Fisica

Università degli Studi Dell' Insubria
A Como

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Como
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Corso di Laurea in Fisica fornisce allo studente uscito dalla scuola secondaria delle solide basi culturali, di quella Cultura Scientifica che fatica tanto ad affermarsi nella società italiana e che invece è molto più presente e consolidata nella tradizione anglosassone.
Rivolto a: studenti interessati ad acquisire tutti gli strumenti necessari alla formazione di una solida cultura di Fisica classica e moderna utilizzabili nell'ambito del lavoro o della ricerca.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Como
Via Valleggio, 11 , 22100, Como, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di scuola secondaria

Programma

CORSO DI LAUREA IN FISICA
"Dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande"

Il Corso di Laurea in Fisica si rivolge a studenti interessati ad acquisire tutti gli strumenti necessari alla formazione di una solida cultura di Fisica classica e moderna utilizzabili nell'ambito del lavoro o della ricerca.

OBIETTIVI DEL CORSO DI LAUREA

Chi è il fisico del terzo millennio? E in che ruolo si inserisce negli organismi di ricerca e produzione della società europea dei nostri giorni?
Quale figura professionale vuole formare il Corso di Laurea in Fisica dell'Università dell'Insubria?

Queste sono forse le prime domande che vengono spontanee a chi si interroga sull'opportunità di intraprendere uno stimolante ma impegnativo corso di studi in discipline scientifiche.

Prima di affrontare questi temi specifici, va subito chiarito che la figura del fisico come dipinta nell'immaginario collettivo (e in certi film in bianco e nero) non rappresenta certo il genere di impegno che un laureato in questa disciplina deve affrontare quotidianamente.

La grande maggioranza dei fisici non passa i giorni chiusa in un laboratorio a progettare nuovi armamenti atomici o a sviluppare in solitudine astruse e improbabili teorie. Al contrario, il fisico è una persona che si inserisce molto attivamente nella società attuale: proprio a causa della rapida evoluzione cui sono andate e andranno incontro le idee e le tecnologie che ci circondano, il mondo del lavoro continuerà a richiedere al laureato una formazione aperta e innovativa, integrata da competenze specifiche: questi sono gli obiettivi del Corso di Laurea in Fisica.
In particolare, è opportuno soffermarsi su tre aspetti caratterizzanti la formazione di un fisico e che possono essere utili elementi di guida nella scelta di un corso di laurea.

A CHI SI RIVOLGE IL CORSO


Secondo un luogo comune, lo studente di discipline scientifiche deve di necessità aver frequentato il liceo scientifico. Invece, va sottolineato che un brillante successo negli studi universitari in Fisica non richiede preliminari conoscenze specifiche sull'argomento, ma piuttosto un serio impegno nell'affrontare il corso di studi: anche nel corpo docente di questo Ateneo sono presenti fisici che, avendo frequentato studi classici o tecnici, si sono sentiti stimolati e incuriositi dagli insegnamenti ricevuti nel corso di laurea in Fisica tanto da intraprendere la carriera accademica.

Certamente Fisica è un corso di laurea impegnativo, che va seguito dallo studente con assiduità e continuità in tutti i suoi aspetti, soprattutto nel nuovo contesto dettato dalla recente riforma universitaria.

Un corso di laurea strutturato al fine di fornire tutti gli strumenti necessari alla formazione di una solida cultura di Fisica classica e moderna. E la necessità di disporre strumenti adeguati alla comprensione dei fenomeni fisicinon è certo una scoperta di questi giorni... La rivoluzione scientificaintrapresa da Galileo si è basata sull'osservazione che il libro della Natura "è scritto in lingua matematica e i caratteri sono triangoli, cerchi e altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intendere umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente in un oscuro labirinto."

Infatti, non a caso, la maggior parte dei problemi della matematica moderna trova origine nella fisica e nella ricerca delle leggi naturali che governano il mondo che ci circonda.

OPPORTUNITÀ E STRUTTURE

Lo studente del corso di laurea in Fisica potrà frequentare le strutture messe a disposizione dal Dipartimento di Scienze Chimiche, Fisiche e Matematiche di questo Ateneo: biblioteche, aule informatiche, laboratori didattici e di ricerca.

Tra questi ultimi, citiamo alcuni esempi che rappresentano strutture all'avanguardia, caratterizzanti l'attività sperimentale presente a Como, che costituiscono veri e propri punti di riferimento nella Regione e in Italia: il Laboratorio di Spettroscopia Ultraveloce (Prof. Di Trapani) il Laboratorio di Olografia (Prof.ssa Andreoni), il Laboratorio di Criogenia (Prof. Giuliani) e il Laboratorio per lo sviluppo di Rivelatori al Silicio per applicazioni in madicina (Prof. Caccia) il Centro di ricerca per lo studio dei Sistemi Dinamici.

Nell'ambito delle applicazioni in Fisica Medica e Ambientale, è stata stipulata una convenzione con l'Ospedale S. Anna di Como, con l'Ospedale di Circolo di Varese e con l'Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente (ARPA) che permette un inserimento degli studenti interessati in strutture ben consolidate e attive sul territorio, già nell'ultimo anno del corso di laurea.

Le connessioni dell'Università con la ricca realtà industriale della Regione consentono anche allo studente di svolgere tesi di laurea presso aziende che operano nello sviluppo di alte tecnologie, prime tra tutte la Pirelli e la ST-Microelectronics, oppure presso vari Laboratori di ricerca che operano nell'ambito dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), dell'Istituto Nazionale per la Fisica della Materia (INFM), dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

Oltre all'opportunità di entrare attivamente in un gruppo di ricerca con solidi collegamenti internazionali, lo studente di Como potrà scegliere di frequentare un anno del corso di laurea presso Università estere, nel quadro di programmi comunitari (Socrates, Erasmus ecc.) grazie a convenzioni con numerose Università europee.

TECNOLOGIE DI AVANGUARDIA

Il fisico, nel suo corso di studi e nella vita professionale ha occasione di avvicinarsi alle più sofisticate tecnologie disponibili, ben prima che queste diventino patrimonio collettivo e si inseriscano nella vita quotidiana.
Basti pensare che la Risonanza Magnetica Nucleare (NMR), oggi importante mezzo di diagnosi medica, utilizzato in tutte le strutture sanitarie avanzate è uno strumento di indagine fisica fino dall'immediato dopoguerra.
Analogamente lo sviluppo delle sorgenti Laser che oggi vediamo normalmente utilizzate nella lettura dei codici a barre o nella archiviazione e trasmissione di dati, è un successo della ricerca in fisica della fine degli anni cinquanta, e ben prima di diventare disponibile alla società civile, ha permesso fondamentali scoperte in fisica della materia.
Lo stesso utilizzo delle reti informatiche, oggi così diffuso, è una vecchia conoscenza del mondo scientifico che ha sfruttato questo essenziale mezzo di comunicazione per trasferimento dati e comunicazione tra laboratori fino dagli anni settanta, quando persino il fax e i telefoni cellulari non erano ancora disponibili! Pensate che il World Wide Web di tanti siti internet) nasce proprio nel 1994 da una collaborazione tra il prestigioso MIT di Boston e il CERN di Ginevra, allo scopo di facilitare le comunicazioni tra i gruppi di ricerca in Fisica di tutto il mondo.

CONOSCENZE AVANZATE

il Corso di Laurea in Fisica fornisce allo studente uscito dalla scuola secondaria delle solide basi culturali, di quella Cultura Scientifica che fatica tanto ad affermarsi nella società italiana e che invece è molto più presente e consolidata nella tradizione anglosassone.
Accanto alla formazione di base, già al termine del corso di laurea triennale lo studente si avvicinerà anche agli sviluppi più recenti delle conoscenze nello specifico indirizzo scelto.
Tali competenze potranno poi essere ulteriormente estese ed approfondite nei corsi di studio specialistici (laurea quinquennale e dottorato di ricerca). In questo modo il fisico acquisisce le nozioni che caratterizzano la sua figura professionale e che saranno poi preziose nella collocazione lavorativa del laureato, sia che essa si sviluppi nella ricerca, nell'industria o nel terziario.

METODO SCIENTIFICO

il tratto che da sempre distingue la formazione del fisico non risiede tanto nelle specifiche conoscenze acquisite, che andranno di necessità aggiornate molte volte nel corso della vita lavorativa, quanto nell'apprendimento del metodo scientifico. Uno strumento questo che permette di affrontare i problemi nuovi selezionando gli strumenti via via più idonei ad affrontarli e risolverli.

L'agilità intellettuale e la flessibilità metodologica è insita nella formazione culturale del fisico che si differenzia così dal laureato in altre discipline, anche scientifiche, a carattere più tecnologico.
Questo tratto formativo, particolarmente curato nel corso di laurea di Como grazie a un ottimale rapporto docente-studente, permette di creare professionalità attente alle evoluzioni del mondo del lavoro che, come abbiamo visto negli ultimi decenni, richiede figure sempre nuove, con conoscenze specifiche e avanzate in campi solo pochi anni prima inesistenti.
Si pensi, ad esempio, all'impressionante evoluzione nel mondo delle telecomunicazioni, dell'informatica e delle alte tecnologie in genere, e alle nuove professionalità che queste innovazioni hanno stimolato.

FIGURE PROFESSIONALI

La realtà sociale e industriale nella quale si colloca l'Università dell'Insubria è particolarmente vitale e attiva, e si colloca in una delle regioni europee in cui maggiore è la richiesta di personale altamente qualificato con competenze nell'ambito delle alte tecnologie e nel terziario avanzato.

Questa situazione favorevole fa sì che i laureati del Corso di Laurea in Fisica, a partire dal suo esordio nel 1994, abbiano sempre potuto intraprendere l'attività che ritenevano più consona alle proprie attitudini senza pesanti condizionamenti dal territorio. Una statistica condotta dalla Camera di Commercio di Como e relativa al quinquennio 1994-1999 rivela che ben il 93% dei laureati in fisica non cerca più lavoro dopo soli tre mesi dalla laurea, a fronte di una media nazionale dell'80% (fonte ISTAT 1998). Inoltre, circa il 68% ritiene che la laurea in Fisica sia stata determinante per il conseguimento dell'attuale occupazione.

Dei laureati in fisica di Como, circa il 50% si è rivolto all'industria o al terziario, il 20% ha continuato gli studi tramite stages in Italia o all'estero, o proseguendo la formazione a livello di Dottorato di Ricerca e il 13% ha intrapreso la carriera di docente nelle scuole secondarie. Il rimanente 10% ha trovato occupazione in settori tradizionalmente meno sensibili alla figura del fisico, come la Pubblica Amministrazione o il Commercio.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto