Fondamenti di economia ed estimo civile

Baec
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso si propone di fornire gli strumenti necessari alla valutazione economico-estimativa dei beni immobili e territoriali.
Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
via Cappuccini, 6, 20122, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno.

Programma

Programma

Nel corso dell'insegnamento, pertanto, verranno trattati temi quali: le fondamenta logicoteoriche e metodologiche dell'Estimo civile-urbano, gli elementi di matematica finanziaria, l'analisi dei criteri e dei procedimenti di stima, la stima dei costi di costruzione di un manufatto edilizio, la valutazione immobiliare. Verranno trattate anche tematiche attinenti l'esercizio professionale dell'ingegnere civile, ed in particolare l'Estimo dei diritti reali ed il Catasto.

In dettaglio il programma del corso sarà così articolato:

1) Elementi di metodologica e pratica estimativa in ambito civile e territoriale: la stima del valore di mercato
Definizioni e funzioni della metodologica estimativa, fonti giuridiche, economiche e tecniche dell'Estimo.
Lineamenti di logica estimativa e principio dell'Estimo. Criteri e procedimenti dell'Estimo.
Nozioni di Matematica Finanziaria e accenni di Statistica.
Stima del valore di mercato attraverso i procedimenti comparativo, per "punti di merito", della capitalizzazione dei redditi, del valore di trasformazione e del valore di riproduzione.
2) Elementi di metodologica e pratica estimativa in ambito civile e territoriale: la stima del valore di costo
Stime parametriche.
Stime crono-merceologiche e stime funzionali dei costi di costruzione.
Preventivazione e analisi prezzi.
3) Accenni ad Elementi di Esercizio Professionale dell'Ingegnere civile.
Stime di espropriazione per pubblica utilità e diritti reali (usufrutto, diritto di superficie, servitù prediali).
Il Catasto terreni e il Catasto fabbricati. Mappa, planimetrie e visure catastali. Formazione e conservazione del Catasto.
4) Elementi di scienza e tecnica economica finalizzati alla formazione e alla
trasformazione urbana e territoriale.
Definizioni e funzioni della scienza economica.
Lineamenti di microeconomia con particolare riferimento all'equazione dell'impresa: scambio, mercato, produzione, comportamento del consumatore.
La rendita edilizia Urbana e la Rendita Agraria o Ricardiana.

Esercitazioni

Durante le ore di esercitazione verranno affrontate, con piglio pratico, la stima del valore di mercato di una unità immobiliare e la stima del costo di costruzione di un fabbricato. Si tratta di casi valutativi volutamente semplici ma significativi, tali da essere svolti anche da studenti che non abbiano già alcuna esperienza nel campo dell'estimo immobiliare. Va tuttavia
segnalato che lo svolgimento delle esercitazioni richiederebbe preventive conoscenze di "architettura tecnica" (o di "tecnologia delle costruzioni" o di "costruzioni"), conoscenze che per ovvi motivi non sono già nella disponibilità degli studenti in quanto oggetto di futuri corsi di
studio: ne consegue pertanto che, a fronte di tali carenze, il docente fornirà quelle poche nozioni di base di architettura tecnica finalizzate allo svolgimento delle esercitazioni, evidenziando fin da subito che nel corso di studio di "fondamenti di economia ed estimo civile"
non ci si può soffermare su specifici approfondimenti di altre materie (che sarà lo studente ad assimilare nel corso dei futuri studi oggetto di laurea).
All'inizio delle due sessioni di esercitazione verranno formati gruppi di lavoro composti da un numero di studenti definiti dal docente in funzione del numero di iscritti al corso; i partecipanti di ciascun gruppo di lavoro verranno individuati dal docente su sua decisione insindacabile.
Durante le esercitazioni (individuate nel calendario allegato) e negli orari del corso (il lunedì dalle 13.30 alle 16.00; il martedì dalle 8.30 alle 10.00) gli studenti dovranno lavorare sui temi valutativi proposti dal docente rimanendo in aula in modo tale che possano essere a turno seguiti nelle fasi di elaborazione del lavoro pratico di stima. L'ordine dei colloqui con gli
studenti per le verifiche e i suggerimenti nello svolgimento del lavoro da parte di ciascun gruppo è definito dal docente all'interno dell'orario suddetto, indipendentemente da specifiche esigenze dei singoli studenti inerenti impegni di altra natura, orari di arrivo-partenza dei mezzi
pubblici di trasporto ecc.
Durante le esercitazioni il docente verificherà la presenza di ciascun gruppo di lavoro e, a suo giudizio insindacabile, valuterà il lavoro svolto alla luce di molteplici criteri:
- qualità del lavoro svolto (in termini di contenuti, di sviluppo logico e di approfondimento svolto),
- rispondenza del lavoro svolto al contenuto del corso (e quindi al contenuto delle dispense e dei testi di studio),
- qualità della partecipazione in aula degli studenti formanti ciascun gruppo,
- qualità della presentazione del lavoro (che dovrà avvenire con stampa su fogli A4 e/o A3 semplicemente graffettati-pinzati - non verranno accettati lavori custoditi in copertine, faldoni, raccoglitori, cartellette ecc, e/o fascicolati con spirali e copertine in plastica o in cartoncino, e/o con altra forma di fascicolazione).
E' auspicabile che durante le esercitazioni ciascun studente abbia con sé una calcolatrice, un righello, carta e penna ....
La prima esercitazione riguarderà la stima del valore di mercato di un alloggio: ciascun gruppo di studenti dovrà procurarsi la planimetria di
un alloggio, avendo cura di occultare dati personali o identificativi per motivi di privacy.
Qualora gli studenti avessero difficoltà a procurarsi tale documentazione, sempre entro tale data, dovranno comunicarlo al docente, al fine di porvi rimedio.
Una copia del lavoro svolto dal gruppo di lavoro deve essere consegnato al docente ed una o più copie identiche a quella consegnata dovranno essere trattenute
dagli studenti. Oltre tale data non verrà più assicurata dal docente l'assistenza ai gruppi di lavoro sul tema della valutazione di un alloggio. Le copie dei lavori di esercitazione consegnate al docente non verranno per nessun motivo (anche per breve tempo) riconsegnate agli
studenti. È fatto obbligo a ciascun studente di presentarsi all'esame con la copia del lavoro svolto dal gruppo di appartenenza: non verrà esaminato lo studente che si presenterà in assenza della propria copia del lavoro di esercitazione, che ovviamente tratterrà al termine dell'esame.
Successivamente, nella seconda esercitazione, verrà approfondita la valutazione del costo di costruzione (Computo metrico estimativo cronomerceologico) di un intervento edilizio. Il lavoro
svolto deve essere consegnato al docente ed una o più copie identiche a quella consegnata dovranno essere trattenute dagli studenti. Oltre tale data non verrà più assicurata dal docente l'assistenza ai gruppi di lavoro sul tema della stima del costo di costruzione di un fabbricato. Le copie dei lavori di esercitazione consegnate al docente non verranno per nessun motivo (anche per breve tempo) riconsegnate agli studenti. È fatto
obbligo a ciascun studente di presentarsi all'esame con la copia del lavoro svolto dal gruppo di appartenenza: non verrà esaminato lo studente che si presenterà in assenza della propria copia del lavoro di esercitazione, che ovviamente tratterrà al termine dell'esame

Modalità d'esame

L'esame di profitto è in forma orale ed avverrà a partire dalle date stabilite in calendario dal Politecnico di Milano. Per poter conseguire il voto di profitto ogni studente dovrà iscriversi ad ogni appello d'esame, secondo le modalità stabilite dal Politecnico di Milano e con il supporto
del "poliself" o del "webpoliself"; non verranno esaminati studenti non regolarmente iscritti allo specifico appello d'esame. Di norma (ma ciò potrebbe variare in funzione delle specifiche dettate dal Politecnico di Milano) sono individuati due appelli d'esame per la sessione di
gennaio-febbraio, due appelli d'esame per la sessione di giugno-luglio ed un appello per la sessione di settembre.
Qualora lo studente non superasse con profitto l'esame ad un appello non potrà ripresentarsi all'appello d'esame della medesima sessione (è difficile, infatti, recuperare le carenze di apprendimento nel giro dei pochi giorni intercorrenti tra le date degli appelli appartenenti alla medesima sessione d'esame).
Non si assicura un numero di esami giornaliero superiore a 8 per ciascun appello: in caso di esubero, il docente scaglionerà gli esami secondo una tempistica opportuna.
All'esame lo studente si presenterà inderogabilmente con la propria copia delle due esercitazioni: non verranno esaminati studenti che si presenteranno all'esame in assenza di tale documentazione o se questa risulta carente ed incompleta.
I voti conseguiti durante il colloquio d'esame saranno influenzati dall'esito dei lavori svolti durante le esercitazioni, esito che il docente si riserva di comunicare soltanto al momento dell'esame e non durante lo svolgimento del corso e delle esercitazioni.
Il colloquio d'esame verterà sugli argomenti teorici oggetto delle lezioni ex cathedra, sugli argomenti trattati nei testi di studio obbligatori qui sotto indicati, e su eventuali esercizi di valutazione posti dal docente. Durante il colloquio verrà, inoltre, esaminato il contenuto dei lavori di esercitazione al fine di verificare l'effettiva partecipazione dello studente al lavoro di
gruppo e l'apprendimento della pratica estimativa.

Colloqui con il docente

Gli studenti potranno comunicare con il docente negli orari di lezione per dirimere ogni problematica inerente il contenuto del corso e dell'esercitazione o aspetti organizzativi: ciò è anzi auspicabile, purché le domande non attengano argomenti già sviluppati più volte durante
il corso o le esercitazioni, e ciò per disattenzione o assenze ingiustificate dello studente.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto