Ingegneria Dell'Ambiente e del Territorio

Università degli Studi di Cassino
A Cassino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Cassino
Descrizione

Obiettivo del corso: Il profilo professionale del laureato in Ingegneria dell'Ambiente e del Territorio presso l'Università di Cassino risponde alle specifiche esigenze ambientali per la salvaguardia e la tutela del territorio, sia sotto l'aspetto della prevenzione che della programmazione dello sviluppo sostenibile.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Cassino
via G.Marconi 10 , 03043, Frosinone, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di scuola secondaria

Programma

Obiettivi formativi specifici

1.Profilo professionale e culturale della figura in uscita

Il profilo professionale del laureato in Ingegneria dell'Ambiente e del Territorio presso l'Università di Cassino risponde alle specifiche esigenze ambientali per la salvaguardia e la tutela del territorio, sia sotto l'aspetto della prevenzione che della programmazione dello sviluppo sostenibile. Infatti, il laureato in Ingegneria dell'Ambiente e del Territorio, oltre ad essere caratterizzato da buone conoscenze di ingegneria di base, dispone degli strumenti per l'analisi e la soluzione delle problematiche connesse all'ingegneria ambientale, alle infrastrutture civili, alle sistemazioni e alla pianificazione territoriale nonché alle problematiche connesse alle attività produttive ad elevato rischio ambientale e territoriale.

La figura professionale dell'ingegnere ambientale, con preparazione di livello universitario, è quindi caratterizzata dalla capacità di recepire e gestire l'innovazione scientifica e tecnologica in modo da acquisire le necessarie competenze spendibili nei profili professionali aziendali medio-alti relativi agli enti, consorzi e agenzie di gestione e controllo del territorio, agli studi professionali e società di progettazione, alle società di servizi nonché al settore industriale con specifico riferimento allo sfruttamento delle risorse energetiche e naturali e al controllo dell'inquinamento.

In definitiva, il laureato in Ingegneria dell'Ambiente e del Territorio presso l'Università di Cassino può svolgere attività professionali in diversi ambiti, quali la progettazione assistita, la produzione, la gestione ed organizzazione, l'assistenza delle strutture tecnico-commerciali, sia nella libera professione che nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche. In particolare, gli ambiti professionali civile e industriale del laureato sono da un lato quelli specificamente tesi alla soluzione dei problemi di tutela e salvaguardia del territorio e, dall'altro, quelli relativi al controllo e monitoraggio delle compatibilità ambientali in ambito industriale.

2.Conoscenze ed abilità caratterizzanti il profilo

L'ingegnere laureato dovrà quindi possedere una preparazione di base consistente nella:
  • conoscenza degli aspetti metodologici-operativi della matematica e della chimica e fisica di base;

  • conoscenza degli aspetti metodologici-operativi delle scienze ingegneristiche sia in generale sia nell'ambito ambientale e territoriale;

  • capacità di utilizzare tecniche e strumenti per il monitoraggio di sistemi e di processi, anche in ambito industriale;

  • capacità di progettare e condurre esperimenti e di analizzarne e interpretarne i dati;

  • comprensione dell'impatto delle soluzioni ingegneristiche sia nel contesto sociale ma anche e soprattutto in quello territoriale, ambientale ed industriale;

  • conoscenza delle sue responsabilità professionali ed etiche;

  • conoscenza del contesto territoriale e aziendale nei suoi aspetti economici, gestionali ed organizzativi;

  • conoscenza dei contesti contemporanei;

  • capacità relazionali e decisionali;

  • capacità di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano;

  • possesso degli strumenti cognitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.

    Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99)
    Aritmetica e algebra. Proprietà e operazioni sui numeri (interi, razionali, reali). Valore assoluto. Potenze e radici. Logaritmi ed esponenziali. Calcolo letterale. Polinomi (operazioni, decomposizione in fattori). Equazioni ed disequazioni algebriche di primo e secondo grado. Sistemi di equazioni di primo grado.
    Geometria. Segmenti ed angoli; loro misura e proprietà. Rette e piani. Luoghi geometrici notevoli. Proprietà delle principali figure geometriche piane e relative lunghezze ed aree. Proprietà delle principali figure geometriche solide e relativi volumi ed aree della superficie.
    Geometria analitica e funzioni . Coordinate cartesiane. Concetto di funzione. Equazioni di rette e di semplici luoghi geometrici. Grafici e proprietà delle funzioni elementari. Calcoli con l'uso dei logaritmi.
    Trigonometria. Grafici e proprietà delle funzioni seno, coseno e tangente. Le principali formule trigonometriche. Relazioni fra elementi di un triangolo.

    Caratteristiche della prova finale
    Il laureando, alla fine del percorso formativo, elabora una tesi relativa all'oggetto del tirocinio, se scelto, o ad uno degli argomenti trattati nei corsi di insegnamento, sotto la guida di un relatore. La tesi viene discussa nella prova finale per il conseguimento della Laurea

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    I principali sbocchi occupazionali sono individuabili nelle seguenti aree:
    " area dell'ingegneria ambientale e del territorio: imprese, enti pubblici e privati e studi professionali per la progettazione, pianificazione, realizzazione e gestione di opere e sistemi di controllo e monitoraggio dell'ambiente e del territorio, di difesa del suolo, di gestione dei rifiuti, delle materie prime e delle risorse ambientali, geologiche ed energetiche e per la valutazione degli impatti e della compatibilità ambientale di piani ed opere.
    " area dell'ingegneria civile e industriale: imprese di costruzione e manutenzione di opere, impianti ed infrastrutture civili ed industriali; studi professionali e società di progettazione di opere, impianti ed infrastrutture; uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali; aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione e controllo di sistemi di opere e servizi; società di servizi per lo studio di fattibilità dell'impatto urbano e territoriale delle infrastrutture; industrie manifatturiere ad elevato impatto ambientale; industrie per lo sfruttamento delle risorse energetiche e naturali.

    Lauree specialistiche alle quali sarà possibile l'iscrizione (senza debiti formativi)
    28/S Lauree spec. in ingegneria civile
    Orientamento protezione del territorio

    Attività di base
    Fisica e chimica

    FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIE
    Matematica, informatica e statistica

    SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

    Attività caratterizzanti
    Ingegneria ambientale e del territorio

    GEOLOGIA APPLICATA, IDRAULICA, COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIA, INGEGNERIA SANITARIA AMBIENTALE, GEOTECNICA, SCIENZA DELLE COSTRUZIONI, TECNICA DELLE COSTRUZIONI
    Ingegneria civile

    STRADE, FERROVIE E AEROPORTI, TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA, DISEGNO
    Ingegneria gestionale

    INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE

    Attività affini o integrative
    Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica

    DIRITTO AMMINISTRATIVO
    Discipline ingegneristiche

    MACCHINE A FLUIDO, FISICA TECNICA INDUSTRIALE, FISICA TECNICA AMBIENTALE, MISURE MECCANICHE E TERMICHE, SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI, ELETTROTECNICA, SISTEMI ELETTRICI PER L'ENERGIA


  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto