Lingue e letterature straniere

Università degli Studi di Udine
A Udine

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Udine
Descrizione

Dipartimento di riferimento del corso di studio: Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società

L’offerta didattica dell'Università di Udine si distingue per i suoi corsi legati allo sviluppo della società e delle nuove professioni. L’ateneo di Udine offre, inoltre, la Scuola Superiore, istituto d’eccellenza per il conseguimento della laurea magistrale, cui accedono per concorso i migliori studenti italiani e stranieri.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Udine
Via Palladio 8, 33100, Udine, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Lingue e letterature straniere

Programma

Dipartimento di riferimento del corso di studio: Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società

Obiettivi formativi

Lingue e Letterature Straniere viene istituita nel 1978 come prima facoltà dell’Università degli Studi di Udine. Nel corso degli anni si è consolidata l’alta qualità della formazione linguistica, letteraria e culturale nelle quattro lingue europee maggiormente studiate e parlate nel mondo (francese, inglese, spagnolo, tedesco), nelle lingue dell’Europa centro-orientale (ceco, polacco, romeno, serbo-croato, sloveno, russo, ungherese) e nelle lingue delle minoranze ‘locali’ (friulano, sloveno e tedesco). La qualità della didattica si esprime anche nell’eccellente rapporto studenti-docenti, negli ampi spazi per la didattica e lo studio individuale, nella biblioteca, nei laboratori linguistici, nell’elevato numero di qualificati collaboratori linguistici di madrelingua, e nell’ottimo servizio di tutorato e orientamento per gli studenti, in vigore sin dall’istituzione, prima che venisse formalmente istituito il servizio a livello nazionale e di Ateneo. Nell’ambito delle discipline impartite sono state attivate numerose convenzioni con atenei dislocati in Europa e nel mondo che offrono ai nostri studenti e a quelli delle università consorziate la possibilità di fruire di periodi di studio all’estero con il conseguente riconoscimento degli esami sostenuti all’interno di un percorso formativo internazionale di elevata qualità.

Relativamente agli obiettivi formativi i Laureati in Lingue e Letterature straniere sapranno:
– comunicare nelle lingue studiate ad un livello B2/C1 (la differenziazione varia alla luce delle opzioni linguistiche) del Quadro Comune Europeo di Riferimento;
– articolare, nelle lingue di riferimento, un discorso letterario, storico-culturale di buon livello, come tappa preliminare per un eventuale accesso alle lauree magistrali e, in un secondo momento, al Dottorato di ricerca;
– rapportarsi agli altri (nella professione e nella esperienza quotidiana) in modo equilibrato, flessibile, aperto, cooperativo e interdipendente;
– far dialogare sistemi di riferimento linguistico-culturale, armonizzando dinamiche interpersonali e interculturali originate da situazioni di ‘differenza’ etnica, linguistica, culturale, attraverso attività correlate alla capacità di espressione e condivisione di idee, motivazioni, progetti;

Nello specifico, gli studenti sapranno:

–    acquisire competenze e conoscenze relative alle lingue e alle letterature moderne, sapendole inserire nei relativi contesti storici e culturali;
– comprendere la complessità linguistica, culturale e letteraria del mondo a livello locale e globale;

– affrontare la diversità in modo consapevole, con un approccio interdisciplinare e versatile;

– comunicare in modo efficace le proprie idee, rispettando quelle degli altri e dialogando con essi in modo da raggiungere obiettivi comuni e condivisi.

Il percorso formativo del laureato in Lingue e Letterature straniere si articola lungo due fasi successive, l’una di formazione e l’altra di impostazione metodologica:
a)   la prima fase prevede un consolidamento delle competenze linguistiche e storico-letterarie relative alle lingue e culture di studio e un avviamento a una formazione di base in ambito informatico e telematico in relazione agli ambiti disciplinari specifici;
b)   la seconda fase prevede un approfondimento delle discipline proprie del contesto letterario e interculturale, che valorizzi in entrambi i casi le lingue come strumento privilegiato della comparazione tra diverse culture.

Sbocchi professionali

Il laureato in Lingue e letterature straniere risponde a un bisogno diffuso di nuove professionalità a livello di relazioni plurilingui e interculturali, sia nel settore pubblico (Enti locali, organizzazione della sanità, garanzia dei diritti civili e sociali, sistemi educativi, sicurezza e prevenzione dei conflitti, ecc.), sia nel settore privato (relazioni industriali, organizzazione del lavoro, commercio, nuove strutture produttive), imposte dai processi di globalizzazione economica, culturale e istituzionale. Da una adeguata consultazione con talune categorie professionali pertinenti, è emersa l'esigenza di preparare una figura che abbia una solida e accurata competenza linguistica e letteraria, in grado di operare nella complessità di una società civile aperta alle relazioni e alle innovazioni del mondo contemporaneo (redattori di testi letterari o settoriali presso strutture istituzionali e private ovvero nel campo dell'editoria, della convegnistica, della pubblicistica e dei mezzi di comunicazione). Infine, il corso, oltre a consentire l'inserimento nel mondo del lavoro, fornisce le basi linguistiche, culturali e disciplinari per proseguire gli studi in un corso di laurea magistrale finalizzato a una preparazione scientifica e professionale di livello superiore.

 

Se sei già iscritto al corso di laurea: informazioni su orari, programmi e didattica

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto