Letteratura italiana III

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Descrizione Obiettivi e Contenuti
Vie e forme della satira tra Sette e Ottocento
Nell’intento di fornire una panoramica selettiva e ragionata dell’ampio arco che collega il Settecento italiano all’Unità, il corso quest’anno si propone una riflessione sulle molteplici configurazioni della scrittura satirica tra Sette e Ottocento, espressione – sempre – di una nuova, pur diversificata presa sulla realtà. Il percorso partirà dalla satira sociale di Parini, passando per quella alfieriana, segnata dall’immediatezza delle esperienze rivoluzionaria e napoleonica, per giungere ai vari tempi della linea satirica, sostanzialmente esistenziale di Leopardi, che lascia tracce – forse sorprendenti – in uno scrittore risorgimentale e “costruttivo” come Ippolito Nievo. Sarà così possibile inoltre aprire il discorso a una serie di approfondimenti su questioni metodologiche di carattere generale, come il confronto con un’edizione antica (ad esempio la princeps del Misogallo, con visita alla Biblioteca Salita dei Frati), la lettura di un’edizione critica (sugli esempi del Giorno e delle Operette morali), la pratica dell’edizione commentata (sul recente commento al Barone di Nicastro).

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Programma

Descrizione

Obiettivi e Contenuti
Vie e forme della satira tra Sette e Ottocento

Nell’intento di fornire una panoramica selettiva e ragionata dell’ampio arco che collega il Settecento italiano all’Unità, il corso quest’anno si propone una riflessione sulle molteplici configurazioni della scrittura satirica tra Sette e Ottocento, espressione – sempre – di una nuova, pur diversificata presa sulla realtà. Il percorso partirà dalla satira sociale di Parini, passando per quella alfieriana, segnata dall’immediatezza delle esperienze rivoluzionaria e napoleonica, per giungere ai vari tempi della linea satirica, sostanzialmente esistenziale di Leopardi, che lascia tracce – forse sorprendenti – in uno scrittore risorgimentale e “costruttivo” come Ippolito Nievo. Sarà così possibile inoltre aprire il discorso a una serie di approfondimenti su questioni metodologiche di carattere generale, come il confronto con un’edizione antica (ad esempio la princeps del Misogallo, con visita alla Biblioteca Salita dei Frati), la lettura di un’edizione critica (sugli esempi del Giorno e delle Operette morali), la pratica dell’edizione commentata (sul recente commento al Barone di Nicastro).

Modalità d’esame

È possibile scegliere tra le seguenti modalità:
- un test scritto a metà semestre (30%) + un esame orale in sessione (70%);
- un esame orale in sessione (100%).

Programma d’esame e testi adottati
Letture e argomenti trattati a lezione, nel corso del semestre:
- V. Alfieri, Satire – Il Misogallo, in Id., Scritti politici e morali, a cura di C. Mazzotta, vol. III, Asti, Casa d’Alfieri, 1984 (scelta).
- G. Leopardi, Operette morali, ed. critica a cura di O. Besomi, Milano, Fondazione A. e A. Mondadori, 1979; per l’acquisto: Operette morali, presentazione di G. Getto, commento di E. Sanguineti, Milano, Mursia, 1982 (e ristampe).
- I. Nievo, Il Barone di Nicastro, a cura di S. Contarini, Roma-Napoli, Ricciardi, 2015.
- G. Parini, Il Giorno, ed. critica a cura di D. Isella, commento di M. Tizi, Parma, Fondazione Pietro Bembo - Guanda, 1999; per l’acquisto: Il Giorno – Le Odi, a cura di E. Bonora, Milano, Mursia, 1984 (e ristampe).
- L. Blasucci, I tempi della satira leopardiana, in Id., I titoli dei ‘Canti’ e altri studi leopardiani, Venezia, Marsilio, 2011, pp. 199-219.
- V. Branca, L’ispirazione satirico-autobiografica e la sua storia ventennale, in Id., Alfieri e la ricerca dello stile con cinque nuovi studi, Bologna, Zanichelli, 1981, pp. 130-164.
- D. Isella, Diagramma pariniano, in Id., I Lombardi in rivolta. Da Carlo Maria Maggi a Carlo Emilio Gadda, Torino, Einaudi, 19842, pp. 70-78.
- G. Ferroni, Le vie della satira nella tradizione italiana, in La Satira in Italia dai Latini ai nostri giorni, Atti del Convegno nazionale, Pescara, Ediars, 2002, pp. 33-51.
-G. Mazzacurati, Pitagora a New York: per una prefazione al ‘Barone di Nicastro’ di Ippolito Nievo, in Id., Forma e ideologia (Dante, Boccaccio, Straparola, Manzoni, Nievo, Verga, Svevo), Napoli, Liguori, 1974, pp. 269-293.
-A. M. Mutterle, Osservazioni sullo stile satirico nel ‘Giorno’, in Interpretazioni e letture del ‘Giorno’, a cura di G. Barbarisi ed E. Esposito, Milano, Cisalpino, 1998, pp. 61-74.

Approfondimenti
- L. Blasucci, La posizione ideologica delle ‘Operette morali’, in Id., Leopardi e i segnali dell’infinito, Bologna, il Mulino, 1985, pp. 165-226.
- G. Bonalumi, Parini e la satira: l’evoluzione del linguaggio pariniano e la satira, Bologna, Cappelli, 1958.
- A. Di Ricco, La satira italiana del Settecento, in La satira in versi. Storia di un genere letterario europeo, a cura di G. Alfano, Roma, Carocci, 2015, pp. 197-216.
- S. Garau, Da Leopardi a Nievo: il ‘Barone di Nicastro’, «filosofo» e «viaggiatore», «Versants. Revue suisse des littératures romanes», n.s., 53-54, 2007, pp. 155-183.
- D. Isella, Il testo del ‘Giorno’, in Id., Le carte mescolate vecchie e nuove, a cura di S. Isella Brusamolino, Torino, Einaudi, 2009, pp. 115-191.
- Il riso leopardiano. Comico, satira, parodia, Atti del IX Convegno internazionale di studi leopardiani (Recanati, 18-22 settembre 1995), Firenze, Olschki, 1998.
Ulteriori indicazioni verranno forniti nel corso del semestre.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto