It Director Summit -28/03/08

Business International S.p.a.
A Milano

900 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Evento
  • Milano
  • 8 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Avere una panoramica, alla luce degli sviluppi del ruolo dell'IT in azienda, delle nuove competense del CIO. Confrontarsi con aziende che hanno già raggiunto un adeguato livello di maturità nell'allineamento delle diverse funzioni aziendali. Conoscere quali sono le reali opportunità per lo sviluppo del business. Ascoltare le testimonianze delle aziende.
Rivolto a: Chief Executive Officer Presidente Chief Information Officer Responsabile Sistemi Informativi Responsabile della Sicurezza Informatica IT Manager.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
c.so Sempione 91, 20154, Milano, Italia
Visualizza mappa

Programma

8.30
Registrazione dei partecipanti e Welcome Coffee
9.00
Apertura dei lavori e introduzione a cura del chairman
Chairman : Arrigo Andreoni, Presidente, Club TI
9.15
ICT tra innovazione (aziendale), infrastruttura (istituzionale) e commodity (economica): ciclo economico, ciclo tecnologico e ciclo organizzativo: quale il modello istituzionale dell’ICT nel 2008 ?
- I fattori economici macro e micro e fattori tecnologici
- Il nuovo mercato per l’IT: da clienti a “stakeholders”
- Semplificazione dell’infrastruttura
- Collaborazione con i “clienti interni”
- Gestione della crescita
- Razionalizzazione dei costi
- Valutazione di nuove opportunità di investimento
- Allocazione adeguata delle risorse
- Standardizzazione dei sistemi operativi, delle applicazioni e del software di sistema
I Sessione:Tra Business e IT
9.45
I Tavola Rotonda: IT in bilico tra utility e leva strategica: come cambia e quale sarà il modello di business ICT vincente nel 2008?
- Resistenza al cambiamento, scarsa consapevolezza, cultura aziendale, budget, risorse, processi: quali le ragioni del divario?
- Quale il nuovo ruolo del CIO?
- Quale la nuova percezione del CEO ?
- Quali gli indicatori di performance IT?
- Valutazione, Strategia, Organizzazione, Talento: quale la parola chiave per una giusta sintonia?
- Come allineare ICT, Board e Line of Business?
Giuseppe Biassoni, CIO, Rai
Guido Brucellaria, ICT Manager, Best Western
Giuseppe D'Amato, CIO, ERG
Renato Marchi, CIO, Gruppo Pam
Alessandro Musumeci, Presidente FIDA Inform, Direttore dei Sistemi Informativi, Comune di Milano
11.00
Coffee Break
II Sessione: Verso il modello IT “service oriented”
11.30
II Tavola Rotonda: Verso una Strategia integrata: come costruire un efficiente modello di integrazione del’IT con le altre funzioni aziendali? CIO: meri esecutori delle strategie di business o attori proattivi della loro formazione?
I tempi sembrano essere maturi affinché i CIO estendano la loro influenza agli obiettivi di business: i CEO tendono oggi a riconoscere l’importanza di una collaborazione per approdare ad un’integrazione reale dell’IT, non solo strutturale, con gli altri processi aziendali: non si può più considerare l’IT come uno strumento di pura attuazione delle strategie aziendali. Al fine di ridurre il divario esistente tra business e tecnologia, allineando i piani relativi all’It con quelli riguardanti la gestione aziendale nel suo complesso, è necessario che i CEO e gli altri leader aziendali riconsiderino i ruoli per affidare ai CIO maggiori responsabilità e coinvolgendoli dall’inizio nel processo decisionale. Per ottimizzare il potenziale della tecnologia sulle attività aziendali, i CIO devono acquisire una visione completa del business all’interno dell’intera azienda, per poter svolgere un ruolo rilevante nel dirigere l’innovazione dei modelli di business, ben oltre il livello It. Una volta raggiunta l’integrazione ci si può attendere che il CIO possa suggerire nuove applicazioni tecnologiche in funzione degli obiettivi del management, avendo un ruolo proattivo per lo sviluppo del business attraverso l’innovazione.
- CEO: cosa fare per rispondere meglio alle nuove esigenze dei CIO?
- CIO: quali nuove competenze e nuove responsabilità?
- CEO: dove e come supportare il CIO?
Enrico Frascari, CIO, Azimut-Benetti
Gianni Granata, Responsabile della funzione Organizzazione, Banca Mediolanum
Sergio Martina, Direttore Sistemi Informativi, BMW Group Italia
Franco Moscetti, Amministratore Delegato, Gruppo Amplifon
Sascha Schulz, Responsabile Sistemi Informativi, Arag Assicurazioni
12.15
Il ruolo del CIO nella valutazione dei processi di esternalizzazione del servizio
* Esternalizzazione: quali rischi e quali opportunità? Obiettivi di efficacia ed efficienza nella gestione documentale La tutela della sicurezza dei dati e dei documenti aziendali.
Massimiliano Barberis, Consulting Operations Manager, RICOH/NRG Document Consulting
12.30
III Tavola Rotonda: Quando l’ICT porta valore all’azienda.Quali sfide, quali cambiamenti deve affrontare il CIO per allinearsi alle aspettative del business management? Quali le esigenze del CEO a cui il CIO deve essere pronto a rispondere
Governance, Vision, Execution, Information Owner, Demand Management: quello che il CEO chiede oggi al CIO è un forte orientamento al business, la focalizzazione sul client oltre la gestione dei rapporti con i fornitori, la capacità di produrre valore riducendo e ottimizzando i costi per ottenere customer satisfaction e maggiore competitività sul mercato, l’apprendimento di nuovi linguaggi e nuovi approcci che conducano all’“Integrazione” con le altre componenti aziendali.
- Come allineare le strategie IT agli obiettivi di business?
- Come adattare l’infrastruttura IT ai cambiamenti aziendali e di mercato?
- Quale il ruolo delle HR?
- Quale l’importanza della “condivisione”?
- Quali i vantaggi derivanti da un’integrazione elevata?
Marcello Bellato, Direttore Sistemi Informativi, Reckitt Benckiser
Marino Crippa, CIO, BoschRexroth
Marco Forneris, CIO, Telecom Italia
Gianluca Giovannetti, CIO, Amadori
Pasquale Lorusso, Presidente, Bawer
Massimo Loss, CIO, Philip Morris Italia
Giancarlo Luraschi, Direttore Organizzazione e Sistemi Informativi, Volkswagen Bank
13.30
Lunch
III Sessione: ”Non solo CIO”
14.30
IV Tavola Rotonda: Da CIO a CEO passando per la flessibilità: Quali i limiti? Quali i confini?
Il processo di trasformazione in atto vede il progressivo avvicinamento tra le due figure centrali nelle strategie di miglioramento competitivo dell'impresa: il ruolo del CIO tende ad essere sempre meno tecnologico e sempre più orientato ai processi di business development. Se è vero che oggi ha ancora una posizione spesso marginale nel processo decisionale, ancora poco presente nei consigli esecutivi e nelle funzioni di direzione generale, esiste una corrente di pensiero che sostiene che in realtà il CIO, avendo una visione completa del business aziendale e dell’impatto delle tecnologie, sembra destinato ad evolvere gradualmente verso il General Management.
- Il futuro del CIO va oltre l’IT?
Oreste Galasso, Amministratore Delegato, Selene-Gruppo ASM Brescia
Gianmarco Montanari, Direttore Global Services, Equitalia Nomos
Guido Pelissero, CIO e Vicepresidente, Santander Consumer Bank
16.00
Conclusioni a cura del chairman