Mare Mare

Centro Educazione Ambientale
A Andrano

10 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Andrano
  • 4 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Un'escursione a contatto con il mare e il paesaggio e la fauna costieri.
Rivolto a: Classe 4^ e 5^ primaria, 1-2-3 media inferiore, tutte le classi scuola media superiore.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Andrano
Castello Spinola-Caracciolo , 73032, Lecce, Italia

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

Nel tratto di costa compreso tra il limite settentrionale del comune di S. Cesarea Terme e quello meridionale del comune di Castro, è possibile cogliere alcuni degli aspetti più suggestivi e affascinanti del Salento. La monotonia del basso profilo della penisola sembra avere, proprio in corrispondenza di quest’area, un sussulto. E’ la falesia a picco sul mare la caratteristica predominante, unitamente al fenomeno carsico, anch’esso di spiccata rilevanza.

Salpando dal piccolo porticciolo di Castro a bordo di tipiche e comode imbarcazioni in legno, infatti, sarà possibile scoprire l’incanto di una natura incontaminata capace di evocare ancora rare e forti emozioni. La costa vista dal mare, sotto la guida sapiente del nostromo e le note informative delle nostre guide. I paesaggi carsici delle grotte costiere, i baluardi di avvistamento delle vecchie torri, si alterneranno all’osservazione della flora rupicola abbarbicata sulle falesie, ai timidi voli dei colombacci che negli anfratti rocciosi trovano casa e rifugio.

A strapiombo sul mare, un mare che cambia colore, diventando scuro e cupo davanti alla grande bocca della Zinzulusa e poi di straordinari riflessi turchesi addentrandosi nella grotta “Azzurra”.

E da qui ancora grotte come la “Palombara”, la scura caverna della “Romanelli”, le “Striare” dipinte dall’ossido di ferro, fino a giungere alle note grotte sulfuree di Santa Cesarea tanto benefiche quanto avvolte da leggende e racconti truculenti che solo davanti alla bellezza dei palazzi moreschi e del mare rassicurante di primavera possono essere ascoltati senza incupirsi l’animo.

Dopo questi leggendari lidi, torniamo verso Castro non prima di aver volto lo sguardo in alto, nel mezzo di una fitta pineta, sulla cosiddetta “Torre Saracena”, in basso, a pochi metri dal mare, sulla torre di “Miggiano”. Rientriamo in porto; anziani pescatori preparano tutto per la sera; per salpare con la loro storica “Chianci” (Ciancialo).
PERIODO CONSIGLIATO: aprile-giugno
Nota: in caso di cattive condizioni atmosferiche non sarà possibile l’escursione in barca.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 25