Flauto Traverso Barocco

Clivis
A cascia

600 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Cascia
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
cascia
piazza garibaldi,30, 06046, Perugia, Italia
Visualizza mappa

Programma

7 incontri con cadenza quindicinale

PREMESSA

Da tempo ha preso piede anche in Italia lo studio degli strumenti antichi e delle prassi esecutive del passato. Nonostante questo, però, molti esecutori ignorano quasi completamente la possibilità di eseguire la musica antica negli strumenti per i quali essa fu concepita.

Per il flauto traverso in particolare alcuni conservatori e astuti musicali già offrono l’insegnamento dello studio storico. I corsi durano diversi anni e comprendono anche la possibilità di imparare la traversa rinascimentale e/o il flauto dolce. Evidentemente, un ciclo di studi così strutturato è destinato a coloro che abbiano deciso di dedicarsi esclusivamente alla musica antica. La presente proposta ha invece obiettivi diversi; si tratta di un progetto di studio di dieci incontri durante i quali gli studenti (che potranno partecipare sia con il flauto moderno che con il flauto barocco) verranno avviati allo studio del tra versiere ad una prassi e/o della prassi esecutiva dei secoli XVII/XVIII.

FINALITA’

a) Complemento di studio per coloro che intendono continuare a suonare lo strumento moderno. Una buona parte del repertorio che un flautista moderno è tenuto a eseguire è costituita da musica del XVIII secolo. Composizioni come la Partita in la minore di Bach, o le Fantasie di Telemann, o i Concerti di Mozart, sono costantemente presenti fra i brani richiesti ai concorsi. La conoscenza degli strumenti e delle tecniche dell’epoca aiuta notevolmente l’esecuzione sul flauto moderno.

b) Punto di partenza, all’interno dell’istituto, per coloro che intendono dedicarsi alla musica antica.

c) Approfondire lo studio della musica per più flauti senza accompagnamento, pratica molto diffusa e considerata nel XVIII secolo, anche per finalità didattiche (problemi di ritmo, di sonorità, d’intonazione).

REQUISITI DI AMMISSIONE

Il corso è aperto a:

a) studenti di flauto traverso moderno che pratichino lo strumento da almeno tre anni;
b) studenti che già suonano il flauto traverso barocco a una chiave;
c) studenti di flauto moderno che intendono partecipare attivamente al corso con lo strumento di metallo essendo interessati al solo dato stilistico.

Sarebbe auspicabile che ogni corsista avesse un suo strumento, ma, trattandosi di un corso di avviamento, alcuni flauti saranno messi a disposizione degli allievi dal docente. Si consiglia a chi desideri acquistare uno strumento di parlare con l’insegnante.

ORDINE DEL CORSO

Il corso sarà composto di dieci incontri in ciascuno dei quali si terranno lezioni individuali per ciascun corsista ed una lezione d’insieme.

Nelle lezioni individuali il programma sarà a completa discrezione dei partecipanti; si cureranno gli aspetti tecnici legati allo strumento barocco e quelli stilistici, più strettamente connessi al discorso musicale; ciò in relazione al singolo studente, senza comunque trascurare che la lezione individuale è sempre e comunque uno strumento di analisi e sintesi grazie al quale, tramite delle astrazioni concettuali, è possibile distillare dei principi generali utilizzabili da parte di tutti.

Le lezioni d’insieme avranno un tema specifico per ogni incontro; l’elenco è qui di seguito.

Il materiale necessario sarà disponibile di volta in volta a lezione.

I) Studio della sonorità e della tecnica sul traversiere prendendo come punto di partenza le fonti dell’epoca. J.J. Quantz, Federico il Grande, G. Tromlitz. Confronto con alcuni moderni trattati sul flauto ad una chiave. J. Bolond, M. Neuhaus.

II) Gerarchia ritmica, articolazione e ineguaglianza; con riferimento a J. Hotteterre, F. Conferin, J.J. Quantz, J.G. Tûrk.

III) La musica per più fiati senza basso continuo I; La Francia: La melodia, Il canone

L.A. Dornel, J.B. de Boismortier.

IV) Il fraseggio del basso continuo.
  • J.S. Bach, Corali
  • A. Corelli, Sonate op.V
  • J. Hotteterre, Suites
  • G.Ph. Telemann, Sonate
  • Alcuni estratti da trattati sul basso continuo
V) Ornamentazione I; gli ornamenti essenziali (trilli, mordenti, appoggiature). Trattati e composizioni di J. Hotteterre, J.J. Quantz, F. Conferii, F. Geminiant.
VI) Ruolo del flauto traverso nella musica vocale del XVIII secolo: Francia, Italia e Germania.
VII) Ornamentazione II: l’ornamentazione libera.
  • J.J. Quantz: Versuch.
  • A. Corelli, Sonata op.V con ornamentazione realizzata
  • Telemann, Sonate Metodiche op.13
  • × G.P. Telemann, Tiretti Melodichi.
VIII) Il flauto a Berlino: lo stile “Sensibile”.
IX) La Cadenza preclassica con riferimenti alle cadenze oggi giunteci dai trattatisti.
X) La musica per più flauti senza basso continuo II: cenni sullo stile classico. J. Hook

e B. Dussek.

Costo del corso: € 600,00 + quota iscrizione


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto