Magistrale in Ingegneria Chimica per lo Sviluppo Sostenibile

Università Campus Bio-Medico di Roma
A Roma

5.750 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laurea magistrale
  • Roma
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: La Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica per lo Sviluppo Sostenibile conduce alla formazione di un ingegnere capace di progettare, realizzare e gestire impianti e tecnologie che, utilizzando le risorse naturali, rispettino l'integrità del patrimonio ambientale.
Rivolto a: L'accesso è consentito ai laureati che soddisfino i requisiti descritti nel Regolamento Didattico di corso di laurea e nel Regolamento di corso di studi, previo superamento delle prove di ammissione. E' altresì consentito l'accesso ai candidati in possesso di laurea di I livello o di titolo di studio conseguito all'estero a seguito di un corso universitario di area tecnico-scientifica di durata almeno triennale, ritenuto idoneo dalla Giunta di Facoltà.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Alvaro del Portillo, 21, 00128, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Possono accedere alla Laurea Magistrale tutti coloro che risultino in possesso dei requisiti indicati dal Regolamento Didattico di Ateneo e siano in possesso della Laurea triennale in Ingegneria Industriale o in una delle Lauree appartenenti alla classe L9 (Ingegneria dell’Automazione, Biomedica, Chimica, Elettrica, Energetica, Gestionale, dei Materiali, Meccanica, Nucleare, della Sicurezza e della Protezione Industriale).

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Ricerca, sviluppo sostenibile, cooperazione internazionale, scambio di know-how con le aziende e professionisti dell’industria che collaborano alla didattica. Con la Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica per lo Sviluppo Sostenibile, grazie ad un impegno di partnership con gruppi societari e aziende leader dell’ingegneria e dell’impiantistica, l’Università si propone di formare neo-ingegneri con un elevato grado di competenza che operino nei settori energetico, ambientale, chimico, petrolchimico, biotecnologico, farmaceutico e agroalimentare. Un ingegnere attento alla sostenibilità, cioè capace di progettare, realizzare e gestire impianti e tecnologie facendo un uso parsimonioso delle risorse naturali nel rispetto del patrimonio ambientale. Un percorso didattico innovativo per supportare concretamente i giovani qualificati fino all’inserimento nel mondo del lavoro. Allo scopo di favorire una stretta sinergia fra il mondo accademico e quello delle professionalità industriali e dare un impulso concreto all’ingresso dei giovani qualificati nel mondo del lavoro si è formalmente costituito un Comitato Università-Impresa.