Il procedimento amministrativo: la l. 241/90 e le s.m.i. Profili teorici e attuativi

Ceida - Centro Italiano di Direzione Aziendale
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Concorsi pubblici
  • Roma
Descrizione

Il centro presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Palestro, 24 , 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

PROGRAMMA
La disciplina del procedimento amministrativo alla luce della l. 15/05, del d.l. 35/05, delle leggi 69/09, 104/10, 35/12, 190/12: l’integrazione dei principi generali con quelli di fonte comunitaria. Le novità previste in materia dalla legge delega di riforma della Pubblica Amministrazione (l. 124/15). L’applicabilità della l. 241/90 alle Regioni e agli Enti locali.
L’azione amministrativa di natura non autoritativa: l’applicazione delle norme di diritto privato e il rapporto paritario con i soggetti destinatari; gli accordi procedimentali e gli accordi sostitutivi di procedimento. La Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi. La esternazione dei motivi nell’atto amministrativo e nella attività di natura privata della P.A.
Il procedimento e le forme di partecipazione: i termini di durata del procedimento; l’emanazione del provvedimento; la comunicazione ai destinatari quale elemento integrativo dell’efficacia. Le conseguenze della mancata o tardiva emanazione del provvedimento (art. 1 d.l. 5/12); in particolare, le conseguenze per i dirigenti.
L’obbligo di concludere il procedimento con provvedimento espresso e la sua motivazione dopo la l. 190/12. La problematica del “silenzio” della P.A. La disciplina del silenzio-inadempimento alla luce del Codice del processo amministrativo. Il danno da ritardo o da inerzia ai sensi dell’art. 2-bis, come modificato dal d.l. 69/13. il nuovo silenzio-assenso tra le P.A. e tra esse e i gestori di servizi e beni pubblici, istituito dalla l. 124/15.
L’amministrazione telematica: forme, modalità, effetti. Il trattamento informatico dei procedimenti amministrativi (d.P.C.M. 14/10/03). I rapporti con il codice dell’amministrazione digitale.
La disciplina dell’autotutela (anche alla luce del d.l. 133/14, conv. in l. 164/14). Revoca e annullamento d’ufficio del provvedimento amministrativo. L’obbligo di corrispondere indennizzo in caso di revoca e la sua quantificazione; i rapporti con la responsabilità precontrattuale e contrattuale della P.A.
La figura del responsabile del procedimento: qualifica, poteri, responsabilità. Rapporti tra il responsabile del procedimento e i titolari delle funzioni di direzione politica e gestione amministrativa. I regolamenti attuativi delle singole Amministrazioni: principi e suggerimenti pratici per la redazione dei regolamenti di competenza delle Amministrazioni di appartenenza dei partecipanti. La gestione del procedimento: comunicazione di avvio e conseguenze dell’omissione; l’art. 21-octies l. 241/90.
La conferenza di servizi, dopo le disposizioni introdotte dal d.l. 78/2010 conv. in l. 122/10. Gli accordi di programma. Le semplificazioni procedimentali, anche alla luce del d.l. 5/12. In particolare, i regolamenti per la riduzione degli oneri amministrativi. La SCIA (art. 19 l. 241/90), alla luce delle modifiche normative introdotte con i decreti legge 138/11 e 83/12 e delle interpretazioni dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto