L’ A B C degli appalti pubblici di lavori, forniture, servizi

ITA Formazione
A Roma
  • ITA Formazione

3.600 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso intensivo
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 39 ore di lezione
  • Durata:
    6 Giorni
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

ITA Formazione di Torino presenta sul portale emagister il corso sull’ A B C degli appalti pubblici di lavori, forniture e servizi, rivolto a chiunque desideri apprendere le basi concernenti i sistemi all’interno dell’ Amministrazione statale, in merito alle gare di appalto per l’assegnazione dei lavori pubblici e di servizi.

Il corso presenziale ha la durata di 6 giorni per 39 ore complessive, durante la quale gli studenti apprenderanno le differenti procedure di scelta del contraente, la redazione di bandi e capitolati, la verifica dei requisiti dei concorrenti, la valutazione delle offerte, l’aggiudicazione provvisoria e definitiva, gli adempimenti e tanto altro (Vedi elenco completo Programma più in basso).

Nessun requisito richiesto per la partecipazione.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Da definire
Da definire
Roma
Via V. Veneto 62, Roma, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Appalti pubblici di lavori
Appalti pubblici
Forniture
Servizi pubblici
Amministratore pubblico
Agente di giustizia
Controllore
Operatore giudiziario
Tecnico
Redazione bandi
Verifica dei requisiti
Organizzazioni internazionali
Titoli riconosciuti
Sviluppo locale
Pubblica amministrazione e cultura
Pubblica amministrazione e trasporti
Pubblica amministrazione e turismo
Burocrazia
Gestione amministrativa

Professori

Laura Maceroni
Laura Maceroni
Avvocato Amministrativista in Roma

Programma

PROGRAMMA DEL CORSO

1° Modulo: 20 e 21 Ottobre 2015
Procedure di scelta del contraente, redazione bandi e capitolati, verifica dei requisiti dei concorrenti, valutazione offerte, aggiudicazione provvisoria e definitiva, adempimenti delle commissioni di gara e del RUP


  • principali contenuti della legge delega di riforma del codice appalti (recepimento Direttive UE 24 e 25 del 26/2/14)
  • divieto di introduzione di livelli di regolazione superiori a quelli richiesti dalle direttive
  • ruolo centrale dell’ ANAC
  • nozione di amministrazione aggiudicatrice e di organismo di diritto pubblico: la qualificazione delle stazioni appaltanti
  • programmazione dei pubblici appalti anche con riferimento a forniture e servizi
  • procedure di scelta del contraente
  • acquisti tramite convenzioni CONSIP e centrali di committenza dopo il DL 66/2014
  • bandi, capitolati, disciplinari: la redazione degli atti di gara. Le novità dei bandi-tipo
  • trasparenza degli appalti e pubblicità degli atti di gara (L. 190/2012; D.Lgs. 33/2013)
  • pubblicazione telematica di avvisi e di bandi (DL 66/2014)
  • requisiti per la partecipazione alle gare. Tassatività delle cause di esclusione
  • criteri reputazionali delle imprese e favor per le PMI nella riforma del codice appalti
  • nuovo dovere di soccorso istruttorio dopo il DL 90/2014 conv. in L. 114/2014
  • sistema AVCPASS
  • ATI ed consorzi: inquadramento normativo dell’istituto
  • avvalimento: limiti e cautele. Avvalimento plurimo
  • documentazione: autocertificazione e verifica a campione
  • commissione di gara: nuovo albo dei commissari gestito da ANAC, adempimenti, ricevimento e apertura dei plichi
  • valutazione delle offerte, attribuzione dei punteggi, offerte anomale
  • offerta economicamente più vantaggiosa come criterio ordinario di aggiudicazione
  • aggiudicazione provvisoria; aggiudicazione definitiva

2° Modulo: 17 e 18 Novembre 2015
Contratti sottosoglia, procedure in economia, affidamenti diretti, MEPA, albi fornitori, indagini di mercato, trattativa privata/procedure negoziate, proroghe e rinnovi, quinto d’obbligo, contratti ponte


  • procedure semplificate per acquisti di piccolo importo
  • sistema in economia nel codice degli appalti
  • amministrazione diretta e il cottimo fiduciario
  • forniture di beni e servizi in economia
  • ruolo del RUP nelle procedure in economia
  • novità sugli acquisti tramite MEPA e le possibili deroghe
  • facoltà per gli enti pubblici di istituzione degli elenchi di operatori economici
  • creazione di un albo dei fornitori: principi della pubblicità, trasparenza e rotazione
  • requisiti di ammissione dei concorrenti
  • modalità di aggiornamento degli elenchi
  • programmazione degli acquisti, indagini di mercato, controllo della spesa e congruità dei prezzi
  • trattativa privata come eccezione all’evidenza pubblica
  • evoluzione della trattativa privata nel recente orienta-mento della giurisprudenza
  • procedura negoziata con bando e procedura negoziata senza bando
  • analisi della casistica individuata dagli artt. 56 e 57 D.Lgs. 163/2006
  • trattativa privata diretta e confronto concorrenziale informale
  • disciplina delle proroghe e dei rinnovi contrattuali
  • varianti nel quinto d’obbligo e quelle che eccedono il quinto
  • responsabilità dopo la legge anticorruzione e il DL 90/2014
  • i nuovi obblighi di trasparenza negli affidamenti diretti dopo la L. 190/12
  • le novità contenute nella legge delega di riforma del codice appalti a tutela delle PMI (frazionamento dei lotti e acquisti di piccolo importo)
  • le responsabilità della stazione appaltante e dei dirigenti derivanti da affidamenti diretti illegittimi


3° Modulo: 10 e 11 Dicembre 2015
Dall’aggiudicazione alla stipulazione del contratto, esecuzione dei contratti di lavori, servizi, forniture; cauzioni, DURC, disciplina del subappalto, CUP, CIG, comunicazioni all’ANAC, collaudo e pagamenti


  • comunicazione dell’esito della gara
  • stipulazione del contratto: nuove forme dal 1/1/2013
  • termine sospensivo e termine dilatorio
  • nuovo regime di comunicazioni e di accesso agli atti
  • esecuzione dei lavori, forniture e servizi
  • direttore dei lavori e direttore dell’esecuzione del contratto
  • nuovi limiti per l’appalto integrato
  • esecuzione del contratto e svincolo progressivo della cauzione (modifica art. 113 c. 3 D.Lgs. 163/2006)
  • sospensione dell’esecuzione del contratto
  • novità sulle varianti per servizi e forniture
  • ridimensionamento delle varianti in corso d’opera e comunicazioni all’ ANAC
  • certificato di ultimazione delle prestazioni
  • collaudo e verifica di conformità
  • corrispettivo “a misura” e “a corpo”
  • pagamenti in acconto, anticipazione del corrispettivo, premio di accelerazione, rata di saldo
  • interessi in caso di ritardato pagamento alla luce del D.Lgs. 192/2012
  • tracciabilità dei pagamenti (Legge 136/2010): CUP, CIG, conti dedicati
  • penali
  • eccezione di inadempimento
  • risoluzione del contratto e eccessiva onerosità
  • cauzioni: novità alla luce del DL 90/2014
  • subappalto: quadro normativo di riferimento per lavori, forniture e servizi
  • obbligo di indicazione delle parti subappaltabili (L. 80/2014)
  • differenza tra subappalto e ATI di tipo verticale
  • pagamento diretto dei subappaltatori
  • disciplina antimafia: comunicazione e informazione dopo il D.Lgs. 153/14
  • DURC: natura giuridica, modalità di richiesta e tempi di ricezione. Novità del DL 34/2014 e DM 2015
  • obblighi di comunicazione all’ANAC anche dopo il DL 66/2014
NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Quota di partecipazione individuale

1 modulo: Euro 1.400,00 più IVA
2 moduli: Euro 2.500,00 più IVA.
3moduli: Euro 3.600,00 più IVA. La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE. PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.

Data e Sede
Martedì 20 e Mercoledì 21 Ottobre 2015
Martedì 17 e Mercoledì 18 Novembre 2015
Giovedì 10 e Venerdì 11 Dicembre 2015
Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.