Manager del Terzo Settore

Consorzio Innopolis
A Roma

5.000 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 200 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Formare gli allievi alla gestione manageriale di un’impresa del terzo settore, dotandoli delle competenze gestionali, legislative e comunicative necessarie.
Rivolto a: Laureati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Topino 35, 00199, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea triennale (nuovo ordinamento).

Programma

Obiettivi
Formare gli allievi alla gestione manageriale di un’impresa del terzo settore, dotandoli delle competenze gestionali, legislative e comunicative necessarie

Contenuti

  • MODULO 1: Il terzo settore e modelli organizzativi Definizioni: terzo settore, non profit, impresa sociale; Studio comparato delle organizzazioni di Terzo Settore. in Europa; Le grandi reti: federazioni, consorzi, organizzazioni; Attuali sistemi di welfare, riforme in Italia ed all'estero; I principi di base del terzo settore. Modelli di organizzazione e sviluppo di imprese sociali. Durata: 20
  • MODULO 2: Legislazione e normativa sul Terzo Settore Legislazione per le organizzazioni di TS: -decreto 460/97 Onlus, legge 266/91 per il volontariato; - Legge 8 novembre 1991, n. 381 (Disciplina delle Cooperative Sociali); Disposizioni regionali; Leggi per categorie specifiche Durata:10 h
  • MODULO 3: Organizzazione aziendale L'impresa e la sua organizzazione: i più comuni modelli organizzativi le scelte organizzative dell'impresa e le caratteristiche del mercato e del territorio d'insediamento i principali elementi che contribuiscono al funzionamento dell'impresa Definizione ed individuazione delle funzioni aziendali, ed attribuzione delle responsabilità L’organigamma Fattori che concorrono a produrre i risultati dell'impresa Durata: 30
  • MODULO 4: Gestione dell'impresa sociale: aspetti organizzativi La pianificazione strategica e l’organizzazione aziendale; Sistemi contabili Il bilancio sociale; Tipi di contratti; Applicazione delle tipologie di rapporto di lavoro Determinazione del bisogno di personale, la ricerca e selezione; Organizzazione del lavoro; Durata: 50
  • MODULO 5: Marketing Sociale e Fund raising Marketing sociale: I linguaggi dell’impresa sociale Obiettivi del marketing sociale Il piano di comunicazione sociale Elementi centrali di una campagna di marketing sociale Il fund raising nell'impresa sociale; Autofinanziamento: donazioni e attivita` connesse e il loro trattamento fiscale, sponsor; Reperimento e accesso a bandi pubblici; Reperimento e accesso a bandi U.E. ; Finanza ordinaria; Durata: 40
  • MODULO 6: Sistemi di promozione e comunicazione Comunicazione esterna; Networking a livello nazionale e transnazionale; Comunicazione interna. Durata: 20
  • MODULO 7: Progettazione di un'impresa sociale Businnes idea; Businnes plan: analisi dei bisogni e ricerca sul territorio; Tecniche di ricerca di mercato: domanda e offerta ; Analisi delle risorse; Simulazione di gruppo di progettazione di un'impresa sociale Durata: 30 Modalità formativa: verranno usati alternativamente la lezione frontale e metodi didattici attivi e partecipativi e il lavoro per Project work al termine del modulo, al fine di socializzare i saperi teorico-pratici del gruppo in formazione e di innescare un circuito ricorsivo tra teoria, pratica e ricerca.

Risultati attesi

• La conoscenza degli elementi caratterizzanti dell’impresa sociale ed il terzo settore in genere.
• Il possesso di competenze relative all’organizzazione e gestione aziendale, il fund raising, il lavoro per progetti e le modalità comunicative più appropriate
Modalità di valutazione competenze in uscita sono previste verifiche di apprendimento in itinere (questionari a risposta multipla svolti al termine di ciascun modulo) e una verifica finale basata sulla valutazione del project work sviluppato durante l’ultimo modulo del corso metodologie formative utilizzate. Le Lezioni frontali saranno privilegiate per la trasmissione di concetti, informazioni e schemi interpretativi che sarebbe dispersivo costruire attraverso una metodologia puramente induttiva. Le metodologie attive ed il project work saranno usati come funzioni di stimolo, di richiamo dell’attenzione, di offerta di modelli, di guida alla riflessione, di introduzione di transfert, di monitoraggio e di verifica degli apprendimenti, di offerta di feedback, e di lavoro di gruppo.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto