Ingegneria della Prevenzione e della Sicurezza Nell'Industria di Processo

Politecnico di Milano
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Milano
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
piazza Leonardo da Vinci 32, 20133, Milano, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici
La Laurea Specialistica in Ingegneria della Prevenzione e della Sicurezza nell'Industria di Processo si rivolge a Laureati in Ingegneria/Scienza e si pone come obiettivo formativo principale l'approfondimento delle problematiche, e delle relative metodiche, riguardanti la sicurezza dei sistemi di produzione, tenendo conto anche delle ricadute territoriali e ambientali connesse all'esercizio degli impianti.
Si intende, pertanto, formare ingegneri dotati della cultura tecnico-scientifica specialistica necessaria per affrontare e gestire le problematiche tipiche del settore della sicurezza e della protezione, dalle analisi preventive di rischio all'analisi delle fenomenologie chimico-fisiche degli eventi incidentali, all'impiego di strumenti di indagine, di monitoraggio, di diagnostica e di valutazione.
Tali figure professionali saranno quindi dotate delle competenze tecniche, organizzative, gestionali, relazionali e giuridico-amministrative adatte allo svolgimento delle seguenti funzioni:
·identificare i pericoli, quantificare e minimizzare i rischi, e predisporre le necessarie misure diagnostiche, preventive, protettive e manutentive, sia per quanto riguarda le popolazioni presenti nell'intorno degli insediamento produttivi, sia i lavoratori presenti all'interno degli insediamenti produttivi;
·interagire con altri esperti e con la pubblica amministrazione al fine di rendere il più possibile compatibili gli impianti con altre funzioni urbane e territoriali.
Data la natura intrinsecamente interdisciplinare delle problematiche di sicurezza industriale, il Corso di Studio approfondirà diversi ambiti formativi, nell'ottica comune di privilegiare l'aspetto preventivo della sicurezza industriale. Verranno quindi forniti tutti gli strumenti teorici e applicativi relativi alle tecniche di diagnostica precoce dei guasti, alle metodologie per la valutazione dell'affidabilità, disponibilità e manutenibilità di sistemi complessi, ai metodi di stima delle conseguenze di incidenti, alle tecniche di monitoraggio e bonifica degli ambienti di lavoro.

Caratteristiche della prova finale
Presentazione e discussione dell'attività di tesi svolta in modo autonomo dall'allievo

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
I laureati in Ingegneria della Prevenzione e della Sicurezza nell'Industria di Processo potranno trovare collocazione presso le unità produttive, gli enti pubblici che si occupano di prevenzione e di protezione civile e le società di progettazione e di consulenza.
I principali compiti riguarderanno la pianificazione ed il coordinamento della sicurezza industriale, sia in fase progettuale che operativa, la stesura dei rapporti di sicurezza e delle analisi di rischio per gli insediamenti produttivi, l'analisi della sicurezza dei lavoratori degli insediamenti produttivi, il monitoraggio dell'esposizione dei lavoratori a rischi di diversa natura, compreso quello chimico, la progettazione e implementazione di piani di bonifica degli ambienti di lavoro, il servizio di prevenzione e protezione, la progettazione e gestione dei piani di manutenzione.
Altri settori di proficuo impiego dei nuovi ingegneri della prevenzione e della sicurezza industriale potranno derivare dall'inserimento presso gli organismi cui sono istituzionalmente affidati compiti di vigilanza e il cui potenziamento è esigenza sentita e più volte ribadita in sedi autorevoli.
Attività di base
Fisica e chimica

CFU 35
CHIM/06: CHIMICA ORGANICACHIM/07: FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIEFIS/01: FISICA SPERIMENTALE
Matematica, informatica e statistica

CFU 25
ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/03: GEOMETRIAMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/08: ANALISI NUMERICATotale CFU 60

Attività caratterizzanti
Ingegneria chimica

CFU 125
ING-IND/21: METALLURGIA ING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALIING-IND/24: PRINCIPI DI INGEGNERIA CHIMICAING-IND/25: IMPIANTI CHIMICIING-IND/26: TEORIA DELLO SVILUPPO DEI PROCESSI CHIMICIING-IND/27: CHIMICA INDUSTRIALE E TECNOLOGICATotale CFU 125

Attività affini o integrative
Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica

CFU 15
FIS/03: FISICA DELLA MATERIAGEO/05: GEOLOGIA APPLICATAIUS/07: DIRITTO DEL LAVOROMED/44: MEDICINA DEL LAVOROSECS-P/10: ORGANIZZAZIONE AZIENDALESPS/08: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVISPS/09: SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO
Discipline ingegneristiche

CFU 49
ICAR/01: IDRAULICAICAR/03: INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALEICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONIING-IND/08: MACCHINE A FLUIDO ING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/13: MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINEING-IND/14: PROGETTAZIONE MECCANICA E COSTRUZIONE DI MACCHINE ING-IND/19: IMPIANTI NUCLEARI ING-IND/23: CHIMICA FISICA APPLICATAING-IND/31: ELETTROTECNICAING-IND/33: SISTEMI ELETTRICI PER L'ENERGIAING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALETotale CFU 64
Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 15Per la prova finaleCFU 15Altre (art. 10, comma 1, lettera f )CFU 3
Ulteriori conoscenze linguistiche
CFU 3
Tirocini
CFU 18Totale CFU 51

Totale Crediti CFU Ingegneria della Prevenzione e della Sicurezza nell'Industria di Processo 300
Docenti di riferimento

BIARDI Giuseppe
ROTA Renato
ZIO Enrico

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
no
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999)
si (n. posti 40)

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto