L’Insegnamento della Ciotola Vuota la Danza e la Crescita Interiore Laboratorio di Danza Libera a Cura di Dinajara Doju Freire

Vera Stasi
A Tuscania

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Tuscania
Descrizione

Obiettivo del corso: Adeguandosi alle esigenze della cultura contemporanea, recupera la sua qualità terapeutica naturale e si presta di nuovo ad aiutare l'equilibrio umano dell'unità corpo-mente-spirito.
Rivolto a: Può essere applicata e sviluppata a qualsiasi età e in svariate condizioni fisiche e mentali perché non ricerca un modello estetico, ma offre l'importante possibilità di contattare e manifestare.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Tuscania
via della Lupa, 6, 01017, Viterbo, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno.

Programma

22 - 23 luglio

La danza libera è un linguaggio espressivo primordiale, è un efficace strumento creativo, pedagogico, artistico e di grande aiuto terapeutico, favorisce la crescita e la maturazione emotiva e fisica degli individui.

Nella pratica della danza libera non si impongono dei modelli, nè si esigono doti selettive; si cerca piuttosto di sviluppare creativamente, in modo ludico, la naturale capacità espressiva non verbale innata che tutti abbiamo.

La danza è una delle prime e più antiche espressioni creative degli esseri. Non solo gli esseri umani, ma anche gli animali danzano per comunicare, raccontare, esprimere con il linguaggio dei gesti ciò che il linguaggio delle parole non riesce a dire.

Nella storia dell'umanità la danza è presente in tutte le epoche e culture. Ha aiutato gli esseri, sin dai tempi più remoti, a trasformare le proprie paure in coraggio, l'aggressività in forza produttiva, le emozioni in forme poi chiamate creative, ed i sogni ed aspirazioni in preghiera.

Considerata sacra per millenni, trasformata attraverso i secoli in manifestazioni popolari, limitata nelle regole ristrette delle accademie, nel nostro secolo ritorna alla libertà delle forme.

Adeguandosi alle esigenze della cultura contemporanea, recupera la sua qualità terapeutica naturale e si presta di nuovo ad aiutare l'equilibrio umano dell'unità corpo-mente-spirito.

Può essere applicata e sviluppata a qualsiasi età e in svariate condizioni fisiche e mentali perché non ricerca un modello estetico, ma offre l'importante possibilità di contattare e manifestare l'espressione emotiva profonda in modo non verbale.

Questa proposta di introduzione al linguaggio della danza libera, come mezzo di espressione profonda del Sé, è aperta a tutti, è adatta sia alle persone principianti nell'argomento sia alle persone con formazione in danza o in altre aree professionali.

L'insegnamento della ciotola vuota

Sulla base di antichi insegnamenti orientali, secondo princìpi spirituali universali, e sulla base dell'Analisi del Movimento, secondo

Rudolf Laban, si svilupperanno le basi della danza libera in armonia con la nostra umana necessità di conoscenza interiore profonda. Questo avverrà attraverso sia il rilassamento, sia la coscienza della respirazione e dei fattori del movimento, sia con l'improvvisazione danzata.

Durata: nove ore circa, divise in tre parti distinte.

Dinajara Doju Freire - monaca della tradizione zen buddhista - è nata nel 1955 in Brasile, dove ha studiato con G. Wagner, L. Millás, C. Perotti, Maria Duschenes.

Vive in Europa dal 1974, dove ha studiato con S. Acquarone, A. Sagna e Mm. R. Chladek. Da molti anni indirizza la sua ricerca professionale verso l'unità del corpo-mente attraverso la danza libera, l'espressione corporale ed il teatro-danza, applicando progressivamente i risultati della sua ricerca in Italia e all'estero.

Diplomata in danza classica attraverso il metodo della Royal Academy di Londra e in danza espressiva a Vienna attraverso il metodo

Erganzungsstudium di Mm. Rosalia Chladek.
Insegna danza libera per ogni età, guida gruppi di studio e collabora anche in vari programmi di sostegno terapeutico.

Attualmente vive e lavora nel nord d'Italia, dove si occupa soprattutto della pratica dello Zen continuando ad applicare la danza come mezzo di espressione creativa, in beneficio della serenità e della salute degli individui.

Nota: l'abbigliamento consigliato ai partecipanti per svolgere il lavoro deve essere comodo (T-shirt e pantaloni morbidi, oppure abiti per danza o ginnastica, ecc), piedi scalzi. Si deve portare una copertina leggera, calzini per i piedi, carta bianca e matite per scrivere e per colorare.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto