L'Offerta Economicamente Piu' Vantaggiosa : Codice Appalti - Criteri

Ateneo Corsi
A Milano, Verona e Cagliari

100 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

Descrizione

Obiettivo del corso: All’impostazione dei criteri di valutazione nelle gare per appalti di servizi gestite con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa: focalizzare sul servizio e di evitare la loro commistione con elementi soggettivi. La trattazione tiene conto delle indicazioni dell'autorità per la vigilanza sui contratti pubblici.
Rivolto a: Segretari Comunali e Provinciali. Resp.li Servizio Affari generali/istituzionali. Responsabili Servizio Gare e contratti/appalti Responsabili Servizio Economato.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Cagliari
Via Peretti, 8/10, 09010, Cagliari, Italia
Visualizza mappa
Consultare
Milano
PIAZZA IV NOVEMBRE, 4, 20124, Milano, Italia
Consultare
Verona
Via Belviglieri, 42, 37131, Verona, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Dipendente della Pubblica Amministrazione

Programma

L’impostazione dei requisiti di partecipazione: definizione degli elementi esperienziali, organizzativi e di affidabilità economica necessari per lo “screening” di ammissione dei concorrenti ad una gara per l’aggiudicazione di un appalto di servizi. I riferimenti desumibili dagli articoli 41 e 42 del d.lgs. n. 163/2006. La differenza tra requisiti di partecipazione e “requisiti di esecuzione” richiesti come necessari nel capitolato speciale. L’impostazione dei criteri di valutazione delle offerte. La definizione dei criteri per la valutazione delle offerte nelle gare con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Il quadro di orientamento delineato dall’art. 83 del d.lgs. n. 163/2006. La definizione di un quadro articolato di analisi: la composizione di criteri e sub-criteri. La necessaria differenziazione degli elementi assunti come criteri di valutazione delle offerte da quelli individuati come requisiti di partecipazione. I principi evidenziati dalla Circolare del Dip. Pol. Comunitarie del 1/03/2007. La ponderazione dei criteri di valutazione e la gestione dei processi di analisi discrezionale. Il peso da attribuire ai criteri ed ai sub-criteri: la macro-partizione e la differenziazione specifica. I criteri “motivazionali” elaborabili dalla Commissione giudicatrice per l’attribuzione dei punteggi definiti in relazione ai criteri ed ai sub-criteri. Lo sviluppo dell’analisi delle offerte con riferimento ai criteri di valutazione adottati. L’attribuzione dei punteggi ed il quadro motivazionale. Le indicazioni della giurisprudenza e la prassi amministrativa.

Ulteriori informazioni

Stage: No
Alunni per classe: 25

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto