Gli Invisibili. Cartoline Dall’America

Aiace Torino - Associazione Italiana Amici Cinema D'Essai
A Torino

55 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Torino
  • 10 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Può sembrare un paradosso, ma nell'epoca del villaggio globale e della moltiplicazione dei formati audiovisivi e dei canali comunicativi, alcuni film di grandi autori internazionali non trovano la via degli schermi oppure vengono proposti senza un'adeguata distribuzione. Il corso vuole permettere in primo luogo il recupero di alcune di queste opere e la scoperta di gioielli ormai sepolti o diffici.
Rivolto a: Appassionati di cinema.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
Galleria Subalpina 30, 10123, Torino, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Possedere la tessera Aiace: con € 12, consente inoltre il 30% di sconto, ogni giorno della settimana, in tutti i cinema torinesi di prima visione.

Programma

Può sembrare un paradosso, ma nell'epoca del villaggio globale e della moltiplicazione dei formati audiovisivi e dei canali comunicativi, alcuni film di grandi autori internazionali non trovano la via degli schermi oppure vengono proposti senza un'adeguata distribuzione. Il corso vuole permettere in primo luogo il recupero di alcune di queste opere e la scoperta di gioielli ormai sepolti o difficilmente rintracciabili. Ma vuole anche essere l'occasione per interrogarsi sui meccanismi che oggi consentono o precludono la visibilità delle immagini meno banali e non assimilabili all'ovvietà di molte produzioni dei nostri giorni. In questo senso, la scelta di cinque grandi autori del cinema americano contemporaneo da Spike Lee e De Palma, attraverso Van Sant, Solondz e Sayles intende fare il punto sulla vitalità che ha ancora la settima arte per farci riflettere sul mondo in cui viviamo e sulla complessità della realtà, oltre ogni luogo comune.
 
1) Redacted di Brian De Palma (2007). Vent'anni dopo Vittime di guerra (1989), il regista torna sul rapporto tra violenza e morale, tra scelte di gruppo e individuali. Per molti critici, il film dell'anno.
2) Gerry di Gus Van Sant (2002). Prima parte della trilogia che conta anche Elephant (2003) e Last Days (2005). Il film che ha cambiato il modo di fare cinema di Van Sant.
3) Palindromes di Todd Solondz (2004). L'autore più scomodo emerso dal Sundance, con Fuga dalla scuola media (1996) e Happiness (1998), spiazza tutti con una dodicenne che assume continuamente sembianze differenti. Metafora del contemporaneo?
4) Silver City di John Sayles (2004). In perfetta coincidenza con le presidenziali americane, un film che indaga sui maneggi di un candidato politico che si pone come moralizzatore, ma ha molti scheletri nell'armadio.
5) When the Leeves Broke: A Requiem in Four Acts di Spike Lee (2006). Il cinema civile, oggi. Senza accontentarsi delle immagini e delle verità ufficiali, Spike Lee va a New Orleans e cerca di capire in che misura l'uragano Katrina è l'unico responsabile della cancellazione culturale e non solo fisica di una della città più meticcie degli Stati Uniti.
Docente: Michele Marangi
Frequenza: 5 incontri settimanali di due ore ciascuno, il martedì dalle 21.00 alle 23.00
Inizio del corso: martedì 14 ottobre 2007
Costo del corso: € 55, riservato ai soci Aiace
Sede: Aiace
 

Ulteriori informazioni

Stage: No
Alunni per classe: 25