Judo Bambini e Ragazzi

ASD Patuà
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Per bambini
  • Milano
  • 2 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: bambini dai 4 ai 9 anni e ragazzi dai 10 ai 14 anni.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
via alzaia naviglio pavese 110, 20142, Milano, Italia
Visualizza mappa

Professori

Sirio Izzo
Sirio Izzo
Insegnante

Programma

Il Judo è un arte marziale giapponese, inventata e codificata da Jigoro Kano alla fine dell'800, sulla base del Ju-jitsu; da essa Kano ne estrapolò le tecniche migliori, modificò le tecniche troppo pericolose e ne creò di nuove. Fondò una sua scuola e denominò la sua arte 'Judo'.

'Ju' in Giapponese significa 'cedevolezza', o meglio, 'adattabilità'; 'Do' invece significa 'Via'; Judo quindi significa 'Via dell'adattabilità', ossia un metodo di combattimento in cui si cerca di ottenere la vittoria volgendo la forza dell'avversario contro l'avversario stesso, senza opporre ulteriore forza contro la forza ricevuta, ma adattandovisi e sfruttandola a proprio favore.

Questo è lo spirito del Judo. Il combattimento migliore non lo si ottiene opponendo due forze, ma 'inserendo' la propria energia nel movimento dell'altra persona, per volgerlo a proprio favore col minor sforzo possibile secondo un principio fondamentale del Judo: il miglior impiego dell'energia (ovvero: ottenere la massima efficienza con il minimo sforzo).

Perchè insegnare judo ai bambini?

Il Judo è un arte marziale molto variegata, comprende un ampia varietà di tecniche, e da poco spazio ai colpi (pugni e calci), che nel combattimento non vengono usati. Il Judo si compone principalmente di lotta in piedi e lotta a terra, nella prima si tenta di far cadere l'avversario, nella seconda di immobilizzarlo a terra. Questa caratteristica del judo, ovvero di mantenere sempre un contatto fisico, mediante le prese, con l'avversario, insegna al praticante a gestire il proprio corpo e la propria forza, a conoscere il limite oltre il quale un gesto è scorretto o pericoloso e a interagire con un'altra persona, e quindi con un altro corpo con altri gesti.

Il Judo insegna quindi a rispettare l'altro, e soprattutto (cosa molto importante per i bambini) a prendere coscienza che non si può essere sempre i più bravi ed averla sempre vinta, e che ci sarà sempre qualcuno "più forte", che però non va invidiato ma preso come stimolo per migliorarsi continuamente.

Perchè Judo 'tradizionale'?

Il Judo è molto cambiato dall'epoca in cui è stato fondato; per alcuni versi può dirsi migliorato, per altri è peggiorato. Una delle peggiori sfortune che ha avuto, a mio (ma non solo mio) modo di vedere, è stata quella di diventare sport Olimpico, o meglio, di trasformarsi da Arte Marziale a sport, una trasformazione che lo ha portato ad essere praticato col fine di una vittoria sull'avversario, e non più col fine di una ricerca interiore ed un miglioramento personale.

Questo ha reso il Judo meno nobile, più pericoloso (molti praticanti pur di non perdere un incontro eseguono movimenti pericolosi per sè o per l'avversario), e meno amichevole nella sua pratica.

Per questi motivi il 'nostro' Judo si richiama a dei valori tradizionali, ad un Judo che miri più al rispetto dell'avversario che alla vittoria, che preferisca la crescita insieme, piuttosto che le soddisfazioni personali.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto