Filologia Latina

Università Telematica Guglielmo Marconi
Online

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

L’Università degli Studi Guglielmo Marconi, è la prima Università “aperta” (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004, che unisce metodologie di formazione “a distanza” (materiale a stampa, dispense, Cd Rom, piattaforma e-learning) con le attività di formazione frontale (lezioni, seminari, laboratori, sessioni di ripasso e approfondimento) al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento per lo studente.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Cosa impari in questo corso?

Critica
C
C++
Latino
Filologia

Programma

Programma del Corso

DISCIPLINA

Filologia latina

DOCENTE

Renee Uccellini

CODICE DISCIPLINA: LET04007

SSD: L-FIL-LET/04

CREDITI: 6

OBIETTIVI E FINALITÀ DELL’INSEGNAMENTO

Il corso si propone di illustrare i tratti generali della disciplina, sia dal punto di vista contenutistico sia metodologico, fornendo allo studente le conoscenze essenziali volte ad una fruizione consapevole dei testi latini ed all’utilizzo degli strumenti fondamentali di lettura ed esegesi. Dopo aver fornito le basi storiche e metodologiche, si procederà all’analisi di una selezione di testi latini in edizione critica, che consentano allo studente di accostarsi al testo mediante la traduzione e l’analisi linguistico-filologica.

PROGRAMMA DEL CORSO

Dopo aver introdotto natura e scopi della filologia, si tratteranno i principali momenti della storia della disciplina ed i relativi aspetti essenziali di codicologia e paleografia (le origini alessandrine, la filologia a Roma, il passaggio rotolo/codice, il passaggio maiuscola/minuscola, il Medioevo, l’Umanesimo), soffermandosi in particolare sugli aspetti e i periodi più significativi per la tradizione di ambito latino. In seguito, si affronterà la questione relativa al metodo filologico e all’edizione critica come prodotto e strumento dell’analisi del testo antico. Nella sezione di approfondimento si analizzerà, dal punto di vista linguistico e filologico, una selezione di testi di Plauto in edizione critica. In particolare ci si soffermerà su alcuni aspetti della lingua di Plauto, quali grecismi, tratti arcaici e tratti vicini al parlato, nonché sulla storia della tradizione manoscritta di Plauto.

LIBRI DI TESTO

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Capasso, M. (2005), Introduzione alla papirologia, Il Mulino, Bologna (cap. 8).
  • Chiesa, P. (2002), Elementi di critica testuale, Pàtron, Bologna (pp. 11-146; 161-172).
  • Reynolds, L. D. e Wilson, N. G. (19873), Copisti e filologi , Antenore, Padova (pp. 1-15;18-35; 81-117; 127-149) [ed. or. (1968), Scribes and Scholars, Clarendon Press, Oxford].

Corso monografico:

  • Plauto, Commedie (selezione di brani) (ed. Lindsay, W. M. (1904, a cura di), Titi Macci Plauti Comoediae, 2 voll., e typographeo Clarendoniano, Oxonii).
  • Poccetti, P. (1999), Identità e identificazione del latino, in Poccetti, P. - Poli, D. – Santini, C., Una storia della lingua latina. Formazione, usi, comunicazione, Carocci, Roma, pp. 9-30.
  • Santini, C. (1999), Lingue e generi letterari dalle origini agli Antonini, in Poccetti, P. - Poli, D. – Santini, C., Una storia della lingua latina. Formazione, usi, comunicazione, Carocci, Roma, pp. 289-300.

Strumenti di consultazione (consigliati):

  • Conte, G. B. (20017), Letteratura latina, Le Monnier, Firenze.
  • Vineis, E. (19942), Latino, in Giacalone Ramat, A., Ramat, P. (a cura di), Le lingue indoeuropee, Il Mulino, Bologna, pp. 289-348) (sulla struttura della lingua latina, anche in prospettiva storica).

MODALITÀ DELL’ESAME FINALE

Prova scritta e/o orale


RICEVIMENTO STUDENTI

Previo appuntamento ()