“Gestione del processo edilizio – Project management”

Scuola Specializzazione Restauro dei Monumenti Sapienza
A Roma

2.500 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master I livello
  • Roma
  • 300 ore di lezione
  • Durata:
    1 Semestre
  • Quando:
    13/02/2017
  • Crediti: 60
  • Stage / Tirocinio
Descrizione

Il Master si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato alla formazione della figura professionale-dirigenziale del Project Manager, sviluppare e far acquisire capacità manageriali contestualizzate alle specificità del settore pubblico, in particolar modo nella gestione dei lavori e delle infrastrutture della P.A., configurando il contenuto delle nuove responsabilità dei ruoli direttivi della stessa e trasferendo tecniche gestionali e organizzative di immediato utilizzo per la gestione di processi decisionali ed operativi di media ed alta complessità.
Tale figura è interfunzionale, con competenze tecniche, economiche e legali che permettono la gestione del ciclo di vita della commessa, dalla valutazione della proposta al completamento del progetto.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
13 febbraio 2017
Roma
via Gramsci n.53, 00197, Ravenna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Formare una figura interfunzionale, con competenze tecniche, economiche e legali che permettono la gestione del ciclo di vita della commessa, dalla valutazione della proposta al completamento del progetto.

· A chi è diretto?

Coloro che sono in possesso di un titolo universitario delle seguenti classi di laurea: Scienze dell'arch. e dell'ing. edile L- 4; Scienze dell'architettura L-17; Scienze e tecniche dell'edilizia L-23; Urb. e scienze della pianif. territoriale e ambientale L - 7; Scienze della pianif. territoriale, urb., paesag. e ambientale L-21; Ing. civile e ambientale 8; L-7; Scienze dei beni culturali L - 13; Beni culturali; L-1; Scienze dell'economia e della gestione aziendale 17; L-18 Scienze economiche 28; L-33; Scienze giuridiche; Scienze dei servizi giuridici 31; 2; L-14; Scienze delle difesa e della sicurezza DS/1.

· Dove posso trovare ulteriori informazioni:

visitare il sito del Master: https://web.uniroma1.it/masterpm/ Segreteria Tecnica: Dr.ssa Daniela Barani C.I.T.E.R.A. Sapienza Università di Roma Via A. Gramsci 53 - 00197 Roma tel. 06.49919172 - fax 06.49919171 masterpm@uniroma1.it

Cosa impari in questo corso?

Competenze teoriche e pratiche utili per la progettazione e la gestione di un intervento di restauro architettonico
Conoscenze generali su: i) le metodologie di approccio al cantiere di restauro; ii) le tecniche analitiche e diagnostiche; iii) il riconoscimento e la caratterizzazione dei materiali
Valutandone approfonditamente lo stato conservativo; iv) le tecniche di intervento
Evidenziando recenti sviluppi innovativi; v) l’elaborazione dei dati ed il loro impiego

Professori

nicola santopuoli
nicola santopuoli
prof. arch.

Svolge attività nel settore del restauro.Ha curato numerosi restauri, tra cui la Basilica della Natività di Betlemme (2010-16); la “Sala della volta dorata” della Domus Aurea (Roma) (2008-09); il palazzo Baldassini RM (2008-09); la chiesa di Santa Maria in Aventino RM (di G.B. Piranesi), 2013-15; il palazzo degli ambasciatori del quartiere Coppedè RM (2012-15); le botteghe da Asellina a Verecundus di Pompei, (2004-07); il castello di Harim (Siria), 1999-2000. Ha curato il Progetto colore e le norme per il regolamento edilizio per il centro storico di Bologna (1997-01), di Ceglie Messapica (BR)

Programma

Il corso si propone di fornire competenze teoriche e pratiche utili per la progettazione e la gestione di un intervento di restauro architettonico. A questo fine, sulla base di circostanziati riferimenti storico‐critici, verranno impartite conoscenze generali su: i) le metodologie di approccio al cantiere di restauro; ii) le tecniche analitiche e diagnostiche, alcune delle quali saranno oggetto di particolari approfondimenti scientifici e tecnologici; iii) il riconoscimento e la caratterizzazione dei materiali, valutandone approfonditamente lo stato conservativo; iv) le tecniche di intervento,
evidenziando recenti sviluppi innovativi; v) l’elaborazione dei dati ed il loro impiego.
Durante il corso saranno effettuate esercitazioni riguardanti le tematiche sopra descritte ed anche con l’obiettivo di sperimentare, attraverso metodologie tecniche di rappresentazione automatica, sistemi innovativi per la caratterizzazione dei materiali e per la valutazione del degrado. In questo modo l’allievo verificherà concretamente, sempre partendo dai riferimenti storico‐critici, come si sviluppa il progetto di conoscenza, come si scelgono e si definiscono i necessari approfondimenti diagnostici generali e particolari, come si definisce il progetto di restauro e come si scelgono i materiali e le tecniche d’intervento operativo, infine come si instaura un dialogo costruttivo con gli altri esperti coinvolti.

Strumenti didattici
Il corso si articola in lezioni teoriche e pratiche, durante le quali i vari argomenti saranno affrontati anche attraverso casi esemplificativi. È prevista, inoltre, la partecipazione di esperti, con cui gli allievi potranno approfondire aspetti specialistici della materia. Allo scopo di favorire un costante aggiornamento, verranno anche fornite informazioni utili
per la ricerca bibliografica, facendo particolare riferimento alla rete Internet.

SINTESI DEL PROGRAMMA
- Progetto delle indagini scientifiche: prediagnosi, progetto diagnostico, saggi e campionamenti.
- Catalogazione dei “monumenti” (schede, ICCD, metodologie e standard di riferimento).
- Tecniche analitiche e diagnostiche per il restauro dei monumenti.
- Metodi e strumenti per la caratterizzazione dei materiali, il riconoscimento del degrado, le verifiche in corso d’opera, il collaudo e la manutenzione.
- Rilievo del colore e indagini multispettrali per la conoscenza, il monitoraggio ed il controllo dei processi di pulitura e degli interventi di restauro delle superfici architettoniche.
- Analisi visiva e fotointerpretazione per lo studio dei materiali e del degrado delle superfici architettoniche.
Redazione delle tavole tematiche (normative e lessici).
- Scansione laser 3D per l’analisi dell’architettura, banche dati 3D per la conoscenza, il restauro, la manutenzione, il monitoraggio e la valorizzazione del patrimonio architettonico.
- Nuovi materiali e tecnologie innovative per il restauro.
- Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva degli interventi di restauro: contenuti e aspetti tecnici (cenni).
- Cantiere di restauro: aspetti normativi, opere provvisionali, saggi d’intervento, progetto della sicurezza, progetto di restauro, gestione e direzione lavori (cenni).

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto