Lingue e Letterature Moderne

Università degli Studi di Roma Tor Vergata
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Roma
Descrizione

Obiettivo del corso: Il ciclo di studi si propone di unire alla formazione culturale degli studi umanistici.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Columbia, 1, 00133, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma della scuola secondaria superiore o altro titolo di studio equipollente conseguito all’estero

Programma

CORSO DI LAUREA IN LINGUE E LETTERATURE MODERNE (Classe XI – Lingue e culture moderne)

INFORMAZIONI GENERALI

Presidente: Prof.ssa Marina Ciccarini

REQUISITI DI ACCESSO

Per l’immatricolazione al Corso di Laurea è richiesto il possesso del diploma della scuola secondaria superiore o altro titolo di studio equipollente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti.
Nel mese di settembre sono previste prove di orientamento e accesso programmato.
Tali prove sono obbligatorie anche per chi intenda iscriversi in seguito a passaggio, trasferimento o abbreviazione di corso da altro Corso di Laurea dell’Ateneo di Tor Vergata o di diverso Ateneo. Sono esonerati dal test coloro che provengono da passaggi, trasferimenti o abbreviazioni di corso, che abbiano al loro attivo almeno 30 CFU, di cui 10, obbligatoriamente, in discipline linguistiche e/o letterarie. Sono esonerati anche gli studenti del vecchio ordinamento che abbiano superato almeno tre esami, di cui uno, obbligatoriamente, in una lingua e letteratura.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il ciclo di studi si propone di unire alla formazione culturale degli studi umanistici:
- una solida padronanza scritta e orale di due lingue straniere e una discreta competenza di una terza lingua. - una sicura conoscenza del panorama letterario e culturale delle singole civiltà.
- una buona competenza della lingua e letteratura italiana;
- una buona capacità operativa nell’ambito dell’informatica e della comunicazione telematica, relativa ai possibili impieghi nel contesto delle discipline umanistiche.

ORIENTAMENTO

Il Consiglio di Corso di Laurea in Lingue e Letterature moderne (LLEM) ha costituito una Commissione Orientamento e piani di studi, operativa dal 1° settembre, i cui orari di ricevimento saranno consultabili sulle pagine del sito web di Ateneo e sulla porta degli studi dei docenti al II piano dell’edificio B.

ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA

Il Corso di Laurea in Lingue e Letterature moderne è articolato in 3 annualità e in 180 crediti formativi (CFU).
La didattica è organizzata in lezioni frontali, esercitazioni, studio individuale e autoapprendimento guidato.
5 CFU equivalgono a 30 ore di lezione frontale del docente, ovverosia a un modulo didattico. Ogni insegnamento può essere articolato in più moduli, che potranno anche essere affidati a docenti diversi. Un esame può dunque essere costituito da un modulo (5 CFU) o da due moduli (5CFU+5CFU).
I crediti formativi saranno acquisiti dallo studente con il superamento di un esame il cui voto minimo è diciotto trentesimi (18/30). La Commissione d’esame, composta di due docenti, può, all’unanimità, concedere il massimo dei voti (30/30) con lode.
Il percorso didattico prevede, nel suo insieme, alcuni insegnamenti (esami) obbligatori, altri a scelta guidata (che lo studente deve scegliere all’interno di un ventaglio prefissato) e altri ancora a scelta totalmente libera.

Piano di studi

Il piano di studio, che occorre compilare per potere sostenere gli esami, contiene le scelte dello studente circa le discipline che intende studiare durante il triennio universitario. ll piano di studio deve essere presentato alla Segreteria del Corso di studi entro il 5 dicembre del I anno di corso.

Le lingue

L’intera costruzione del percorso formativo si basa sulla scelta preliminare, da parte dello studente, delle due lingue, entrambe triennali, che intende studiare. Per ognuna delle due lingue lo studente dovrà sostenere tre esami. Riscuoterà così 25 CFU per una lingua (10 CFU al primo anno, 10 CFU al secondo anno, 5 CFU al terzo anno) e 25 CFU per l’altra.
Lo studente deve inoltre indicare una terza lingua della quale dovrà ottenere una conoscenza meno approfondita e non professionalizzante, pari a 5 CFU.

Le letterature e le filologie

La scelta delle lingue triennali comporta l’obbligo di inserimento nel percorso formativo delle relative letterature. Agli esami di letteratura è legata la riscossione di 20 CFU per ogni letteratura (40 CFU in tutto).
Per quanto riguarda le filologie, se le due lingue appartengono alla stessa famiglia (romanza, germanica, slava) lo studente dovrà riscuotere 10 CFU nell’ambito rispettivamente della Filologia romanza, germanica o slava; se le due lingue appartengono a famiglie diverse, lo studente dovrà riscuotere 5 CFU nella Filologia relativa all’una e 5 CFU nella Filologia relativa all’altra.
Le tre lingue (due triennali e una annuale), le due letterature e le due filologie coprono la riscossione di 105 CFU su 180.

Altre discipline

Oltre alle lingue e alle relative letterature e filologie, sono obbligatori per tutti i percorsi formativi:
a) due moduli (per un totale di 10 CFU) nel settore della Letteratura italiana;
b) un modulo (5 CFU) di Linguistica italiana finalizzato ad una migliore competenza nella lingua d’origine;
c) un modulo (5 CFU) di Linguistica generale e applicata (modulo A) o di Fondamenti di glottologia e linguistica (modulo A);
d) due moduli di informatica (10 CFU).

I restanti 45 CFU devono essere riscossi dallo studente nel seguente modo:
a) 25 CFU devono essere scelti nell’ambito delle discipline storiche, storico-artistiche, geografiche, sociologiche, filologiche classiche e filosofiche (esami a scelta guidata), di cui 10 CFU obbligatoriamente nell’ambito di Storia moderna, medievale o contemporanea (per gli slavisti, almeno 5 CFU in Storia dell’Europa orientale);
b) 10 CFU corrispondono ad attività formative scelte dallo studente (cioè 1 o 2 esami a scelta libera tra tutte le discipline dell’Ateneo);
c) 10 CFU si riscuotono con il superamento della prova finale.

Presentazione del piano di studi

Tutti gli studenti sono tenuti a presentare il loro piano di studio entro il 5 dicembre dell’anno in corso.
Gli studenti iscritti agli anni successivi al primo che non effettuino modifiche devono comunque ripresentare il piano di studi.
Lo studente deve scaricare il modulo dal sito della Facoltà (2), compilarlo secondo le istruzioni di questa guida (un facsimile del modulo è riprodotto alla fine della presentazione del Corso di Laurea), firmarlo e presentarne 3 copie, per l’approvazione, a un docente responsabile dell’Orientamento (vedi pagina relativa all’Orientamento in rete), che le controfirmerà. Due copie saranno ritirate dallo stesso docente mentre la terza sarà restituita allo studente come documento, insieme al libretto universitario, da esibire obbligatoriamente prima di ogni esame.

FREQUENZA

La frequenza non è obbligatoria, ma fortemente consigliata per tutte le discipline del Corso di Laurea.
Lo studente dovrà acquisire, nel corso del triennio, un’ottima conoscenza della lingua straniera. Tale obiettivo è realizzabile con maggior efficacia frequentando con regolarità corsi ed esercitazioni predisposti allo scopo. Si raccomanda, pertanto, di seguire con la massima puntualità, e secondo le indicazioni fornite dai docenti responsabili degli insegnamenti di lingua straniera, le attività programmate all’interno dei singoli corsi.

Corsi di lingua

I corsi di lingua straniera tenuti presso il Corso di Laurea si compongono del corso ufficiale del docente e del lettorato annuale (dal 1° ottobre a metà maggio circa). Per verificare i livelli di conoscenza delle lingue inglese, francese e tedesca saranno effettuati a partire dalla fine di settembre dei test iniziali di valutazione, obbligatori (da non confondere con i test di accesso), che avranno scopo puramente orientativo per la divisione in gruppi.

Per maturare 10 crediti di lingua occorre seguire i moduli del docente + il lettorato. Chi possiede una conoscenza già approfondita della lingua scritta e orale (per il riconoscimenti dei diplomi vedi la voce Riconoscimenti) può essere esonerato dalla frequenza del lettorato e del laboratorio, ma non da quella del corso del docente. A queste attività seguiranno esami scritti e orali. Chi debba maturare 5 crediti di lingua, deve frequentare le stesse lezioni ed esercitazioni, ma sostenere esclusivamente un esame orale.

Il Laboratorio linguistico (Direttore: prof.ssa G.Catalano, studio 11) fornisce strumenti e materiali didattici fondamentali per il raggiungimento dei diversi livelli di competenza. La regolare frequenza del Laboratorio è considerata attività altamente formativa, indispensabile per potenziare le principali abilità linguistiche

PROVA FINALE

Lo studente consegue la Laurea in Lingue e Letterature moderne dopo aver superato gli esami e le altre prove di verifica del profitto previsti dal proprio piano di studi, nonché la prova finale, che consiste nella discussione di un elaborato scritto su un argomento coerente con il proprio piano di studi (in qualsiasi disciplina in cui siano stati maturati almeno 5 CFU) e nell’accertamento delle competenze linguistiche acquisite.

TUTORATO

E’ istituita la figura del docente Tutore: a ogni studente è assegnato, o può essere scelto dallo studente, un docente di riferimento, che può anche non coincidere con i docenti delle aree culturali prescelte. Compito del Tutore è quello di consigliare lo studente nella elaborazione di un percorso didattico e di aiutarlo a orientarsi nelle problematiche accademiche e culturali. E’ indispensabile che lo studente abbia un Tutore e vi faccia riferimento nel corso dei suoi studi.

STAGES

Il Corso di Laurea in LLEM offre agli studenti e ai laureati la possibilità di partecipare a stages della durata di sei mesi in aziende europee e paesi in adesione nell’ambito del progetto comunitario “Leonardo da Vinci”.
Sono attivi inoltre accordi con le Rappresentanze diplomatiche e gli Istituti di Cultura di Roma di diversi Paesi europei e con la società consortile “Colline Romane”.

BORSE DI STUDIO

La Facoltà di Lettere e l’A.DI.S.U. mettono a disposizione degli studenti borse di studio nella forma di benefici per merito o per attività di collaborazione part-time presso i servizi della Facoltà (Biblioteca, Laboratori, ecc. ). Le modalità di partecipazione alla selezione sono indicate nei relativi bandi di concorso consultabili sul sito.
Per gli studenti del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere è fortemente consigliata la partecipazione al programma di scambi Erasmus che permetterà loro di frequentare università straniere e di ottenere il riconoscimento degli esami sostenuti all’estero. Per informazioni vedi il sito Erasmus di Facoltà.

PROFILI E SBOCCHI PROFESSIONALI

Gli sbocchi professionali che si offrono al laureato in Lingue e Letterature moderne sono quelli dell’impiego in enti pubblici e privati, nei settori dei servizi culturali, del giornalismo, dell’editoria tradizionale ed elettronica e in Istituti di cultura di vario tipo, nell’intermediazione tra le culture dell’Europa e fra queste e quelle dell’America e dell’Asia, in contesti multietnici e multiculturali.

Ulteriori informazioni

Stage: Stages della durata di sei mesi in aziende europee e paesi in adesione nell’ambito del progetto comunitario “Leonardo da Vinci”

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto