Geografia

Università Telematica Guglielmo Marconi
Online

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

L’Università degli Studi Guglielmo Marconi, è la prima Università “aperta” (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004, che unisce metodologie di formazione “a distanza” (materiale a stampa, dispense, Cd Rom, piattaforma e-learning) con le attività di formazione frontale (lezioni, seminari, laboratori, sessioni di ripasso e approfondimento) al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento per lo studente.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Cosa impari in questo corso?

Cartografia
Strutture
Lettura
Delineazione
Organizzazione

Programma

Programma del Corso

DISCIPLINA

Geografia

DOCENTE

Stefania Montebelli

CODICE DISCIPLINA: GGR01001

SSD: M-GGR/01

CREDITI: 12

OBIETTIVI E FINALITÀ DELL’INSEGNAMENTO

Il Corso si propone di presentare le principali tematiche sulle quali la disciplina geografica basa la sua riflessione e la sua prassi. In particolar modo si insisterà sui diversi indirizzi metodologici e sulle pratiche attraverso le quali l’osservazione geografica ha prodotto nel tempo un’analisi specifica, su scala locale e globale, dei fenomeni terrestri di natura ambientale e degli effetti territoriali generati dal comportamento antropico a livello ecologico e spaziale.

Pertanto, dall’analisi della struttura ambientale, dei suoi elementi e fenomeni fisici caratterizzanti, si passerà ad analizzare le modalità e le ragioni attraverso le quali la Geografia umana ha indagato il rapporto uomo-ambiente per mezzo dei diversi postulati scientifici che, susseguendosi nella storia del pensiero geografico, hanno permesso di scandagliare la natura dei suoi principali oggetti di studio - il territorio, il paesaggio, la regione - unitamente alla visualizzazione-interpretazione degli spazi e dei rapporti fra le componenti fisiche e antropiche del territorio sistematizzata nella rappresentazione cartografica con particolare riferimento alla Geografia fisica e Geopolitica dell’Europa e dell’Italia.

PROGRAMMA DEL CORSO

Il corso si struttura in tre moduli e una parte monografica.
Il primo modulo di Geografia fisica, inerente alla costituzione fisica dell’ambiente e ai fenomeni naturali dei quali le esigenze di antropizzazione territoriale hanno da sempre dovuto tener conto, prenderà in considerazione:

  1. le caratteristiche generali della Terra (forma/dimensione/struttura, la composizione della Geosfera);
  2. la delineazione dei tratti della superficie terrestre e della struttura della crosta terrestre, il clima e la tipologia delle fasce climatiche, la rotazione della Terra e le conseguenze del moto di rivoluzione, il bilancio termico dell’atmosfera e i singoli fenomeni meteorologici;
  3. elementi, fattori e fenomeni fisici (il mare, le acque continentali, le forme del rilievo, il modellamento eolico, fluviale e glaciale, le forme carsiche, vulcaniche e costiere, l’orogenesi, la vegetazione).

Il secondo modulo, intitolato alla Geografia umana, si incentrerà sulle modalità d’analisi dell’impatto territoriale dell’azione antropica sull’ambiente secondo le seguenti tematiche:

  1. presentazione delle varie tappe epistemologiche che dal XIX secolo hanno segnato il cammino disciplinare e conoscitivo della Geografia umana (fase pre-scentifica, Determinismo ambientale, Possibilismo vidaliano, Funzionalismo e modelizzazione dello spazio, Geografia sistemica, Geografia umanistica);
  2. l’evoluzione dei concetti portanti della storia del pensiero geografico (regione naturale, regione e paesaggio antropizzato, spazio polarizzato e rete urbana, sistema territoriale e sistema territoriale complesso);
  3. contenuti specifici attraverso i quali decodificare l’insieme di trasformazioni territoriali connesse ai processi d’urbanizzazione industriale e post-industriale: le strutture insediative e lo sviluppo urbano (nascita, crescita e trasformazione urbana, localizzazione delle funzioni, servizi e gerarchie urbane - teoria di Christaller, la polarizzazione terziaria e la polarizzazione industriale, localizzazione e poli di sviluppo industriale - teorie di Weber, Lösch e Perroux, esplosione e rete urbana tra complementarietà/ distanza/accessibilità - diagramma delle onde di diffusione di Hägestrand, fenomeno urbano e crescita economica, analisi e modelli della struttura urbana - modello di Burgess, crisi della città e ciclo di vita della città); territori non urbanizzati (valutazione dell’importanza del settore agricolo, dai paesaggi agrari tradizionale all’organizzazione spaziale dell’agricoltura per il mercato – il modello di von Thünen, la geografia agraria, agricola e rurale, il quadro ambientale umano tra organizzazione e tecniche colturali, interazioni generate dall’allevamento, organizzazione sociale e paesaggio rurale, i rischi climatici e la politica d’intervento in agricoltura, produttività agricola e sicurezza alimentare ); dinamica e strutture demografiche (movimento naturale, movimenti migratori, strutture per età e per sesso, strutture professionali e sociali, lingua, razza, sindrome del collasso e equazione esponenziale malthusiana, risorse e riserve, fonti di energia e minerali, la transizione demografica, le migrazioni e la dinamica del mercato di lavoro).

Il terzo modulo è dedicato alla Cartografia quale tecnica di rappresentazione spaziale e strumento cognitivo con cui l’uomo, in quanto entità sociale, ha storicamente localizzato la sua posizione fisica, ma anche culturale, rispetto all’intorno ambientale. Gli argomenti trattati saranno:

  1. la storia della Cartografica (i primordi e la cartografia greca, la cartografia romana ed ellenistica, la cartografia medievale, le grandi scoperte geografiche e la cartografia del Cinquecento, i secoli XVII e XVIII e la nascita della cartografia moderna, la cartografia del XIX secolo, cartografia contemporanea);
  2. le componenti che sono alla base della sua tecnica di rappresentazione: il reticolato geografico, le coordinate geografiche, la determinazione della latitudine e della longitudine, l’altitudine e la rappresentazione del rilievo, le proiezioni cartografiche, tipologia cartografica e scala, simbologia e toponomastica, l’orientamento e la lettura delle carte topografiche.

La parte monografica sarà dedicata alla Geografia dell’Europa con particolare riferimento all’Italia e prevederà la delineazione dei caratteri fisici e morfologici caratterizzanti il continente europeo e il territorio italiano, i processi demografici che interessano e hanno interessato storicamente quest’ampia area geografica, lo sviluppo urbano dai primi insediamenti alle moderne metropoli, le diversità linguistiche e religiose, il quadro economico attraverso la delineazione della situazione dei vari settori dell’economia il tutto sorretto dall’ausilio della visualizzazione e della lettura cartografica. Pertanto, le tematiche trattate saranno:

  • le caratteristiche geomorfologiche dell’Europa (mari, oceani attorno all’Europa, il rilievo-montagne a sud, pianure a nord/est, le acque continentali- i fiumi e i ghiacciai) e dell’Italia (le Alpi, gli Appennini, i vulcani, il dissesto idrologico, la Pianura padana, le coste;
  • le regioni climatiche europee e italiane (ambienti e paesaggi);
  • la popolazione e le migrazioni in Europa e in Italia (densità della popolazione, concetto di razza e di Stato, le capitali, le politiche europee sulle migrazioni e gli accordi di Schengen);
  • le città in Europa (i villaggi e le città antiche, le città medievali e rinascimentali, città mercantili e industriali, il centro e le attività terziarie, Randstand Holland, la Ruhr, città multietniche) e le città in Italia (il valore della storia, la situazione attuale delle città italiane, concetto di regione, Venezia, Roma, Napoli);
  • l’economia europea e italiana (settore primario: le aree agricole europee, la rivoluzione agricola, le innovazioni del XXI secolo, la pesca; settore secondario: nascita e sviluppo dell’industria moderna, il panorama attuale dell’industria europea, i distretti produttivi in Italia; settore terziario: i trasporti, la comunicazione e l’informazione, il settore finanziario e il commercio in Italia e in Europa).

LIBRI DI TESTO

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • A. Vallega, Geografia umana. Teoria e prassi, Firenze, Le Monnier, 2008
  • E. Lavagna, G. Lucarno, Geocartografia. Guida alla lettura delle carte geotopografiche, Bologna, Zanichelli, 2007

Strumenti di consultazione:

  • Calendario Atlante De Agostini 2010, Istituto Geografico De Agostini, Novara, 2009
  • Ulteriori materiali di approfondimento disponibili su piattaforma

Testo di approfondimento:

  • A. Sestini, Introduzione allo studio dell’ambiente, Franco Angeli, 1994

MODALITÀ DELL’ESAME FINALE

Prova scritta e/o orale

RICEVIMENTO STUDENTI

Previo appuntamento (s.montebelli)



Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto