Ingegneria delle Infrastrutture Viarie e Trasporti

Università degli Studi Roma Tre
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Roma
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Ostiense 175, --, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici

  • Gli obiettivi formativi qualificanti il corso di studio
    Il percorso di formazione didattica, meglio illustrato nel seguito, intende realizzare i seguenti obiettivi qualificanti :
  • perfezionare la formazione dell'ingegnere civile, con particolare riferimento alle discipline di base e caratterizzanti, per consentire un'interpretazione di problemi complessi, anche di natura interdisciplinare, e pervenire alla loro soluzione tramite la formulazione di adeguati modelli fisici e matematici;
  • consentire l'identificazione dei rapporti di causa/effetto che caratterizzano le problematiche tipiche delle infrastrutture viarie e dei sistemi di trasporto, finalizzati all'analisi dei condizionamenti che da essi derivano per la progettazione, realizzazione e gestione delle opere e dei servizi, fatto particolare riferimento alla sicurezza dell'esercizio;
  • assicurare capacità progettuali adeguate e competenze avanzate nel campo dell'organizzazione dei processi manutentori, conservativi e migliorativi, per pianificare, realizzare e gestire processi complessi e/o innovativi di recupero funzionale.
    Per il primo punto risulta determinante il contributo di discipline diverse che devono concorrere ad inquadrare le problematiche tecniche all'interno di un articolato scenario di competenze che investono tutti i processi costruttivi, sia del manufatto stradale, sia di parti di esso che richiedono competenze specialistiche (materiali e pavimentazioni), sia per la realizzazione di opere complementari idonee a garantire il miglior inserimento ambientale dell'infrastruttura, sia per la gestione dei sistemi di trasporto.
    Per l'identificazione dei rapporti di causa/effetto assume invece un ruolo determinante la sperimentazione condotta all'interno delle discipline di "laboratorio", relativa allo studio di casi tipici atti a rappresentare l'ampia variabilità delle condizioni di progetto.
    Per l'ultimo punto, infine, la formazione didattica deve completare le conoscenze specialistiche relative all'impiego sia di materiali esclusivi delle costruzioni stradali, quali i conglomerati bituminosi e gli additivi delle miscele, sia di tecnologie specialistiche quali le stabilizzazioni, il riciclaggio ...ecc.
    In particolare, nell'ambito della Laurea specialistica le problematiche costruttive e quelle pianificatorie sono trattate in due curricula, che approfondiscono rispettivamente le tematiche relative alla Progettazione delle opere e gestione della sicurezza e le tematiche relative ai Trasporti nei sistemi territoriali che si distinguono per circa 30 crediti.
    Il Corso di Laurea Specialistica dovrà inoltre concludersi con una importante attività di progettazione o di ricerca, che si concluda con un elaborato che dimostri la capacità di impostare problemi di rilevante complessità, modellarli in termini fisico-matematici portandoli a soluzione, anche utilizzando metodi sperimentali e/o innovativi.

    Caratteristiche della prova finale
    Redazione scritta di una tesi, elaborata in modo originale dal candidato sotto la guida di un relatore. L'esame finale verterà sulla presentazione e discussione orale del lavoro di tesi.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    Gli ambiti professionali tipici dello specialista in "Ingegneria delle Infrastrutture Viarie e Trasporti" sono quelli della progettazione avanzata, della realizzazione e dell'esercizio gestione delle grandi infrastrutture di trasporto terrestre, stradali e ferroviarie, che connettono le reti nazionali di primo livello alle reti europee. I laureati specialistici dovranno essere in grado di gestire il processo realizzativo in tutte le sue fasi, dall'analisi dei vincoli, all'ottimizzazione degli input di progetto, alla progettazione integrata condotta nel rispetto dei vincoli ambientali e territoriali, sino alla gestione ordinaria e di emergenza delle grandi opere e del sistema ambientale al contorno.
    Un ulteriore ambito professionale di grande rilevanza è quello che investe le problematiche del recupero funzionale del patrimonio viario esistente, da condurre in una logica di rete che impone una trasversalità di conoscenze che non può conseguirsi nell'ambito della laurea triennale. Per questo aspetto in particolare s'impone l'approfondimento di tematiche specialistiche, sia di settore, sia di settori affini, che coinvolgono tutte le discipline caratterizzanti l'ingegneria civile.
    Attività di base
    Fisica e chimica

    CFU 22
    CHIM/07: FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIEFIS/01: FISICA SPERIMENTALE
    Matematica, informatica e statistica

    CFU 28
    ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/03: GEOMETRIAMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICATotale CFU 50

    Attività caratterizzanti
    Ingegneria civile

    CFU 89
    ICAR/01: IDRAULICAICAR/02: COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIAICAR/04: STRADE, FERROVIE E AEROPORTIICAR/05: TRASPORTIICAR/06: TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIAICAR/07: GEOTECNICAICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONITotale CFU 89

    Attività affini o integrative
    Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica

    CFU 16
    BIO/07: ECOLOGIAGEO/05: GEOLOGIA APPLICATAIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICAMAT/09: RICERCA OPERATIVASECS-P/06: ECONOMIA APPLICATA
    Discipline ingegneristiche

    CFU 18
    ING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE ING-IND/13: MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINEING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALIING-IND/31: ELETTROTECNICAING-IND/32: CONVERTITORI, MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICIING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALETotale CFU 34

    Attività specifiche della sede
    CFU 60
    ICAR/01: IDRAULICAICAR/02: COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIAICAR/03: INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALEICAR/04: STRADE, FERROVIE E AEROPORTIICAR/05: TRASPORTIICAR/06: TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIAICAR/07: GEOTECNICAICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONIICAR/15: ARCHITETTURA DEL PAESAGGIOICAR/17: DISEGNOICAR/20: TECNICA E PIANIFICAZIONE URBANISTICAICAR/21: URBANISTICAICAR/22: ESTIMOING-IND/28: INGEGNERIA E SICUREZZA DEGLI SCAVIING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALESECS-P/02: POLITICA ECONOMICASECS-P/06: ECONOMIA APPLICATASECS-P/10: ORGANIZZAZIONE AZIENDALESECS-S/01: STATISTICASECS-S/02: STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE E TECNOLOGICATotale CFU 60
    Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 15Per la prova finaleCFU 29Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
    Totale
    CFU 23Totale CFU 67

    Totale Crediti CFU Ingegneria delle Infrastrutture Viarie e Trasporti 300
    Docenti di riferimento

    BELLA Francesco
    CARRESE Stefano
    DE BLASIIS Maria Rosaria Michelina

    Previsione e programmazione della domanda
    Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
    no
    Programmazione locale (art.2 Legg

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto