Lezioni di Yoga E/o Pilates per Gravidanza, Post-parto e Pre-parto

Namaskar A.S.D. Area Studi Discipline del Benessere
A Bologna

40 
IVA Esente
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Bologna
  • Durata:
    10 Mesi
  • Quando:
    Da definire
Descrizione


Rivolto a: principianti e avanzati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Bologna
via zucchini 8/d, 40125, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Pilates

Programma

lezioni di yoga e/o pilates per gravidanza, post-parto e pre-parto a bologna

insegnate diplomato di yoga, pilates, tai ji (diplomi coni uisp 2003, coni acsi 2002, coni acsi 2008) offre classi di gruppo e lezioni individuali di yoga e/o pilates per la gravidanza. esperienza di oltre 25 anni. I corsi sono mono o bisettimanali .

Il pilates e lo yoga, due discipline che si basano su respirazione, concentrazione e movimenti fluidi e dolci, sono ginnastiche ideali per gli esercizi pre-parto e post-parto. Durante la gravidanza il baricentro del corpo della donna si sposta in avanti per il peso del pancione, questo provoca spesso dolori alla schiena. Con gli eserci di yoga e pilates si sciolgono i muscoli della schiena, soprattutto il tratto lombale.

Il pilates e lo yoga insegnano anche a respirare correttamente è possibile apprendere una tecnica respiratoria stimolante uno stato di relax profondo e che aiuta a gestire i propri stati d’animo. Tale tecnica, una volta fatta propria, può essere utilizzata nel momento del bisogno, come ad esempio durante il travaglio. Una corretta respirazione infatti vi aiuterà ad ossigenare i tessuti, a diminuire le tensioni, e soprattutto a spingere meglio al momento del parto.

Yoga e pilates rinforzano i muscoli pelvici e del perineo (i muscoli coinvolti nel momento del parto), preparando ad affrontare il travaglio.

migliorano l’equilibrio e la postura

migliorano la circolazione sanguigna per prevenire così le vene varicose, problema che si presenta di frequente durante la gravidanza.

infine, aiutano a rilassarci riducendo i dolori in generale e contribuiscono a farci sentire in armonia con il nostro corpo che cambia.

aiutano a controllare l'aumento del peso nel periodo della gravidanza

Un lavoro importante viene fatto anche su i muscoli addominali, così da evitare che si separino facilmente sotto la pressione della gravidanza. Anche il diaframma viene stimolato positivamente dall’abbinamento di esercizi ad una corretta respirazione.

Non è, in fine, da tralasciare l’effetto benefico ottenuto dal sistema linfatico, stimolato da un continuo, ma leggero, lavoro di pompaggio articolare

Importante è anche l’attenzione da prestare al periodo post-parto, quando, cioè, tutti gli adattamenti, sia organici che strutturali, non risultano ancora rientrati. La cura, e la scrupolosità prestata all’allenamento nel periodo gestazionale, deve essere praticamente la stessa, almeno per le 10-12 settimane dopo il parto.

Naturalmente risulta essere d’obbligo la consulenza medica, che deve indicare possibilità, intensità, e periodicità dell’attività fisica

Con yoga e pilates si creano le condizioni ideali per raggiungere uno stato di rilassamento e di ascolto in cui sperimentare l'unità corpo-mente formata anche da madre e figlio, e in cui sviluppare un atteggiamento di accettazione dell'esperienza sia sul piano fisico che psicologico; è anche un percorso di preparazione al parto. Si pratica attraverso posizioni, lavoro sul respiro e meditazioni,

Nel programma si evitano flessioni e torsioni intense e tutti gli esercizi che possono schiacciare l'addome, così come tutto ciò che interrompe il respiro. E' consigliabile iniziare la pratica intorno al terzo mese di gravidanza, in modo da poter sentire al meglio la respirazione addominale e in seguito la toracica e la clavicolare e in modo da poter approfondire al meglio le competenze di ascolto del corpo. Non esiste infatti una sequenza di figure prestabilita, anche se vengono privilegiate posizioni che hanno effetto sulla parete pelvica, sulla colonna vertebrale e sulle articolazioni di caviglie e ginocchia.

E' stato dimostrato da ricerche scientifiche (Journal of Alternative and Complementary Medicine, 2005 Apr. 11/2 pp. 237-44) che praticare Yoga in gravidanza diminuisce sensibilmente i tempi del travaglio e la possibilità di far nascere neonati sottopeso. Più in generale aiuta a vivere meglio i cambiamenti fisici: eventuali disturbi alla colonna vertebrale dovuti alla diversa postura, nausea, gonfiori, senso di pesantezza, disturbi della digestione e le difficoltà della respirazione dovute alla limitazione del movimento del diaframma. Dal punto di vista psicologico la donna in gravidanza può vivere stati di timore o di ansia: le posizioni Yoga, insieme al lavoro sul respiro, aiutano a ritrovare serenità ed equilibrio. La pratica favorisce l'ascolto del corpo e dei suoi bisogni e ciò lo rende disponibile e ricettivo alla nascita del bambino.


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto