Governo delle Regioni e degli Enti Locali

Università degli Studi di Urbino
A Urbino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Urbino
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Urbino
Via Aurelio Saffi, 2, 61029, Pesaro e Urbino, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
1. Lo scopo del corso di laurea specialistica consiste nel fornire agli studenti un bagaglio di conoscenze teoriche e di strumenti di programmazione e valutazione circa le tecniche decisionali e gestionali dei pubblici poteri, con particolare riferimento all'organizzazione e al funzionamento delle regioni e degli enti locali, alla luce del nuovo titolo V della seconda parte della Costituzione e dell'esperienza degli altri ordinamenti, specie quelli appartenenti all'Unione europea.
2.Gli insegnamenti impartiti hanno ad oggetto i pubblici poteri e la loro interazione con gli altri soggetti, individuali e collettivi. Vertono sia sugli aspetti giuridici e istituzionali, sia su quelli politico-sociali ed economici.
3. L'offerta formativa sarà strutturata in modo di consentire agli studenti di acquisire la capacità di analizzare sia gli obiettivi dell'azione pubblica, sia i corrispondenti mezzi. Particolare attenzione verrà riposta nelle modalità di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nelle tecniche di gestione del personale, negli strumenti operativi volti alla determinazione, all'attuazione e al controllo delle politiche pubbliche, a livello nazionale, regionale, locale. Tra le problematiche specifiche che verranno prese in esame, si indicano - a titolo indicativo - quelle relative alla realizzazione di raccordi organizzativi e procedurali tra i diversi livelli di governo, alla semplificazione degli strumenti dell'azione amministrativa, all'erogazione dei servizi pubblici e alla tutela degli utenti, all'utilizzo dei fondi dell'Unione europea, alla verificazione della coerenza tra obiettivi programmatici e attuazione delle politiche regionali e locali.
4. Nel perseguimento di questi obiettivi, i corsi privilegiano la qualità del processo di apprendimento rispetto alla quantità delle nozioni impartite. Includono seminari ed esercitazioni scritte ed orali, basati su materiali normativi e giurisprudenziali e su documenti di programmazione e valutazione, volti ad addestrare gli studenti alla soluzioni dei problemi concreti che si pongono in rapporto all'organizzazione e all'azione dei pubblici poteri.
5. L'articolazione dei programmi di insegnamento e degli esami di profitto è organizzata, nel rispetto della libertà di insegnamento, in modo da assicurare l'efficacia degli obiettivi formativi anche attraverso tutorati, tirocini, moduli didattici complementari ed altre forme della didattica, tra cui quella interattiva e quella per studenti lavoratori, nei limiti delle risorse disponibili.
6. Il tempo riservato allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale è pari almeno al 60 per cento dell'impegno orario complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.

Caratteristiche della prova finale
La prova finale consiste in una relazione scritta illustrativa di ricerche su temi relativi ai settori disciplinari attivati.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
1. Il corso è rivolto sia a coloro che abbiano conseguito la laurea sia a coloro che già abbiano un impiego e intendano perfezionarsi nelle scienze amministrative.
2. Tra le attività che i laureati specialisti svolgeranno si indicano in particolare:
a)lo svolgimento di funzioni di supporto agli organi di direzione politica nelle istituzioni statali, regionali e locali;
b)l'esplicazione di funzioni di elevata responsabilità e complessità decisionali, gestionali e di controllo, anche con riferimento alle nuove figure dirigenziali, all'interno di enti e organismi pubblici;
c)lo svolgimento di compiti organizzativi e gestionali nelle associazioni, istituzioni e fondazioni private con finalità di carattere pubblico o collettivo.
Attività di base
Economico

CFU 23
SECS-P/01: ECONOMIA POLITICA
Giuridico

CFU 78
IUS/09: ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICOIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVO
Politico e sociologico

CFU 3
SPS/03: STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHESPS/04: SCIENZA POLITICA
Statistico

CFU 1
SECS-S/01: STATISTICATotale CFU 105

Attività caratterizzanti
Aziendale-organizzativo

CFU 6
SECS-P/06: ECONOMIA APPLICATA
Giuridico

CFU 21
IUS/05: DIRITTO DELL'ECONOMIAIUS/07: DIRITTO DEL LAVOROIUS/21: DIRITTO PUBBLICO COMPARATO
Politico-organizzativo

CFU 40
SPS/04: SCIENZA POLITICASPS/07: SOCIOLOGIA GENERALETotale CFU 67

Attività affini o integrative
Discipline informatiche ed economiche quantitative

CFU 4
INF/01: INFORMATICA
Discipline linguistiche

CFU 15
L-LIN/04: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA FRANCESEL-LIN/12: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE
Discipline sociali e giuridiche

CFU 12
IUS/02: DIRITTO PRIVATO COMPARATOM-PSI/06: PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI Totale CFU 31

Attività specifiche della sede
CFU 21
IUS/07: DIRITTO DEL LAVOROIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOIUS/11: DIRITTO CANONICO E DIRITTO ECCLESIASTICOSECS-P/03: SCIENZA DELLE FINANZESECS-S/01: STATISTICASPS/01: FILOSOFIA POLITICASPS/03: STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHESPS/04: SCIENZA POLITICATotale CFU 21
Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 15Per la prova finaleCFU 42Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
Totale
CFU 19Totale CFU 76

Totale Crediti CFU Governo delle Regioni e degli Enti Locali 300
Docenti di riferimento

GNES Matteo
RIGHETTINI Maria Stella
SANDULLI Aldo

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
no
Programmazione l

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto