M-FIL/04 Storia dell’estetica

Università Telematica Guglielmo Marconi
Online

Chiedi il prezzo
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Metodologia Online
Inizio lezioni Flessible
  • Corso
  • Online
  • Inizio lezioni:
    Flessible
Descrizione

L’Università degli Studi Guglielmo Marconi, è la prima Università “aperta” (Open University), riconosciuta dal MIUR con D.M. 1 marzo 2004, che unisce metodologie di formazione “a distanza” (materiale a stampa, dispense, Cd Rom, piattaforma e-learning) con le attività di formazione frontale (lezioni, seminari, laboratori, sessioni di ripasso e approfondimento) al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento per lo studente.

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Flessible
Online
Inizio Flessible
Luogo
Online

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Arte

Programma

Programma del Corso

DISCIPLINA

Storia dell’estetica

DOCENTE

Sara Fortuna

CODICE DISCIPLINA: FIL04003

SSD: M-FIL/04

CREDITI: 06

OBIETTIVI E FINALITÀ DELL’INSEGNAMENTO

Il corso si propone di seguire la genesi e le principali tappe evolutive dell´estetica come disciplina, approfondendo le implicazioni filosofiche più generali legate all´introduzione di questo ambito disciplinare e mettendo in luce le relazioni complesse, sia di continuità che di rottura, tra l´estetica e le riflessioni filosofiche antecedenti alla sua nascita intorno al bello, al sublime, all´immagine, all´opera d´arte, all´agire tecnico-pratico.


Il corso è articolato in tre moduli. Nel primo modulo si introducono una serie di questioni generali legate alla nascita e allo statuto dell´estetica e si presentano le opere fondamentali a cui l´origine della disciplina è strettamente connessa: le riflessioni estetiche di Baumgarten, Batteux, Burke, Vico e dei filosofi dell´Encyclopedie. In seguito si ricostuisce il dibattito sulla fisiognomica di Lavater che coinvolge i maggiori filosofi tedeschi del ´700 e si mostra come le questioni emerse all´interno di tale dibattito siano centrali per la costituzione dell´estetica come disciplina. Ci si occupa in seguito della riflessione estetica di Herder e di quella di Kant con l´obiettivo di spiegare come queste trattazioni filosofiche costituiscano un punto di riferimento essenziale per le evoluzioni successive della disciplina. Si conclude questo modulo presentando le riflessioni estetiche e antropologiche di Schiller e di Humboldt che fungono in un certo senso da elementi di transizione tra il pensiero del XVIII e quello del XIX secolo.

Il secondo modulo è dedicato al ripensamento dell´Estetica nel XIX secolo nel quadro artistico e intellettuale del Romanticismo, dell´Idealismo tedesco e del pensiero post-hegeliano. Prendendo avvio dalle riflessioni dei principali esponenti della Romantik tedesca da Novalis a Jacobi, dai fratelli Schlegel a Hölderlin e dell´idealismo di Fichte e di Schelling si procede all´analisi della grandiosa elaborazione sistematica delle lezioni di estetica di Hegel, per poi concludere con l´analisi del pensiero post-hegeliano e dei fermenti potentemente innovativi che esso contiene: Schopenhauer, Nietzsche e Kierkegaard.

Il terzo modulo si occupa del profondo rivolgimento subito dalla disciplina nel XX secolo ponendo al centro la riflessione da essa attuata a partire dalla dimensione catastrofica della modernità e dal rapporto con la tecnica secondo le indicazioni fondamentali fornite da Adorno e Benjamin. Si presentano in seguito la riflessione neoidealista di Croce e le trattazioni di Wittgenstein e Heidegger. Le riflessioni estetiche della seconda parte del ´900 sorgono all´interno di precisi ambiti di riflessione filosofica ed è dunque all´interno di essi che andranno individuate e discusse: dal pensiero critico al marxismo, dalla fenomenologia all´ermeneutica e alla semiologia. Il modulo si conclude occupandosi di quelle che sono state, negli ultimi cinquant´anni, alcune questioni particolarmente dibattute nell´ambito dell´estetica: il rapporto tra arte e tecnica, il cinema e la riflessione teorica ad esso strettamente connessa, la neuroestetica.

PROGRAMMA DEL CORSO

  • Estetica come disciplina speciale e problema critico dell´estetica
  • Presentazione di storia dell´estetica: i prodromi nel pensiero greco e medievale
  • La nascita vera e propria della disciplina nel Settecento
  • Il testo fondatore: l´estetica di Baumgarten
  • Le riflessioni estetiche di Burke e Batteux
  • Il nucleo estetico della Scienza nuova di Vico
  • L´estetica dell´Encyclopedie
  • La fisiognomica di Lavater: un dibattito filosofico ed estetico
  • La Plastica di Herder
  • La Critica della facoltà di giudizio di Kant
  • Estetica e antropologia: Schiller e Humboldt
  • L´Ottocento e la Romantik: Jacobi, Novalis, i fratelli Schlegel
  • La riflessione estetica nell´idealismo di Fichte e di Schelling
  • Le lezioni di estetica di Hegel
  • Le riflessioni estetiche nel pensiero post-hegeliano: Kierkegaard, Schopenhauer e Nietzsche
  • La riflessione estetica, le catastrofi storiche e il problema della tecnica nel pensiero di Benjamin e Adorno
  • L´Estetica di Croce
  • Le Ricerche filosofiche di Wittgenstein: l´estetica come guardare-attraverso
  • Arte e linguaggio nel secondo Heidegger
  • Estetica e marxismo
  • Estetica e pensiero critico
  • Estetica e fenomenologia
  • Estetica ed ermeneutica
  • Estetica e semiologia
  • L´arte e la questione della tecnica
  • Lo statuto speciale del cinema
  • La neuroestetica

LIBRI DI TESTO

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Pietro Montani (a cura di), L´estetica contemporanea. Il destino delle arti nella tarda modernità, Roma, Carocci, 2003 (in particolare "Le Introduzioni")

Antologia di testi tratti da:

  • Immanuel Kant, Critica della facoltà di giudizio, Torino, Einaudi, 2001
  • Hegel, Estetica, Torino, Einaudi, 1993
  • Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Torino, Einaudi, 1983

Testo di approfondimento

  • Emilio Garroni, Estetica, Milano, Garzanti, 1992 (capitoli 1-4)

MODALITÀ DELL’ESAME FINALE

Prova scritta e/o orale

RICEVIMENTO STUDENTI

Previo appuntamento ()



Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto