013/34/UE)

Lezione 25 - IL BILANCIO COME STRUMENTO DI INFORMAZIONE PER CHI ESERCITA LA PROFESSIONE LEGALE - Parte II

  • La riorganizzazione delle voci dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico al fine di rendere più comprensibile l’interpretazione di alcuni aggregati di Bilancio in chiave economico-finanziaria
  • Le voci dello Stato Patrimoniale e il significato di alcuni importanti risultati e aggregati

Lezione 26 - IL BILANCIO COME STRUMENTO DI INFORMAZIONE PER CHI ESERCITA LA PROFESSIONE LEGALE - Parte III

  • Le voci del Conto Economico e il significato di alcuni importanti risultati e aggregati
  • Cenni sui principali strumenti di analisi del Bilancio

Lezione 27 - LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE

  • Le Fonti normative (dottrina e prassi)
  • Casi di valutazione aziendale
  • Bilancio
  • Le relazioni interne
  • Il Business Plan
  • Il piano strategico
  • Le perizie tecniche
  • Il ruolo della revisione contabile
  • Il confronto con gli Organi aziendali e con il Top Management
  • Le tecniche di valutazione
  • Il concetto di valore e di capitale “economico”
  • Il metodo patrimoniale e la valutazione delle sue componenti (partecipazioni, crediti, ‘intangible assets’, passività e passività potenziali)
  • Il metodo reddituale puro
  • Il metodo “misto”
  • Il metodo finanziario
  • L’EVA
  • Esemplificazione pratica
  • La valutazione dell’avviamento e del “badwill”


Lezione 28 - FISCALITA' D'IMPRESA (parte I)

  • Criteri di determinazione del reddito d’impresa : Il principio di inerenza
  • I beni relativi all’impresa e la determinazione del relativo costo
  • Disciplina dei singoli componenti positivi e negativi di reddito
  • I soggetti passivi e la disciplina dell’IRES.
  • I regimi opzionali (trasparenza, consolidato nazionale)
  • Nuove regole per il riporto delle perdite
  • Le imposte indirette nelle principali operazioni straordinarie
  • Partecipation exemption (P.ex.)
  • La nuova tassazione delle rendite finanziarie
  • Il nuovo regime tributario dei dividendi e dei capital gain
  • Aliquota unica del 20%: confronto con il regime previgente
  • Tassazione dei dividendi da partecipazioni qualificate e non qualificate
  • Tassazione dei dividendi percepiti dai soggetti IRES

Lezione 29 - FISCALITA' D'IMPRESA (parte II)

  • La Pianificazione fiscale nazionale ed internazionale
  • I costi dai paesi Black – List
  • Adempimenti formali e dichiarativi
  • Il Sistema VIES (VAT Information Exchange System) dello scambio di informazioni
  • Le Controlled Foreign Companies e le operazioni con soggetti non residenti:
  • lo strumento dell'interpello;
  • Il passaggio generazionale nelle imprese
  • La Normativa anti elusiva
  • L'art. 37 bis del D.P.R. 29.9.1973 n. 600
  • Pianificazione fiscale e Frode fiscale: definizione
  • Interpello antielusivo: proposte di legge pendenti in Parlamento
  • La fiscalità internazionale e la stabile organizzazione
  • I rimedi contro la doppia imposizione fiscale.

Modulo: D.LGS N.231/2001: IL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO, PRINCIPI DI PROGETTAZIONE, CODICE ETICO, ORGANISMO DI VIGILANZA E GESTIONE DEI REATI PRESUPPOSTO

Lezione 30 - IL D.LGS N.231/2001 - Parte I

  • La responsabilità amministrativa introdotta dal D.lgs. n. 231
  • Il D. lgs. n. 231/2001 e le successive modifiche ed integrazioni;
  • Ambito soggettivo e presupposto oggettivo;
  • I reati presupposto della responsabilità ex D.lgs. n. 231/2001;
  • La responsabilità amministrativa degli enti nei gruppi di impresa.
  • Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo
  • L’impatto nell’organizzazione aziendale e nei sistemi di controllo;
  • Progettazione di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo idoneo a prevenire i reati presupposto
  • Cronologia degli interventi di redazione e aggiornamento ed implementazione del Modello
  • Contenuto del Modello
  • Formazione del personale e divulgazione del Modello
  • Modalità di valutazione del rischio di commissione dei reati
  • Case study: analisi di un Modello di Organizzazione, gestione e controllo e un esempio concreto di metodo adottato nella formazione del personale

Lezione 31 - IL D.LGS N.231/2001 - Parte II

  • Il codice etico, sistema disciplinare e sistema sanzionatorio
  • Il Codice Etico (strumento di gestione comportamentale): contenuti e modalità di redazione;
  • Il sistema disciplinare: contenuti e modalità di redazione;
  • Il sistema sanzionatorio.
  • Case study: analisi di un Codice Etico
  • L’Organismo di Vigilanza

Modulo: I CONTRATTI PUBBLICI: IL REGIME GIURIDICO INTERNAZIONALE, COMUNITARIO E NAZIONALE

Lezione 32 - LA NORMATIVA COMUNITARIA E NAZIONALE IN MATERIA DI APPALTI E CONCESSIONI E LA DISAMINA DEI SINGOLI ASPETTI (Parte I): SOGGETTI ED OGGETTO, LE GARE, I PROFILI ORGANIZZATIVI, I CONCORRENTI

  • La ricostruzione della normativa
  • La normativa comunitaria e nazionale in materia di appalti e concessioni
  • La disamina delle singole parti: soggetti ed oggetto
  • La disamina delle singole parti: le gare
  • La disamina delle singole parti: i profili organizzativi
  • Il ruolo del RUP e la qualificazione della Stazione appaltante
  • I soggetti della stazione appaltanti coinvolti
  • La redazione degli atti di gara
  • La disamina delle singole parti: i concorrenti

Lezione 33 - LA DISAMINA DEI SINGOLI ASPETTI (Parte II): LA SEDUTA DI GARA, DALLA STIPULAZIONE ALL’ESECUZIONE, IL RUOLO DI ANAC TRA TRASPARENZA VIGILANZA E ANTICORRUZIONE

  • La seduta di gara
  • La Commissione giudicatrice;
  • I criteri di aggiudicazione;
  • Le offerte anomale;
  • Dalla stipulazione all’esecuzione
  • Il ruolo di ANAC tra trasparenza vigilanza e anticorruzione
  • Gli adempimenti presso ANAC

Successi del Centro

2017