KICK BOXING

BOXEmore
A Pozzuoli

45 /mese
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Pozzuoli
  • 1 ora di lezione
  • Durata:
    3 Anni
  • Quando:
    13/01/2017
Descrizione

Obiettivo del corso: ti prepara ad avere una maggiore autostima e sicurezza in te stesso. Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
13 gennaio 2017
Pozzuoli
Viale Bognar, 21, 80078, Napoli, Italia
Visualizza mappa
Martedì e giovedì dalle 20,00 alle 21,00

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno.

Cosa impari in questo corso?

Kick Boxing
Low Kick
K-1
Arti marziali
Sport da combattimento
Sport da ring
Difesa personale
Sport
Boxe per principanti
Boxe professionale
Boxe femminile
Kick boxe

Professori

Giulio Colella
Giulio Colella
MAESTRO 5 DAN DI KICK BOXING

Giulio Colella uno dei più completi esperti, a livello nazionale e Internazionale, di difesa personale nel settore civile, polizia e militare; Master di Kapap Lotar e Krav Maga; Maestro di Kick Boxing; Istruttore di MMA - Mixed Martial Arts e Istruttore di Anti-aggressione Femminile; ex VFB Esercito Italiano; attualmente Docente della Scuola Regionale di Polizia Locale della Reg. Campania, ha istruito svariati Comandi di Polizia della Regione Campania; istruito militari e incursori delle Forze Speciali Italiane; istruito Operatori della Sicurezza, come buttafuori, bodyguard e Guardie Giurate

Programma

La storia della Kick Boxing

Intorno agli anni 70° in America, grazie ai film di Arti marziali ed al mito di Bruce Lee, sorgevano numerosissime le palestre di Karate e di Kung Fu. Ma finita la frenesia iniziale la gente inizio a scocciarsi di queste arti marziali tradizionali che non permettevano il pieno contatto, e che esigevano il controllo totale dei colpi portati, in piu la precisione e pulizia delle tecniche. Gli Americani, popolo megalomane, che gia da anni conoscevano la "Noble Arte" in cui erano dominatori assoluti, erano per l'appunto abituati ai combattimenti cruenti, reali e spettacolari come appunto quelli della Boxe. Cosa fecero allora alcuni personaggi di spicco del Karate come Mike Anderson, Don Quine e Judy Quine: fondarono negli USA il 14 settembre del 1974 la P.K.A. (Professional Karate Association).

Questa nuova organizzazione creo una nuova disciplina chiamandola "Karate Full Contact", cioe appunto Karate a pieno contatto. Si adottarono le stesse regole del pugilato (KO o OKT) e le stesse protezioni quali guantoni con l'aggiunta di conchiglia e parapiedi. I pionieri di questa disciplina furono in ordine: Joe Lewis, Bill Wallance e Jeff Smith i quali divennero i primi tre campioni mondiali di questa nuova disciplina.

Che cosa accadde di decisivo in seguito?

Le federazioni di Karate insorsero contro questa nuova disciplina poiche non accettavano che si usasse il termine Karate per una disciplina che di Karate ormai aveva ben poco.

Questo per tre principali motivi:

  1. Perche il Karate tradizionale e sinonimo, come dicevamo prima, di controllo della forza e quindi no puo essere a pieno contatto.
  2. Di Karate a parte i calci c'e ben poco nel "Karate Full Contact", poiche i Karateca dovendosi affrontare in uno scontro a pieno contatto preferirono utilizzare le tecniche di pugilato, e non quelle di Karate, perchè ovviamente risultavano più efficaci in uno scontro brutale come quello da ring.
  3. Infine, e non per ultimo, il termine "Karate" letteralmente significa "A mani nude"; quindi in pratica incompatibile con l'utilizzo dei guantoni da boxe.

Cosi la P.K.A., che nel frattempo si era trasformata in W.A.K.O (World Association of all style Karate Organization) e aveva creato una sorta di arte marziale mista, per evitare i grossi problemi politici-sportivi insorti, sostituì la parola "Karate" con la parola "Kick Boxing" mantenendo cosi la stessa sigla W.A.K.O. (World Association Kickboxing Organization) e rinominando la sua disciplina da "Karate Full Contact" a "Kick Boxing". Nome quest'ultimo scelto perche rendeva subito l'idea di quello che i praticanti di questa disciplina stessero facendo, e cioe tirare di Boxe e dare calci.

Ma comunque inizialmente il nome kick Boxing rimase un termine di convenzione, mentre lo stile continuo a chiamarsi "Full Contact" senza ovviamente la parola Karate.

Dal Full Contact nacquero poi due varianti il Semi Contact ed il Light Contact entrambe a contatto controllato e leggero, quindi molto meno cruenti del Full.

Negli anni a seguire, come si puo gia intuire, il termine Kick Boxing divenne un termine generico per identificare la disciplina, ed il Semi Contact, il Light Contact ed il Full Contact divennero le sue Specialita.

I grandi meriti degli Americani:

Il Full Contact (o Boxe Americana) si diffuse velocemente in tutta l'America ed anche in Europa, e questo avvenne per vari motivi:

  1. La grande similitudine con la BOXE ch gia da secoli spopolava in tutto il mondo.
  2. La grande capacita di organizzazione degli americani nel promuovere eventi sportivi e tutto cio che e business.
  3. Il grande potere mediatico degli americani.
  4. Il livello di pericolosita inferiore rispetto alle cugine asiatiche come la Thai Boxe e la Kick Boxing Giapponese nelle quali si colpisce su tutte le parti del corpo (ad esclusione di genitali e nuca); infatti nel Full Contact i colpi si possono portare solo dalla cintura in su.

Quali furono invece le difficolta della W.A.K.O.?

La principale difficolta della W.A.K.O. fu proprio nell'espansione della disciplina a livello mondiale. Per considerarsi realmente un'organizzazione a livello mondiale doveva necessariamente mettere le sue radici anche in oriente dove però il Full Contact veniva mal digerito per il semplice fatto che non prevedeva i colpi alle gambe come nelle già consolidate discipline orientali quali la Thai Boxing e la Kickboxing Giapponese.

Cosi la W.A.K.O. fu costretta ad inserire una nuova specialita: la "Low Kick", che prevedesse l'uso dei micidiali low kick per l'appunto; solo in questo modo e riuscita ad estendere la sua presenza nella maggior parte del globo terrestre.

Succesivamente alla Low Kick fu inserita anche l'ultima specialità denominata "K1 Rules" seguendo le orme dell'enorme successo del più famoso torneo di arti marziali giapponese
"K-1" che tutti conosciamo; ma questa è un'altra storia.

Ulteriori informazioni

Stage: Stage annuali con i Grandi Campioni del Ring
Alunni per classe: 15

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto