LE SOLUZIONI CONCORDATE DELLA CRISI D'IMPRESA

Altalex Formazione
A Padova e Roma

171 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Evento
  • In 2 sedi
  • 7 ore di lezione
  • Durata:
    1 Giorno
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Altalex Formazione pubblica su emagister.it il seminario “Le Soluzioni Concordate della Crisi d’Impresa”, un evento che intende approfondire e chiarificare la disciplina in materia, contraddistinta da un complesso di norme recentemente introdotte che lavorano su un doppio livello: da un lato l’esigenza di mantenere l’attività imprenditoriale e l’occupazione dell’impresa e dall’altro la necessità di garantire la miglior soddisfazione dei diritti dei creditori.

Il seminario si sviluppa in un’unica giornata intensiva e si svolgerà a Padova e a Roma.

Il programma, che emagister.it riporta in fondo a questa pagina, è denso e cercherà di coprire tutti gli aspetti del tema trattato, dai recenti interventi della giurisprudenza di legittimità su aspetti controversi in materia di controllo giurisdizionale sulla proposta di concordato preventivo, alle complesse tematiche riguardanti l’applicazione della disciplina di riforma del diritto concorsuale, oltre all’analisi delle funzioni del professionista attentatore, fino alla nomina del commissario giudiziale e molti altri temi.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Padova
Via A.Grassi,2, 35129, Padova, Italia
Visualizza mappa
Da definire
Roma
Via Cavour 50/A, 00187, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

ARGOMENTI TRATTATI L’assistenza dell’imprenditore in crisi o in stato di insolvenza Le scelte operative di definizione della crisi o di gestione dell’insolvenza La prospettiva liquidatoria e quella di risanamento Le tecniche di costruzione del piano di liquidazione o di risanamento sottostante alla soluzione concordata Le soluzioni stragiudiziali La presentazione della domanda di concordato Le condizioni di ammissibilità I limiti del controllo giurisdizionale: legittimità, fattibilità, convenienza, meritevolezza. La divisione dei creditori in classi: valutazione di correttezza dei criteri utilizzati

· A chi è diretto?

Il seminario intende fare luce e approfondire le tematiche riguardanti le soluzioni concordate della crisi d'impresa.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

ARGOMENTI TRATTATI L’assistenza dell’imprenditore in crisi o in stato di insolvenza Le scelte operative di definizione della crisi o di gestione dell’insolvenza La prospettiva liquidatoria e quella di risanamento Le tecniche di costruzione del piano di liquidazione o di risanamento sottostante alla soluzione concordata Le soluzioni stragiudiziali La presentazione della domanda di concordato Le condizioni di ammissibilità I limiti del controllo giurisdizionale: legittimità, fattibilità, convenienza, meritevolezza. La divisione dei creditori in classi: valutazione di correttezza dei criteri utilizzati

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

ARGOMENTI TRATTATI L’assistenza dell’imprenditore in crisi o in stato di insolvenza Le scelte operative di definizione della crisi o di gestione dell’insolvenza La prospettiva liquidatoria e quella di risanamento Le tecniche di costruzione del piano di liquidazione o di risanamento sottostante alla soluzione concordata Le soluzioni stragiudiziali La presentazione della domanda di concordato Le condizioni di ammissibilità I limiti del controllo giurisdizionale: legittimità, fattibilità, convenienza, meritevolezza. La divisione dei creditori in classi: valutazione di correttezza dei criteri utilizzati

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Liquidazione
Risanamento
Concordato

Professori

Fabio Miccio
Fabio Miccio
Dott.

Magistrato dal 1996, da sette anni presta servizio presso la sezione fallimentare del Tribunale di Roma. Già docente presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università La Sapienza di Roma e titolare dell’insegnamento a contratto di Diritto Fallimentare presso l’Università di Malta – Link Campus di Roma, è autore di numerosi contributi ed articoli in opere collettanee e per riviste di settore.

Programma


ARGOMENTI TRATTATI
  • L’assistenza dell’imprenditore in crisi o in stato di insolvenza
  • Le scelte operative di definizione della crisi o di gestione dell’insolvenza
  • La prospettiva liquidatoria e quella di risanamento
  • Le tecniche di costruzione del piano di liquidazione o di risanamento sottostante alla soluzione concordata
  • Le soluzioni stragiudiziali
  • La presentazione della domanda di concordato
  • Le condizioni di ammissibilità
  • I limiti del controllo giurisdizionale: legittimità, fattibilità, convenienza, meritevolezza.
  • La divisione dei creditori in classi: valutazione di correttezza dei criteri utilizzati
  • - Il pagamento in percentuale del ceto creditorio privilegiato: condizioni di ammissibilità
  • - L'accertamento di atti di frode commessi prima del deposito della domanda
  • - L'accertamento della mancanza di condizioni di ammissibilità: procedimento di cui all'art. 173 l. fall.
  • - L'adunanza dei creditori e le dichiarazioni di voto
  • - Il giudizio di omologazione-
  • - Le opposizioni
  • - Il giudizio di convenienza
  • - Il parere del CG ex art. 180 l. fall.
  • - La sopravvenuta infattibilità
  • - Gli effetti delle modifiche introdotte dalla legge n. 98/2011
  • - La sopravvenuta non fattibilità: rilevanza
  • - Il decreto di omologazione
  • - L'esecuzione
  • - Il concordato per cessione dei beni
  • - Il ruolo del g.d., del c.d.c. e del commissario giudiziale
  • - Le prerogative del liquidatore giudiziale
  • - Il richiamo alle norme di cui agli artt. 105 - 108 l. fall.
  • - Il piano di liquidazione
  • - Il rendiconto della liquidazione
  • - La nuova disciplina della risoluzione: nel concordato per cessione ed in quello di risanamento
  • - L'annullamento
  • - Le attestazioni del professionista nel concordato preventivo, nei piani di risanamento e negli accordi di ristrutturazione
  • - Modalità operative del professionista
  • - Modalità redazionali dell’attestazione
  • - Funzione della attestazione
  • - Limiti e natura della responsabilità civile e penale del professionista
  • - Accordi di ristrutturazione: problemi interpretativi ed applicativi della normativa in vigore prima dei più recenti interventi
  • - L’elaborazione della giurisprudenza
  • - La nuova disciplina scaturita dalla legge n. 122/2010
  • - La prededuzione di cui all’art. 182 quater l. fall.
  • - L’anticipazione dell’effetto protettivo
  • - La transazione fiscale:
  • - Autonomia o endoconcorsualità
  • - Obbligatorietà o facoltatività
  • - Il procedimento
  • - Il consolidamento del debito tributario
  • - La transazione fiscale e il concordato preventivo
  • - La transazione fiscale e gli accordi di ristrutturazione
  • - Legittimità e natura dell’intervento del p.m. nel concordato preventivo
  • - Legittimità e natura dell’intervento del p.m.negli accordi di ristrutturazione
  • - L’art. 173, comma 1° l. fall.
  • - L’esenzione dai reati di bancarotta di cui all’art. 217 bis introdotto dalla legge n. 122/10
  • - Il cd. preconcordato, o concordato in bianco (le novità del "Decreto del Fare")
  • - I finanziamenti interinali
  • - I pagamenti dei creditori strategici
  • - Concordato preventivo e contratti pendenti
  • - Il concordato con continuità aziendale
  • - La nuova fattispecie di reato introdotta dall'art. 236 bis l. fall.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto