Italian Gastronomy And Tourism

Università Non Statale di Scienze Gastronomiche
A Bra

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Bra
  • 500 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Master post-lauream in “Italian Gastronomy and Tourism” - tenuto in lingua inglese - nasce con l'obiettivo di creare nuove figure professionali nel campo della gastronomia: commercio, ristorazione, giornalismo, turismo enogastronomico. Il programma di studi si propone di offrire una conoscenza approfondita dei diversi aspetti della gastronomia italiana, inserita in un contesto sociale.
Rivolto a: Futuri operatori nel campo delle scienze gastronomiche.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bra
Piazza Vittorio Emanuele, 9, 12042, Cuneo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea di primo livello.

Programma

Il Master post-lauream in “Italian Gastronomy and Tourism” - tenuto in lingua inglese - nasce con l’obiettivo di creare nuove figure professionali nel campo della gastronomia: commercio, ristorazione, giornalismo, turismo enogastronomico.
Il programma di studi si propone di offrire una conoscenza approfondita dei diversi aspetti della gastronomia italiana, inserita in un contesto sociale, culturale, storico, con particolare attenzione a temi come la sostenibilità e l’etica, soprattutto nel campo del turismo gastronomico.

Gli alimenti, fra cui il vino, il formaggio, i salumi l’olio e l’aceto balsamico, sono analizzati sia da un punto di vista tecnico che umanistico, per offrire ai partecipanti una metodologia multipla di analisi.
Coloro che parteciperanno al Master acquisiranno le conoscenze indispensabili per valorizzare e promuovere i prodotti di qualità, attraverso esercitazioni, degustazioni, viaggi in territori italiani ed europei, ad aziende agricole, artigianali ed industrie del settore. visite

Dal Master uscirà una figura professionale innovativa che sarà in grado di lavorare nel settore del turismo enogastronomico, pianificare strategie di vendita, di comunicazione e condurre nuovi progetti di sviluppo del settore.
Si forniranno inoltre gli strumenti per capire e sviluppare le dinamiche del turismo e dell’ospitalità oltre ad un approccio sostenibile ed etico alla produzione e al consumo del cibo: la promozione di realtà locali e tradizionali, di prodotti biologici, la difesa della biodiversità, il sostegno a pratiche di produzione e consumo che siano rispettose dell’ambiente, degli animali e dell’interazione umana.

Il Master post-lauream in “Italian Gastronomy and Tourism” ha durata annuale: durante i dodici mesi di corso si alternano lezioni teoriche, per un totale di 500 ore, lezioni di Lingua e Cultura Italiana e una ricca serie di stage, viaggi e visite, che contribuiscono a consolidare le conoscenze acquisite in aula.
Il carnet degli eventi organizzati da Slow Food costituisce un punto di riferimento per gli studenti, che avranno l’opportunità non solo di parteciparvi in qualità di visitatori ma anche di contribuire all’organizzazione degli eventi stessi.
Un periodo complessivo di circa due mesi è inoltre destinato a viaggi studio della durata di una settimana, nelle regioni italiane di maggiore interesse sul piano dell’enogastronomia e in un paese europeo con produzioni agroalimentari di qualità.
La conclusione del Master è dedicata ad uno stage individuale presso le aziende del settore con cui l’Università di Scienze Gastronomiche collabora.


Gli obiettivi formativi
Il Master post-lauream in “Italian Gastronomy and Tourism” ha l’obiettivo di formare professionisti qualificati e dotati di una formazione interdisciplinare innovativa, che siano in grado di elaborare sofisticate strategie di promozione e valorizzazione di prodotti alimentari, tenendo conto di fattori fondamentali quali la conoscenza del territorio, il rispetto per l’ambiente, la sostenibilità.
Inoltre, attraverso lo studio e le visite di territori, sistemi e aziende agroalimentari (cantine, frantoi, birrifici, distillerie, caseifici…) gli studenti acquisiranno gli strumenti per capire, gestire e progettare una forma di turismo complessa, culturale, integrata, quale quella enogastronomica, e di pianificare, costruire e proporre esperienze di viaggio che tengano conto del legame profondo tra sistemi produttivi e territorio e favoriscano la valorizzazione economica, sociale e ambientale delle zone interessate.
L’intera struttura didattica del Master è quindi finalizzata a rafforzare e sviluppare le competenze dello studente, attraverso strumenti metodologici e operativi, nella gestione tecnica, organizzativa e commerciale delle produzioni enogastronomiche di elevata qualità.

Durata ed impegno
Il corso ha inizio a gennaio e termina a gennaio dell’anno successivo. La partecipazione al Master prevede un impegno a tempo pieno suddiviso in periodi di lezione teorica a cui si alternano viaggi, visite e stage. La frequenza è obbligatoria.

La struttura didattica
Il programma formativo del Master si articola su 10 moduli, svolti in aula, ed è caratterizzato dallo spiccato approccio interdisciplinare.
Le principali aree di studio sono:

Lingua e Cultura Italiana
Storia della gastronomia
Politica ed etica dell’alimentazione
Tecnologie alimentari
Sociologia del turismo e dei consumi
Comunicazione enogastronomica
Semiotica
Analisi sensoriale


Le principali categorie di prodotto che saranno studiate in aula e nei territori di produzione, sono:

I formaggi
• I salumi
• L’olio
• Il vino
• Il caffé
• L’aceto balsamico


Il percorso formativo si conclude con l’elaborazione di un progetto operativo, abbinato ad un’esperienza di stage sul campo, durante il quale lo studente ha la possibilità di applicare gli strumenti metodologici e le conoscenze acquisite.

I viaggi e gli stage
La conoscenza diretta dei prodotti di qualità nel loro territorio, la comparazione di prodotti appartenenti alla medesima categoria e quindi la conoscenza di territori diversi, sono obiettivi perseguiti tramite viaggi, visite e stage.
Le mete previste per gli stage, suscettibili di cambiamenti, sono regioni italiane di particolare rilevanza sul piano dell’enogastronomia, quali ad esempio Piemonte, Veneto, Sicilia, Toscana, Campania, oltre ad un paese europeo probabilmente scelto tra Spagna, Francia e Grecia.
Quest’anno è inoltre previsto uno stage speciale di 10 giorni lungo il corso del fiume Tevere, dalla sorgente alla foce. Ogni tappa del viaggio, realizzato in autobus e in parte in bicicletta, costituirà l’occasione per visitare produzioni legate al fiume ed al territorio.

Il progetto operativo
Il progetto operativo rappresenta un momento di sintesi e di applicazione dell’esperienza formativa: dopo l’introduzione metodologica e un periodo di stage in un’azienda qualificata del settore agroalimentare, lo studente, individualmente o in gruppo, dovrà redigere un elaborato scritto che sarà valutato dalla commissione didattica.

Il Sistema di Valutazione
Durante tutto lo svolgimento del Master, il processo di apprendimento sarà monitorato attraverso una serie di feedback formali ed informali sui diversi argomenti. L’acquisizione delle competenze teoriche relative ai prodotti verrà valutata mediante una serie di test che contribuiranno, insieme al progetto elaborato, alla valutazione finale.

Le Modalità di Ammissione

L’iscrizione al Master in “Italian Gastronomy and Tourism” è aperta a tutti coloro che sono in possesso di una laurea di primo livello. Il numero massimo di studenti ammessi è fissato a 25.
Il Master corrisponde ad una formazione di alta specializzazione e, di conseguenza, le materie di studio sono affrontate ad un livello approfondito che presuppone competenze di base già consolidate.
Quasi tutte le lezioni saranno tenute in lingua inglese da professori e professionisti di fama internazionale, altamente qualificati. Alcune lezioni potranno essere tenute in italiano, con traduzione, e, dopo che gli studenti avranno completato le lezioni di lingua e cultura italiana, alcune lezioni di degustazione e alcune visite durante i viaggi didattici saranno in lingua italiana senza traduzione, per consentire un contatto vero e profondo con la cultura italiana, soprattutto in realtà artigianali o tradizionali che non troverebbero la loro piena espressione se condizionati dalla traduzione.

Questo nuovo programma, inoltre, consente agli studenti di ottenere una preparazione adeguata (in termini di CFU) per accedere direttamente al secondo anno della Laurea magistrale in Promozione e Gestione del Patrimonio Gastronomico e Turistico presso l'Università di Scienze Gastronomiche (sede di Pollenzo).


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto