Gestione dei Processi Partecipativi

Ricerca e Cooperazione
A Roma

395 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 20 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire un gruppo di lavoro multiattore e di giungere ad una serie di possibili prodotti tangibili nel quale tutti i membri del gruppo si possano riconoscere. L'aspirante facilitatore acquisirà tecniche di gestione costruttiva delle idee, di superamento delle principali difficoltà e di inclusione dei punti di vista nella creazione del consenso.
Rivolto a: tutti, in particolare operatori di ong e onlus.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Savona 13a, 00182, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Professori

Sara Mosad Mohamed Mahmoud
Sara Mosad Mohamed Mahmoud
laurea

madrelingua Araba, cittadinanza egiziana, laureata in scienze delle comunicazioni (relazioni pubbliche), insegnante di arabo presso scuole private di lingue.

Programma

  • Cosa significa facilitare un processo decisionale partecipativo. La facilitazione come “consulenza di Processo” (i tre modelli della consulenza);
  • Scegliere il gruppo di riferimento. Stakeholders, Spettatori o Attori del Cambiamento?;
  • Il Brainstorming. Tecniche base;
  • Esercizio in plenaria;
  • Facilitazione individuale con feed back.
  • I fondamenti della facilitazione;
  • Il linguaggio del Corpo;
  • Dare risalto a tutti i punti di vista
  • -L’uso delle domande;
  • -Parroting o Mirroring;
  • -Parafrasare;
  • -Mettere le persone a proprio agio (drawing people out);
  • -Dare un ordine agli interventi (staking);
  • -Ricapitolare (traking);
  • -Incoraggiare; dare spazio;
  • -Allargare lo spettro tematico (balancing);
  • -Sottolineare differenze e similitudini;
  • Divergenza e Convergenza nei processi collettivi;
  • Il clustering;
  • Assegnare priorità;
  • Pro e contro;
  • SWOT;
  • Facilitazione individuale con feed back.
  • Gestire situazioni problematiche;
  • -Conversazioni simultanee (Sequencing);
  • -Idee lasciate cadere (Refocusing);
  • -Individui dominanti;
  • -Individui silenziosi;
  • -Indisciplina;
  • -Partecipazione scarsa di tutto il gruppo;
  • -Due o più partecipanti arroccati su posizioni contrarie;
  • -Partecipanti aggressivi verso il facilitatore;
  • -Non rispetto degli orari;
  • -Individui ripetitivi;
  • -Nuovi input quando si sta per chiudere.
  • L’approccio Either/Or e l’approccio Both/And;
  • Il Plan of Action;
  • Il brainstorming finalizzato alla progettazione;
  • Facilitazione individuale con feed back;
  • Disegnare una agenda realistica;
  • Note tecniche sui materiali;
  • Valutazione finale

Ulteriori informazioni

Stage:

no


Alunni per classe: 20

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto