Laboratorio Formativo in Tecniche di Europrogettazione

Laboratorio Animazione Territoriale
A Torchiarolo

500 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Torchiarolo
  • 32 ore di lezione
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torchiarolo
72020, Brindisi, Italia
Visualizza mappa

Programma

Laboratorio Formativo in Tecniche di Progettazione Comunitaria
Premessa
Uno dei principali motivi di esclusione dei progetti italiani presentati in risposta ai bandi europei è la scarsa coerenza e qualità tecnica dei progetti, oltre che l'errata e incompleta disposizione dei moduli richiesti. Anche quando non sono respinti per errori formali nella compilazione della domanda, i progetti, essendo spesso preparati all'ultimo momento o non sufficientemente meditati, raramente si trovano in linea con un quadro strategico più ampio e coerente con gli obiettivi finali del programma europeo di riferimento.

Risulta, pertanto, essere fondamentale compiere uno sforzo iniziale per acquisire le necessarie competenze relative alle tecniche di stesura e presentazione delle proposte e di tutte quelle conoscenze specifiche del project management.

Presentazione
Il corso di formazione sulle tecniche di progettazione comunitaria è una iniziativa ideata dall'Associazione Laboratorio di Animazione Territoriale in partenariato con CNA in Proprio Puglia, Associazione Learning Cities e Ceses Puglia e con il patrocinio di Culture Polis di Kerkyra (Grecia), Local Democracy Agency di Niksic (Montenegro) e con la collaborazione di Officine Culturali Ergot che ospiterà l'iniziativa.
Tutte le organizzazioni coinvolte hanno acquisito una notevole esperienza in materia di cooperazione internazionale.
I programmi europei 2007/2013 costituiscono una fonte di finanziamento importante in diversi settori - cultura, ricerca, istruzione, formazione, turismo, valorizzazione dei territori, ambiente e sviluppo regionale - inseriti ed integrati in molti ambiti di intervento.
Questo percorso di formazione rappresenta un’importante occasione per le pubbliche amministrazioni locali, le organizzazioni economico-sociali, le imprese private e le associazioni culturali per acquisire conoscenze e competenze specifiche sulle opportunità esistenti a livello comunitario e sulle modalità di costruzione e gestione dei progetti finanziati dalle risorse europee.
Il laboratorio formativo in tecniche di progettazione comunitaria è un percorso di apprendimento e approfondimento mirato all’acquisizione delle competenze in tema di progettazione, gestione ed assistenza tecnica finalizzate all’utilizzo di fondi comunitari.

Obiettivi del percorso formativo
Il laboratorio formativo intende raggiungere 3 obiettivi prioritari:

1) Aiutare i partecipanti a rapportarsi con le istituzioni europee; districarsi nella individuazione delle opportunità di finanziamento più adatte; utilizzare con efficacia ed efficienza le fonti di informazione europea rapidamente e proficuamente; prevedere e organizzare adeguatamente gli step per la redazione di una proposta europea sviluppando efficacemente le idee progettuali; reperire e utilizzare in modo corretto la documentazione per la presentazione di una proposta;
2) Preparare efficacemente proposte progettuali valide; individuare e descrivere gli elementi vincenti dell’idea progettuale; utilizzare in modo appropriato gli strumenti progettuali riconosciuti a livello europeo; individuare partner internazionali per la creazione di un consorzio europeo; redigere correttamente un budget di progetto;
3) Gestire in maniera adeguata un progetto finanziato; prevenire o correggere problemi gestionali; impostare “sin dall’inizio” la rendicontazione del progetto.

In particolare, il percorso formativo intende:
• offrire ai partecipanti un quadro conoscitivo della programmazione e delle modalità di accesso alle diverse tipologie di risorse comunitarie e delle relative fonti di informazione;
• far acquisire ai partecipanti competenze operative nell’utilizzo delle metodologie accreditate a livello comunitario per la progettazione e la gestione degli interventi.

Destinatari del corso
Dirigenti e funzionari della pubblica amministrazione, liberi professionisti, studenti universitari, agenzie di sviluppo del territorio, operatori di organizzazioni o associazioni che gestiscono o che intendono avviare iniziative attingendo ai fondi comunitari.

Metodologia didattica
Il programma didattico segue un approccio molto operativo e concreto: i docenti trasmetteranno la metodologia di partecipazione ai bandi analizzando le diverse situazioni e indicando i percorsi da seguire privilegiando il "come fare" piuttosto che un mero approccio nozionistico ed astratto.
L'impostazione didattica prevede una formazione partecipativa: le spiegazioni delle metodologie e delle logiche di funzionamento si alterneranno agli esempi pratici e ad esercitazioni per applicare direttamente le tecniche assegnate.

Sede Didattica
Officine Culturali Ergot
Piazzetta Falconieri
73100 Lecce

Il corso è strutturato in cinque giornate formative per una durata complessiva di 32 ore.

Quota di iscrizione
La quota di iscrizione è di € 500 (IVA esente dpr 633/72)
E' previsto lo sconto del 15% per l'iscrizione di 2 o più partecipanti della stessa azienda o struttura.

Sono previste convenzioni con strutture ristorative per la pausa pranzo.

Al termine del percorso sarà rilasciato un attestato di partecipazione e ci sarà la possibilità di avviare un rapporto di collaborazione anche in forma di assistenza tecnica per la predisposizione di proposte progettuali per la durata di sei mesi.

Modalità di iscrizione
Il corso è a numero chiuso. Il limite massimo di partecipanti è di 30 persone. Il corso sarà realizzato con la presenza di un numero minimo di 10 partecipanti. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico, in base alla data di ricevimento del modulo di iscrizione, e fino ad esaurimento dei posti massimi disponibili.

Alla data di scadenza del bando, se il numero minimo previsto di iscritti, è stato raggiunto, verranno confermate le date definitive di inizio corso.

I partecipanti si impegnano a versare, dopo l'avvenuta conferma di iscrizione via e-mail da parte nostra, la quota indicata tramite bonifico secondo le coordinate indicate sul modulo di iscrizione.

Al ricevimento del pagamento verrà inviata relativa fattura quietanzata intestata secondo le indicazioni fornite sul modulo di iscrizione.

Per gli Enti Pubblici il modulo di iscrizione deve essere accompagnato dalla delibera di giunta o dalla determinazione del dirigente che autorizza il funzionario alla partecipazione al corso e copia dell'impegno di autorizzazione alla spesa della quota di partecipazione.

Modalità di recesso

L'iscrizione s'intende perfezionata, tenuto conto dei posti massimi disponibili, al momento del ricevimento del modulo di iscrizione debitamente compilato e sottoscritto per accettazione.

La comunicazione di rinuncia alla partecipazione dovrà pervenire tramite e-mail entro e non oltre 10 giorni prima dello svolgimento del corso (nello specifico entro lunedì 4 aprile 2011).

Dopo tale data non saranno accettate eventuali disdette, per cui resta l'obbligo al pagamento dell'intera quota di iscrizione.

E' ammessa la sostituzione del partecipante con altro nominativo tempestivamente indicato.

Programma Percorso Formativo

I giornata Orario:09.30-17.30 - Giovedì 14 Aprile 2011

Le diverse tipologie di risorse comunitarie
I principali programmi di azione comunitaria per il periodo 2007-2013

• Le politiche europee. Gli elementi di riferimento per la progettualità comunitaria.
• Differenze tra programmi “a gestione indiretta” (fondi strutturali) e “a gestione diretta” (programmi comunitari)

I Fondi Strutturali
La programmazione per il periodo 2007-2013
• La ridefinizione delle aree obiettivo e dei fondi strutturali
• La normativa di riferimento (regolamenti e decisioni)
• Iter di programmazione, programmi, strumenti e risorse finanziarie

II giornata Orario: 09.30-17.30 - Martedì 19 Aprile 2011

Le metodologie di progettazione accreditate dall’UE
Introduzione alle metodologie del PCM (Project Cycle Management) e del GOPP (Goal Oriented Project Planning).

III giornata Orario: 09.30-17.30 - Giovedì 28 Aprile 2011

I principi fondamentali per la costruzione di un progetto comunitario

L'attività di progettazione: organizzazione interna, ruoli e responsabilità
• La metodologia di progettazione: sviluppo dei contenuti
• Innovazione
• Dimensione europea e “valore aggiunto comunitario”
• Sostenibilità del progetto
• Qualità del partenariato

Costruzione del partenariato di progetto
• Individuazione degli stakeholder e delle organizzazioni da coinvolgere
• Costruzione della rete territoriale

  • Costruzione e gestione della rete internazionale

IV giornata Orario: 09.30-17.30 - Giovedì 5 Maggio 2011

Project Work Finale : costruzione di una proposta progettuale
Esercitazione in gruppo di lavoro su un case study.
Partendo da un contesto predefinito, i partecipanti dovranno imparare a costruire:
• Analisi del contesto / Matrice SWOT
• Albero dei Problemi
• Albero degli Obiettivi
• Definizione della strategia di intervento

V Giornata Orario: 9.30 - 13.30 - Giovedì 12 Maggio 2011

Presentazione Project Work Finale e predisposizione di un database di proposte progettuali da utilizzare per le prossime Call di bandi di cooperazione.

I Docenti

Giuseppe Maggio (Coordinatore Percorso Formativo)

Consulente in progettazione comunitaria e cooperazione internazionale.

Laureato in Economia presso l'Università del Salento, ha conseguito un Master in Marketing e Comunicazione d'impresa e una specializzazione in Cooperazione internazionale.

Il percorso professionale si caratterizza per l'esperienza maturata negli anni, nella realizzazione di numerose iniziative nell'ambito della cooperazione e della promozione del territorio, in collaborazione con enti locali, regionali e internazionali. Consulente esterno per conto di enti pubblici per la predisposizione e gestione di progetti comunitari. Ideatore e organizzatore di percorsi formativi integrati tra Puglia, Grecia e Albania. Ideatore e organizzatore di Info day su diversi programmi europei come Grecia - Italia, IPA, SEE, "Europa per i Cittadini" e "Gioventù in Azione". Attualmente è responsabile di un cantiere di progettazione che ha avviato la costituzione di Contact Point in Grecia, Albania, Montenegro, Croazia, Bulgaria, Serbia, Cipro e Turchia.

Giuliana La Spada

Consulente in marketing, pianificazione strategica e progettazione comunitaria.

Il percorso formativo ha trovato opportunità di espressione attraverso le diverse e variegate esperienze professionali maturate nel corso degli anni. Dallo sviluppo di piani di marketing strategici ed internazionali, alla progettazione di percorsi di formazione per lo sviluppo di competenze tecniche e trasversali, alla progettazione finanziata e partecipata, alla creazione e consulenza tecnica per lo start up d’impresa.

Segue l’approccio metodologico della “Learning Organization” e della “Progettazione Partecipata”. Sperimenta ed applica tecniche e strumenti di comunicazione efficace, sviluppo di competenze trasversali e gestione del tempo (Project Management, Facilitazione, Team Work). Attualmente è presidente di CNA In Proprio Puglia.

Antonio Massari

Esperto di Learning Organization facilita processi partecipati aziendali e territoriali.

Nel terziario avanzato da circa 20 anni è formatore e consulente per il privato e per il pubblico. Facilita grandi eventi interattivi. É esperto di euro-progettazione.

Tiene corsi sullo sviluppo delle competenze relazionali, creative e dell’apprendimento, formazione dei formatori. Ha curato lo start-up di PMI.

Progetta ed eroga interventi consulenziali di change management con approccio bottom-up per: sviluppo organizzativo, analisi e cambiamento dei processi, progettazione partecipata, sviluppo delle risorse umane, qualità ISO, vision-mission-valori, passaggio generazionale, innovazione tecnologica, modelli mentali, pensiero sistemico, sviluppo personale e professionale, certificazione etica delle organizzazioni.

Adotta varie Metodiche tra cui: Learning Organization, OST (Open Space Technology), Visioning, GOPP (Goal Oriented Project Planning), Problem solving, Metaplanning, Role Playing, PCM (Project Cycle Management), Coaching e Team Coaching, Audit sul personale, Plenarie motivazionali, EASW (European Awareness Scenario Workshop), Teamwork, Facilitazione dell'apprendimento, Approccio sistemico. Attualmente è presidente dell'Associazione Learning Cities.

Aida Hoxa

Responsabile della sede di Brindisi del Centro Europa per la Scuola l'educazione e la società. La mission del Centro è costruire, attraverso la formazione, un'Europa aperta, democratica, impegnata per la pace, fatta di persone solidale con gli altri popoli. Gestisce un'agenzia di promozione e valorizzazione del territorio albanese. Referente per l'area balcanica per l'individuazione e il coinvolgimento di partner nella predisposizione di proposte progettuali.

Ulteriori informazioni

Informazioni sul prezzo :

La quota di iscrizione è di € 500 (IVA esente dpr 633/72) E' previsto lo sconto del 15% per l'iscrizione di 2 o più partecipanti della stessa azienda o struttura. Sono previste convenzioni con strutture ristorative per la pausa pranzo.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto