Gestione Sostenibile delle Acque Interne

Università degli Studi della Tuscia
A Viterbo

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Viterbo
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Viterbo
Via Santa Maria in Gradi, 4, 01100, Viterbo, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Gestione

Programma

Obiettivi formativi specifici
I laureati del corso di laurea specialistica in Gestione sostenibile delle acque interne devono:
essere in grado di analizzare, controllare e gestire realtà complesse;
avere una solida preparazione culturale a indirizzo sistemico rivolta all'ambiente dulciacquicolo e delle acque di transizione, e una buona padronanza del metodo scientifico;
avere la capacità di individuare ed organizzare le interazioni dei diversi fattori che costituiscono processi, sistemi e problemi ambientali complessi;
conoscere tecnologie d'indagine delle acque interne e di transizione e di analisi dei dati, che permettano anche l'integrazione, a differente scala, con il comparto terrestre ed atmosferico;
saper affrontare i problemi legati al controllo e alla gestione di laghi, fiumi, lagune, falde acquifere, ecc., valutati secondo i criteri della sostenibilità, della prevenzione e dell'etica ambientale;
avere competenze per la valutazione delle risorse, rinnovabili e no, e degli impatti ambientali, attraverso la formulazione di modelli e con l'impiego anche di strumenti concettuali e metodologici forniti dall'economia, dal diritto e dalla pianificazione ambientale;
saper agire per il ripristino e la conservazione della qualità di realtà ambientali complesse;
essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, l' Inglese, oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
essere in grado di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture.
Tra le attività che i laureati specialisti svolgeranno si indicano in particolare: l' analisi e la gestione di risorse legate ai sistemi delle acque interne e di transizione; la valutazione della qualità dell' ambiente acquatico nella sua complessità, tenendo cioè conto dell' interazione con il comparto terrestre ed atmosferico; la realizzazione e la valutazione di studi di impatto ambientale; l' analisi ed il controllo della qualità ambientalee delle varie forme di inquinamento che influiscono sulla qualità delle acque; la progettazione e il monitoraggio dei progetti di biorisanamento e di controllo ambientale promossi dalla pubblica amministrazione, da sistemi produttivi e da soggetti privati; la pianificazione di attività orientate allo sviluppo sostenibile; la promozione ed il coordinamento di inizative di politica ambientale e per concorrere alla formazione di un consenso critico e propositivo dei cittadini alla soluzione dei problemi posti dal territorio.

Caratteristiche della prova finale
Elaborato originale su base sperimentale a carattere interdisciplinare.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
I possibili sbocchi professionali sono: funzionario nelle strutture tecniche e di controllo (Ministero per l'Ambiente, ANPA, ARPA, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Enti Locali, Regioni, Comunità montane, Riserve naturalistiche, Ente parchi, ecc.); esperto nella gestione di sistemi ambientali e consulente nel campo delle normative ambientali.
Attività di base
Discipline chimiche

CFU 9
CHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICACHIM/06: CHIMICA ORGANICA
Discipline fisiche

CFU 18
FIS/07: FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)
Discipline matematiche, informatiche e statistiche

CFU 10
MAT/04: MATEMATICHE COMPLEMENTARITotale CFU 37

Attività caratterizzanti
Discipline agrarie

CFU 11
AGR/01: ECONOMIA ED ESTIMO RURALEAGR/13: CHIMICA AGRARIACHIM/12: CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALIGEO/05: GEOLOGIA APPLICATA
Discipline ambientali

CFU 43
BIO/03: BOTANICA AMBIENTALE E APPLICATABIO/07: ECOLOGIA
Discipline biologiche

CFU 56
BIO/01: BOTANICA GENERALEBIO/02: BOTANICA SISTEMATICABIO/04: FISIOLOGIA VEGETALEBIO/05: ZOOLOGIA BIO/09: FISIOLOGIABIO/10: BIOCHIMICABIO/18: GENETICABIO/19: MICROBIOLOGIA GENERALE
Discipline chimiche

CFU 23
CHIM/02: CHIMICA FISICACHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICACHIM/06: CHIMICA ORGANICACHIM/12: CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI
Discipline di scienze della Terra

CFU 26
GEO/04: GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIAGEO/05: GEOLOGIA APPLICATAGEO/07: PETROLOGIA E PETROGRAFIAGEO/12: OCEANOGRAFIA E FISICA DELL'ATMOSFERATotale CFU 159

Attività affini o integrative
Discipline biologiche, chimiche e geologiche

CFU 8
CHIM/01: CHIMICA ANALITICAGEO/10: GEOFISICA DELLA TERRA SOLIDA
Discipline epistemologiche, giuridiche, economiche e tecniche

CFU 5
SECS-P/06: ECONOMIA APPLICATA
Formazione interdisciplinare

CFU 17
IUS/03: DIRITTO AGRARIOMAT/09: RICERCA OPERATIVASECS-S/02: STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE E TECNOLOGICATotale CFU 30
Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 25Per la prova finaleCFU 25Altre (art. 10, comma 1, lettera f )CFU 4
Ulteriori conoscenze linguistiche
CFU 4
Abilità informatiche e relazionali
CFU 4
Tirocini
CFU 16Totale CFU 74

Totale Crediti CFU Gestione Sostenibile delle Acque Interne 300
Docenti di riferimento

CANNISTRARO Salvatore
VINCIGUERRA Vittorio

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
no
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto