Laurea Specialistica in Ingegneria Dell'Automazione

Università degli Studi del Sannio
A Benevento

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea magistrale
  • Benevento
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso di laurea specialistica in ingegneria dell’automazione offre un percorso formativo equilibrato tra aspetti di carattere culturale-scientifico e formazione professionalizzante.
Rivolto a: Laureati in ingegneria.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Benevento
Corso Giuseppe Garibaldi, 107, 82100, Benevento, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di Laurea I Livello

Programma

LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA DELL'AUTOMAZIONE

DENOMINAZIONE

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria dell’Automazione, adeguamento del preesistente Corso di Laurea in Ingegneria Informatica, Indirizzo “Automatica e Sistemi di Automazione Industriale”.

CLASSE

Classe delle Lauree Specialistiche in Ingegneria dell’Automazione, numero 29/S, Facoltà di Ingegneria.

OBIETTIVI FORMATIVI

La crescente complessità e varietà dei moderni processi e servizi rende fondamentale il ruolo dell’automazione per lo sviluppo e l’innovazione tanto della produzione industriale quanto dell’offerta di servizi nei settori sia pubblico che privato.

Per rispondere adeguatamente alla domanda di automazione per l’innovazione, è quindi indispensabile la formazione di figure professionali che siano in grado di progettare, simulare, controllare e gestire moderni sistemi di produzione e di
servizi, sempre più articolati e complessi. In particolare, il laureato specialista in ingegneria dell’automazione può operare:

  • nella progettazione e ingegnerizzazione dei sistemi di automazione industriale e di controllo dei processi produttivi e delle macchine;
  • nella direzione e gestione di impianti industriali altamente automatizzati;
  • nella progettazione ed integrazione di strumenti di simulazione e controllo per sistemi propri del settore dei trasporti (autoveicoli, treni, aerei), della produzione e distribuzione dell’energia elettrica, dell’industria di processo.

    In coerenza con tali obiettivi formativi, il corso di laurea specialistica in ingegneria dell’automazione offre un percorso formativo equilibrato tra aspetti di carattere culturale-scientifico e formazione professionalizzante. La preparazione di base e quella specifica fornite al laureato nel corso di laurea specialistica in ingegneria dell’automazione gli consentono di:

  • utilizzare con competenza gli strumenti teorico-scientifici della matematica, della fisica e dell’informatica per modellare e simulare impianti, processi e sistemi dinamici in genere, e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi che richiedono un approccio interdisciplinare;
  • controllare sistemi dinamici e processi industriali, con particolare riferimento ai sistemi meccanici ed elettromeccanici;
  • pianificare, progettare e gestire sistemi e servizi complessi e/o innovativi, come ad esempio impianti industriali automatizzati, sistemi di produzione e distribuzione dell’energia elettrica, sistemi di trasporto, sistemi ambientali;
  • impiegare tecniche di modellistica e controllo avanzate per rappresentare, regolare e simulare processi e sistemi complessi;
  • analizzare e progettare sistemi di controllo modulari e la loro integrazione in gerarchie di automazione industriale;
  • conoscere l’organizzazione aziendale e proporre strumenti e metodologie avanzate per la gestione d’impresa;
  • utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese in ambito tecnico-scientifico.

    La fase finale del curriculum di studi del corso di laurea specialistica è rivolta a un’intensa attività di progettazione, con l’obiettivo di tradurre le competenze generali e specifiche acquisite in competenze professionalizzanti.

    A tal fine, l’attività di progettazione è preferibilmente svolta in collaborazione con imprese o centri di ricerca applicata. Sono ammessi al corso di laurea specialistica gli studenti in possesso di una laurea in ingegneria, subordinatamente al possesso di un numero minimo di crediti negli ambiti di base e caratterizzanti. Gli studenti laureati in ingegneria non in possesso del numero minimo di crediti possono accedere al corso di laurea specialistica con un corrispondente debito formativo.

    Gli studenti in possesso di laurea in ingegneria informatica o in ingegneria energetica rilasciata dalla facoltà d’ingegneria dell’università del Sannio sono ammessi senza debiti formativi. In ogni caso, l’ammissione al corso di laurea specialistica è condizionato al superamento di una prova di accesso.

    È consentita l’iscrizione sub-condicione al corso di laurea specialistica quando il numero dei crediti ancora mancanti per il conseguimento della laurea non sia superiore ad una soglia prefissata. In ogni caso non è consentito acquisire crediti relativi alla laurea specialistica senza avere prima conseguito la laurea.

    Il numero massimo dei crediti mancanti per l’iscrizione sub-condicione, le modalità della prova di accesso, le modalità di determinazione dei debiti formativi e delle conseguenti attività di recupero sono disciplinati dal regolamento didattico del corso di studio.

    QUADRO GENERALE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

    L’attività didattica comprende di norma 60 CFU/anno, per un totale di 300 crediti complessivi. Nel manifesto annuale degli studi è precisato il dettaglio di questa attività, che comprende lezioni, esercitazioni, attività di laboratorio e progettazione, seminari, tutoraggio, orientamento, tirocinio.

    La didattica è svolta facendo ampio ricorso ad attività di laboratorio relative alle diverse discipline. La formazione si completa con un’importante attività di progettazione.

    Il prospetto delle attività formative del corso di laurea, con l’indicazione degli ambiti disciplinari e dei relativi settori scientifico-disciplinari e la distribuzione dei 300 CFU, è riportato in tabella, alla fine del documento.

    Questa elenca anche i CFU minimi relativi alla classe delle lauree specialistiche in ingegneria dell’automazione e quindi consente di verificare la conformità del prospetto ai criteri ministeriali.Il regolamento didattico disciplina le modalità di determinazione dei piani di studio individuali e di raccordo tra questi e i piani di studio seguiti per il conseguimento della laurea.

    PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO

    La prova finale consiste nella redazione e nella discussione pubblica, in presenza di una commissione appositamente nominata, di una tesi individualmente scritta, in cui sia stato sviluppato, sotto la guida di un docente relatore, un argomento caratterizzante il profilo culturale e/o professionale prescelto.

    La preparazione della tesi può richiedere lo svolgimento di attività di ricerca, di progettazione e di laboratorio.
    Lo studente deve dimostrare di aver conseguito una buona padronanza degli argomenti, la capacità di operare in modo autonomo e un buon livello di capacità di comunicazione.

    INSEGNAMENTI

  • Matematica, informatica e statistica
  • Fisica e chimica
  • Ingegneria dell’automazione
  • Discipline ingegneristiche
  • Cultura scientifica,umanistica, giuridica,economica,socio-politica


  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto