Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di infermiere)

Università degli Studi di Pisa
A Pisa

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Pisa
Descrizione

Il corso di laurea in Infermieristica mira a formare laureati in grado di svolgere attività dirette alla prevenzione, alla cura, e salvaguardia della salute individuale e collettiva in strutture sanitarie assistenziali accreditate.
I laureati possiedono le conoscenze dei fenomeni biologici, ereditari e fisiopatologici anche in correlazione con l’individualità psicologica e le realtà socio-ambientali e dei principi culturali e professionali di base che orientano il processo, la concettualità, l’agire infermieristico nei confronti della persona assistita e della collettività.
Conoscono l’aspetto morfologico e funzionale dei vari organi e apparati nonché l’etiopatogenesi delle principali malattie, integrano le conoscenze acquisite con la pratica del nursing e tentano di identificare il livello d’autonomia dell’assistito, dei suoi bisogni manifesti, delle sue capacità anche in rapporto alle sue caratteristiche fisiche psichiche e sociali.
Durante il corso di laurea acquisiscono la capacità di individuare le abitudini di vita, le reazioni alla malattia, all’ospedalizzazione, agli interventi assistenziali nelle varie età e nelle più comuni situazioni cliniche ivi comprese quelle maternoinfantili, essendo idonei a rispondere alle esigenze dei malati attraverso la capacità a pianificare, fornire, valutare un’assistenza infermieristica globale per individui, famiglie, gruppi, nell’ambito delle problematiche etico-deontologiche della cura e assistenza alle persone.
Individuano e segnalano al medico le sospette condizioni patologiche che richiedono un approfondimento diagnostico o un intervento terapeutico anche per malati dell’area critica, secondo i principi etici che costituiscono le basi del consenso informato e delle valutazioni di ...

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Pisa
Lungarno Antonio Pacinotti, 43 , 56122, Pisa, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Infermiere

Programma

  • Fisiologia e patologia generale (6 cfu)

    • Fornire le basi per la comprensione dei principali meccanismi fisiologici e funzionali dei vari organi ed apparati del corpo umano e dei fondamenti metabolico nutrizionali.
      Fornire le basi per la comprensione delle interazioni tra agenti patogeni, sistemi di adattamento e difesa dell’organismo e delle modalità evolutive dei processi patologici locali e sistemici.
  • Fisica e statistica (6 cfu)

    • Fornire le nozioni fondamentali ed i principi metodologici della fisica applicata alla medicina relativamente a meccanica, dinamica dei fluidi, termodinamica ed elettromagnetismo in funzione della professione infermieristica con esempi di applicazione nei seguenti ambiti: corpo umano, strumentazione biomedicale, procedure biomediche.
      Fornire le nozioni fondamentali ed i principi metodologici della fisica delle radiazioni ionizzanti e della radioprotezione con particolare riferimento all'ambiente ospedaliero ed alle applicazioni biomedicali.
      Fornire le nozioni fondamentali della radiobiologia con particolare riferimento agli effetti biologici delle radiazioni ionizzanti e non
      Fornire le nozioni fondamentali ed i principi metodologici della statistica applicata alla medicina utili per identificare, descrivere, comprendere e interpretare i dati con particolare riferimento ai fenomeni biomedici ed epidemiologici.
  • Laboratorio professionalizzante (3 cfu)

    • Fornire conoscenze abilità e comportamenti in relazione alle caratteristiche dell'azione infermieristica e alle funzioni dell'"Infermiere" ed inoltre la metodologia scientifica, le fasi del processo infermieristico e gli strumenti operativi.
      Conoscere i rischi specifici della mansione e la normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  • Anatomia umana e Istologia (6 cfu)

    • Fornire le basi per la comprensione delle generalità morfologiche del corpo umano, delle strutture dei vari organi, dei tessuti e delle cellule che li costituiscono.
  • Lingua inglese (3 cfu)

    • Saper comprendere ed utilizzare la lingua inglese in ambito professionale
  • Scienze infermieristiche e ostetriche (6 cfu)

    • Fornire la conoscenza dei bisogni fondamentali della persona inserita nelle realtà assistenziali ed analizzarli alla luce del processo di Nursing.
      Offrire strumenti che permettono allo Studente di identificare ed analizzare la domanda/bisogno di salute e di assistenza della persona nell'attuale contesto socio/sanitario per gestire con professionalità l'intervento assistenziale.
  • Microbiologia e igiene (6 cfu)

    • Fornire le basi per la comprensione della biologia degli agenti infettivi (batteri, virus,miceti), dei criteri di identificazione batterica e delle fasi dell'infezione nonché i principi di diagnosi microbiologica.
      Far acquisire conoscenze sui fattori di rischio fisici, chimici e biologici negli ambienti di vita e di lavoro, sulle modalità di prevenzione e di intervento.
  • Abilità informatiche (3 cfu)

    • Fornire le conoscenze e le competenze necessarie al trattamento delle informazioni attraverso la presentazione di strumenti informatici idonei e di esercitazioni pratiche.
      L’acquisizione di tali abilità certificate potrà avvenire attraverso il superamento del modulo di Gestione e Analisi dei Dati (CFU 3) offerto dall'Università di Pisa nell'ambito del progetto SAI@UNIPI con apprendimento autonomo in e-learning o in alternativa la certificazione ECDL START.
  • Tirocinio I anno e simulazione BLSD (15 cfu)

    • Nell’ambito della professione sanitaria di infermiere, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n. 739 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero sono responsabili dell’assistenza generale infermieristica. Detta assistenza infermieristica, preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa, è di natura tecnica, relazionale, educativa. Le loro principali funzioni sono la prevenzione delle malattie, l’assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età e l’educazione sanitaria.

      Primo anno
      Dopo una presentazione formale e di simulazione, lo studente deve apprendere i principi culturali e professionali di base, che aiutano il processo, la concettualità, l’agire infermieristico nei confronti della persona assistita e della collettività. Deve confrontare le conoscenze scientifiche acquisite con la pratica del nursing orientandosi ad identificare il livello di autonomia presentato dalla persona assistita, dei suoi bisogni manifesti, delle sue capacità anche in rapporto alle sue caratteristiche fisiche, psichiche e sociali.

      Obiettivi del tirocinio sono: Promuovere le capacità relazionali nei confronti degli utenti. Far apprendere i principi fondamentali di base che orientano il processo, la concettualità, l’agire infermieristico, nei confronti della persona assistita. Apprendere ed interpretare dati significativi, derivati dall’osservazione del paziente che possono essere messe in relazione con le condizioni patologiche che richeidono un approfondimento diagnostico e un intervento terapeutico. Orientare ad individuare le abitudini di vita, le reazioni alle malattie, alla ospedalizzazione, agli interventi assistenziali nelle varie età e nelle più comuni situazioni cliniche. Trattare in condizioni di emergenza l’insufficienza cardiorespiratoria.

      Al termine del tirocinio lo studente deve essere in grado di: individuare ed utilizzare strumenti informativi; individuare e raccogliere dati per la rilevazione dei bisogni assistenziali; applicare i principi di base dell’assistenza. Orientarsi ad osservare ed interpretare i messaggi non verbali (movimenti, posture espressioni …); rendersi disponibile all’ascolto del paziente utilizzando le tecniche semplici apprese; apprendere le tecniche e le metodologie necessarie alla rilevazione dei parametri vitali; essere in grado di collaborare alla preparazione ed allo svolgimento della visita medica; apprendere le tecniche fondamentali per l’esecuzione della terapia orale e intramuscolare.
      Soccorrere i soggetti colpiti da attacco cardiaco mediante la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione.
  • Biochimica e Biologia (6 cfu)

    • Conoscere le proprietà generali della materia e dell’atomo, gli equilibri e i legami chimici, i composti organici, le proteine e gli enzimi. Far conoscere allo studente le basi teoriche dei sistemi biologici.
      Illustrare i rapporti tra struttura e funzione nell'organizzazione della cellula e fornire le basi per la comprensione dei meccanismi molecolari che guidano le funzioni cellulari ed i meccanismi dell'ereditarietà
  • Scienze medico-infermieristiche, percorsi clinici/terapeutici/assistenziali nella media intensità di cura (6 cfu)

    • Orientare all'approccio clinico del paziente affetto da patologia medica fornendo le basi per una assistenza adeguata attraverso il corretto uso degli strumenti diagnostici e terapeutici con particolare rilevanza per alcune patologie di maggiore interesse internistico.
      Conoscere i vari aspetti dell'accettazione e dimissione del paziente. Identificare il livello di autonomia della persona assistita nella soddisfazione dei propri bisogni, in relazione alle caratteristiche fisiche psichiche e sociali. Conoscere le procedure diagnostiche ed assistenziali di carattere preventivo, curativo e riabilitativo di tutti gli organi e apparati.
  • Farmacologia e assistenza infermieristica (6 cfu)

    • Fornire le nozioni di farmacodinamica e farmacocinetica, di tossicità, abuso, tolleranza, dipendenza farmacologica e generalità di somministrazione.
      Riconoscere ed utilizzare le vie naturali ed artificiali di somministrazione dei farmaci e le corrette tecniche di esecuzione.
  • Tirocinio II anno (22 cfu)

    • Nell’ambito della professione sanitaria di infermiere, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n. 739 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero sono responsabili dell’assistenza generale infermieristica. Detta assistenza infermieristica, preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa, è di natura tecnica, relazionale, educativa. Le loro principali funzioni sono la prevenzione delle malattie, l’assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età e l’educazione sanitaria.


      Secondo Anno
      Lo studente al termine del tirocinio clinico deve essere in grado di applicare i principi della pianificazione dell’erogazione e valutazione dell’assistenza infermieristica, nonche gli aspetti informativi, educativi e di sostegno nelle principali malattie e nei percorsi diagnostico-terapeutici e medico chirurgici, relativamente alle varie età, alle varie situazioni assistenziali e cliniche comprese quelle dell’area Materno Infantile. Attraverso l’esperienza del tirocinio clinico nelle Strutture saniarie assistenziali territoriali lo studente prende atto di quanto di competenza per la promozione della salute, la prevenzione delle malattie, l’assistenza di base.
      Obiettivi sono rafforzare e perfezionare le abilità nell’esecuzione di tutte le prestazioni già apprese. Identificare le manifestazioni cliniche connesse al decorso delle principali malattie, al loro trattamento, alle abitudini di vita, all’ospedalizzazione. Pianificare gli interventi assistenziali nelle comuni situazioni cliniche in relazione anche alle varie fasce di età. Valutare l’efficacia delle prestazioni assistenziali fornite. Mettere in atto sotto la supervisione del Tutor o dell’Infermiere clinico interventi di educazione sanitaria rivolti all’utente e alla famiglia in relazione ai percorsi diagnostico terapeutici medico chirurgici.

      Al termine del Tirocinio clinico lo studente deve essere in grado, sotto la diretta supervisione, di: conoscere ed eseguire le tecniche di terapia iniettiva, conoscere ed eseguire le tecniche dei prelievi ematici; conoscere ed eseguire le tecniche di cateterismo vescicale; conoscere e descrivere le tecniche di esecuzione delle principali punture esplorative; conoscere e descrivere le tecniche delle principali biopsie; conoscere ed effettuare la preparazione dei pazienti in riferimento agli esami diagnostici in base ai protocolli utilizzati.
  • Discipline chirurgico-infermieristiche, percorsi clinici/terapeutici/assistenziali nella media intensità di cura (6 cfu)

    • Sviluppare la capacità di pianificare, fornire e valutare l'assistenza infermieristica preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa per pazienti affetti dalle diverse patologie chirurgiche generali.
  • Scienze psicologiche (4 cfu)

    • Fornire concetti generali e le linee teoriche del comportamento umano in relazione ai problemi dell'attività lavorativa.
      Garantire le basi per un corretto sviluppo culturale psico-pedagogico nella professione infermieristica.
  • Discipline pediatriche (6 cfu)

    • Insegnare e far apprendere la metodologia per un corretto approccio ai problemi dell'età evolutiva in termini unitari di soma, psiche ed ambiente.
  • Legislazione sanitaria (6 cfu)

    • Acquisire nozioni teoriche e applicative delle problematiche giuridiche e organizzzative assistenziali in ambito sanitario) ed i principi di responsabilità civile, penale, amministrativa e disciplinare degli opertaori sanitari.
  • 4 cfu a scelta nel gruppo ADE II anno

    • II anno
    • ADE-Il servizio sanitario regionale nell'intensità di cura (1 cfu)

      • Portare a conoscenza dello studente la riorganizzazione del servizio erogato dagli ospedali per intensità di cura e dei suoi principali obiettivi: efficienza e efficacia dell’offerta di ricovero; appropriatezza clinica e organizzativa; ottimizzazione dei tempi e delle risorse; razionalizzazione economica. Conoscere lo stato dell'arte sull’applicazione del modello organizzativo "Ospedale per intensità di cure" nelle diverse Aziende sanitarie toscane.
    • ADE: Stupefacenti nel SSN: Tipologia e legislazione (1 cfu)

      • L’attività formativa è finalizzata ad approfondire la conoscenza: degli stupefacenti che costituiscono uno dei problemi sociali più preminenti, incidendo sulla fascia giovanile; delle droghe sia dal punto di vista strutturale, sintomatologico ed anche in relazione alle cause di morte; delle leggi in materia e delle relative problematiche attuative anche in relazione al codice della strada.
    • ADE: Infermiere e il laboratorio di anatomia patologica (1 cfu)

      • Il corso si inserisce nell’ambito della preparazione dello studente di infermieristica alla applicazione e gestione dei percorsi diagnostico-terapeutici del paziente. In particolare l’obiettivo è quello di fornire allo studente le principali nozioni inerenti le attività svolte all’interno di un Laboratorio di Anatomia Patologica, focalizzando l’attenzione sulla necessità di una adeguata e responsabile preparazione dei materiali tissutali da inviare al Laboratorio stesso. Il seminario affronterà vari argomenti inerenti le diverse fasi di attività che quotidianamente vengono svolte in un Laboratorio di Anatomia Patologica, sottolineando in particolare le problematiche delle fasi propedeutica e preanalitica della preparazione di un campione istologico. Saranno trattati anche alcuni aspetti inerenti l’introduzione di tecnologie innovative che richiedono trattamenti specifici da effettuarsi, per i vari tipi di materiali, prima dell’invio al laboratorio. La fase di preparazione dei materiali rappresenta infatti un momento fondamentale e la sua corretta esecuzione è un requisito irrinunciabile per un adeguato inquadramento diagnostico e, conseguentemente, per una corretta impostazione terapeutica.
    • ADE - Gestione paziente ortopedico (1 cfu)

      • Al termine dell'attività didattica lo studente sarà in grado di: -conoscere le nozioni fondamentali di Ortopedia e traumatologia rispetto alle più comuni patologie delle articolazioni in relazione all'età, all'insorgenza e all'evoluzione della malattia; -individuare le priorità assistenziali nelle diverse situazioni rispettando la visione olistica della soddisfazione dei bisogni di assistenza infermieristica.
    • ADE - Gestione rischio clinico (1 cfu)

      • Conoscere i rischi connessi alle attività sanitarie, le modalità di segnalazione di eventi avversi e near miss e le principali tecniche di analisi. Conoscere le attività sviluppate in Italia e nel resto del mondo in risposta al problema emergente della sicurezza del paziente.
    • ADE: Gestione del paziente ginecologico-ostetrico (1 cfu)

      • Fornire allo studente le principali nozioni che riguardano gli aspetti fondamentali della fisiopatologia ginecologica ed ostetrica.
    • ADE -Gestione paziente neurologico (1 cfu)

      • Fornire gli strumenti per identificare le necessità assistenziali dei pazienti affetti dalle patologie neurologiche più comuni, anche nell’ottica della prevenzione dei danni secondari e del sostegno al recupero funzionale. Conoscere e saper utilizzare ausili e presidi per la mobilizzazione ed il posizionamento del paziente.
  • Prova finale (6 cfu)

    • Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione,progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua
      formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
  • Tirocinio III anno (31 cfu)

    • Nell’ambito della professione sanitaria di infermiere, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n. 739 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero sono responsabili dell’assistenza generale infermieristica. Detta assistenza infermieristica, preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa, è di natura tecnica, relazionale, educativa. Le loro principali funzioni sono la prevenzione delle malattie, l’assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età e l’educazione sanitaria.


      Terzo Anno
      Lo studente al termine del tirocinio clinico deve essere in grado di applicare: i principi della pianificazione dell’erogazione e valutazione dell’assistenza infermieristica, gli aspetti informativi, educativi e di sostegno nelle principali malattie e nei percorsi diagnostici; di acquisire elementi valutativi e metodologici relativi agli interventi in area critica ed in emergenza urgenza per l’erogazione di prestazioni di qualità.
      Il tirocinio deve condurre lo studente a saper partecipare alla elaborazione e produzione di dati clinici nell’ambito degli strumenti di pianificazione assistenziale.
      Deve acquisire la capacità di interagire e collaborare attivamente con equipes intra ed interprofessionali al fine di programmare e gestire interventi infermieristici multidimensionali.
      Deve essere in grado di saper applicare le conoscenze di organizzazione e pianificazione delle attività infermieristiche specialistiche, di medicina perioperatoria e di area critica e valutare le azioni con criteri bioetica.
  • Terapia intensiva e rianimazione, infermieristica clinica ad alta intensità di cura (6 cfu)

    • Fornire esaustiva informazione e completamento delle metodiche di sostegno delle funzioni vitali. Raggiungere competenza assistenziale sul piaiente affetto da insufficienza multiorgano. Analisi dei sistemi classificativi della gravità clinica e capacità applicative degli stessi. Tali obiettivi saranno raggiunti attraverso una rivisitazione degli aspetti fisiopatologici.
  • Infermieristica clinica specialistica (6 cfu)

    • Fornire protocolli di medicina perioperatoria e analisi applicative. Comunicazione, consenso e adeguamento delle modalità esplicative al singolo paziente. Controllo, analisi e trattamento del dolore postoperatorio. Introduzione dei concetti informativi e formativi del percorso perioperatorio e ruolo degli spazi di ricovery room.
      Inculcare la motivazione delle "cura" del dolore in tutte le sue forme riducendo la sofferenza fisica e garantire una dignitosa qualità della vita, anche quando essa volge al termine.
  • Metodologia infermieristica e bioetica (6 cfu)

    • Far propri gli aspetti deontologici della professione e dell'etica nella pratica professionale con particolare riferimento alla bioetica. Identificare problemi che necessitano approfondimento e ricerca nel proprio ambito di competenza.
  • 2 cfu a scelta nel gruppo ADE III anno

    • III anno
    • ADE: Qualità e...


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto