Infermieristica

Università degli Studi di Napoli
A Napoli

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Napoli
Descrizione

L'Università degli Studi di Napoli presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
C.so Umberto I, 000, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

  • Classe di Laurea: SNT/1 professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Medicina e Chirurgia
  • Scuola: Scuola di Medicina e Chirurgia
  • Dipartimento: Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof. Carlo Vigorito
  • Sito Web: www.medicina.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area Didattica Medicina e Chirurgia
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: Via Pansini, 5 80131 - Napoli
    • Telefono:
    • Fax: 081-5451510
    • e-mail: medechir@orientamento.unina.it
    • Referente: prof. Antonio Dello Russo
  • Rappresentanti degli Studenti:
    • Mariarosaria Grimaldi
    • Vincenzo Signoriello
    • Achille Pagliaro
  • Obiettivi specifici:

    Il laureato, al termine del percorso triennale, deve essere in grado di:

    • gestire con autonomia e responsabilità interventi preventivi e assistenziali rivolti alle persone assistite, alla famiglia e alla comunità;
    • gestire l'assistenza infermieristica a pazienti (età pediatrica, adulta ed anziana) con problemi respiratori acuti e cronici, problemi cardio-vascolari , problemi metabolici e reumatologici, problemi renali acuti e cronici, problemi gastro-intestinali acuti e cronici, problemi epatici, problemi neurologici, problemi oncologici, problemi infettivi, problemi ortopedici e traumatologici, problemi ostetrico-ginecologiche, patologie ematologiche, alterazioni comportamentali e cognitive, situazioni di disagio/disturbo psichico;
    • accertare e gestire l'assistenza infermieristica nei pazienti con problemi cronici e di disabilità;
    • gestire l'assistenza infermieristica perioperatoria;
    • garantire la somministrazione sicura della terapia e sorvegliarne l'efficacia;
    • eseguire le tecniche infermieristiche definite dagli standard del Corso di Laurea;
    • attivare processi decisionali sulla base delle condizioni del paziente, dei valori alterati dei parametri, referti ed esami di laboratorio;
    • gestire percorsi diagnostici assicurando l'adeguata preparazione del paziente e la sorveglianza successiva alla procedura;
    • integrare l'assistenza infermieristica nel progetto di cure multidisciplinari;
    • accertare con tecniche e modalità strutturate e sistematiche i problemi dell'assistito attraverso l'individuazione delle alterazioni nei modelli funzionali (attività ed esercizio, percezione e mantenimento della salute, nutrizione e metabolismo, modello di eliminazione, riposo e sonno, cognizione e percezione, concetto di sé , ruolo e relazioni, coping e gestione stress, sessualità e riproduzione, valori e convinzioni);
    • attivare e sostenere le capacità residue della persona per promuovere l'adattamento alle limitazioni e alterazioni prodotte dalla malattia e alla modifica degli stili di vita;
    • identificare i bisogni di assistenza infermieristica della persona e le sue reazioni correlate alla malattia, ai trattamenti in atto, all'istituzionalizzazione, alle modificazioni nelle attività di vita quotidiana, alla qualità di vita percepita;
    • definire le priorità degli interventi sulla base dei bisogni assistenziali, delle esigenze organizzative e dell'utilizzo ottimale delle risorse disponibili;
    • progettare e realizzare, collaborando con altri professionisti, interventi informativi ed educativi di controllo dei fattori di rischio rivolti al singolo e a gruppi;
    • valutare i risultati dell'assistenza erogata e riadattare la pianificazione infermieristica sulla base dell'evoluzione dei problemi del paziente;
    • gestire ed organizzare l'assistenza infermieristica di un gruppo di pazienti (anche notturna);
    • distinguere i bisogni di assistenza da quelli di assistenza infermieristica differenziando il contributo degli operatori di supporto da quello degli infermieri;
    • attribuire e supervisionare le attività assistenziali al personale di supporto;
    • gestire i sistemi informativi cartacei ed informatici di supporto all'assistenza;
    • documentare l'assistenza infermieristica erogata in accordo ai principi legali ed etici;
    • assicurare ai pazienti ed alle persone significative, le informazioni di sua competenza, rilevanti e aggiornate sul loro stato di salute;
    • predisporre le condizioni per la dimissione della persona assistita, in collaborazione con i membri dell'equipe;
    • garantire la continuità dell'assistenza tra turni diversi, tra servizi/strutture diversi;
    • utilizzare strumenti di integrazione professionale (riunioni, incontri di team, discussione di casi);
    • lavorare in modo integrato nell'equipe rispettando gli spazi di competenza;
    • assicurare un ambiente fisico e psicosociale efficace per la sicurezza dei pazienti;
    • utilizzare le pratiche di protezione dal rischio fisico, chimico e biologico nei luoghi di lavoro;
    • adottare le precauzioni per la movimentazione manuale dei carichi;
    • adottare strategie di prevenzione del rischio infettivo (precauzioni standard) nelle strutture ospedaliere e di comunità;
    • vigilare e monitorare la situazione clinica e psicosociale dei pazienti, identificando precocemente segni di aggravamento del paziente;
    • attivare gli interventi necessari per gestire le situazioni acute e/o critiche;
    • individuare i fattori scatenanti la riacutizzazione nei pazienti cronici;
    • attivare e gestire una relazione di aiuto e terapeutica con l'utente, la sua famiglia e le persone significative;
    • gestire i processi assistenziali nel rispetto delle differenze culturali, etniche, generazionali e di genere;
    • sostenere, in collaborazione con l'équipe, l'assistito e la famiglia nella fase terminale e nel lutto;
    • attivare reti di assistenza informali per sostenere l'utente e la famiglia in progetti di cura a lungo termine.

    Percorso formativo:

    • 1° anno – finalizzato a fornire le conoscenze biomediche e igienico preventive di base, i fondamenti della disciplina professionale quali requisiti per affrontare la prima esperienza di tirocinio finalizzata all'orientamento dello studente agli ambiti professionali di riferimento e all'acquisizione delle competenze assistenziali di base.
    • 2° anno – finalizzato all'approfondimento di conoscenze fisiopatologiche, farmacologiche cliniche e assistenziali per affrontare i problemi prioritari di salute più comuni in ambito medico e chirurgico, con interventi preventivi, mirati alla fase acuta della malattia e di sostegno educativo e psico-sociale nella fase cronica. Sono previste più esperienze di tirocinio nei contesti in cui lo studente può sperimentare le conoscenze e le tecniche apprese.
    • 3° anno – finalizzato all'approfondimento specialistico ma anche all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti l'esercizio professionale la capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi. Aumenta la rilevanza assegnata all'esperienze di tirocinio e lo studente può sperimentare una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisone di esperti. Sono previste attività formative volte a sviluppare competenze metodologiche per comprendere la ricerca scientifica e infermieristica anche a supporto dell'elaborato di tesi.

    Questa logica curriculare si è concretizzata nella scelta di crediti assegnati alle esperienze di tirocinio che aumentano gradualmente dal 1° al 3° anno.

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di Laurea in Infermieristica conferisce il titolo di INFERMIERE. Esso si consegue al termine della acquisizione di 180 crediti formativi universitari (CFU), del superamento di 20 esami (di cui 16 di corso integrato, 3 esami di tirocinio e 1 di Lingua Inglese) e del superamento di un esame di Laurea con valore abilitante alla fine del corso di studi.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Possono essere ammessi al Corso di Laurea in Infermieristica i candidati che siano in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
    I pre-requisiti richiesti allo studente che si vuole iscrivere al corso dovrebbero comprendere buona capacità al contatto umano, buona capacità al lavoro di gruppo, abilità ad analizzare e risolvere i problemi.
    L'accesso al Corso di Laurea è a numero programmato in base alla legge 264/99 e prevede un esame di ammissione che consiste in una prova con test a scelta multipla.
    La preparazione iniziale dello studente è valutata tramite la somministrazione di un quiz di ingresso, comune a tutti i CdL di area sanitaria della Facoltà, consistente in domande con risposta a scelta multipla su argomenti di logica e cultura generale, chimica, biologia, fisica-matematica.

  • Orientamento in ingresso:

    Obiettivo dell'orientamento in entrata é ridurre la distanza fra scuola ed università attraverso strumenti che consentano la conoscenza e lo scambio tra studenti, docenti delle scuole superiori ed universitari, in tal modo si tenta, dunque, di rendere gli studenti maggiormente consapevoli delle loro scelte ed incidere sulla riduzione della dispersione universitaria.
    Per consentire il suddetto obiettivo il Centro Sof-Tel (Centro di Ateneo Per l'Orientamenlo, la Formazione e la Teledidattica) mette a disposizione:

    • la banca dati degli istituti superiori della Regione Campania;
    • Hermes: la rete delle scuole della Provincia di Napoli;
    • il programma I.U.S. (integrazione didattica università-scuole superiori);
    • il programma di orientamento formativo (Pr.O.F.).

    Sbocchi occupazionali
    Il laureato sarà responsabile della assistenza generale infermieristica. Detta assistenza infermieristica, preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa è di natura tecnica, relazionale ed educativa. Le principali funzioni sono la prevenzione delle malattie, l'assistenza dei malati e dei disabili, il pronto intervento assistenziale in emergenza e l'educazione sanitaria. L'infermiere parteciperà all'identificazione dei bisogni di salute della persona e della collettività e formulerà i relativi obiettivi, pianificherà; gestirà e valuterà l'intervento assistenziale infermieristico, garantirà la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche. Tali attività verranno svolte in strutture sanitarie, pubbliche e private, nel territorio e nell'assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero-professionale.

    Struttura del corso
    Il corso mira a un'adeguata preparazione nelle discipline di base e cliniche relative ai processi fisiopatologici verso cui è rivolto l'intervento di prevenzione e terapia. È prevista una formazione teorica e pratica di tirocinio clinico, attraverso cui lo studente consegue l'abitudine ai comportamenti tipici della professione, alle relazioni con pazienti e familiari, ai rapporti con colleghi e professionisti, e raggiunge la necessaria affidabilità ed esperienza utile a operare scelte delicate nell'impiego di tecniche diagnostico-terapeutiche tipiche delle patologie e delle situazioni apprese nello studio delle materie di base, caratterizzanti e affini. La Laurea consente l'accesso alla Laurea Specialistica nelle Scienze Infermieristiche ed Ostetriche.

  • Prova finale:

    A sensi dell'art. 7 del Decreto Interministeriale 19 febbraio 2009, la prova finale, con valore di esame di Stato abilitante ex art.6 decreto legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni, si compone di:

    • a) una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
    • b) redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione.

    La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.

    Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito il numero di crediti universitari previsti dal regolamento didattico, meno quelli previsti per la prova finale.

    È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteche di Dipartimento (Edifici 5, 7, 11)
    • Laboratorio Didattico, Complesso Aule Edificio 5;
    • Laboratorio Informatico (Edificio 11)
    • Biblioteca Centrale: via Pansini, 5 (Edificio 20 piano terra) http://biblioteca.medicina.unina.it
    • Aula multimediale: via Pansini, 5 (Edificio 20)
    • Laboratorio linguistico: via Pansini, 5 (Edificio 11)
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto