Maschere

Associazione Culturale Dietro le Quinte
A Torino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Torino
  • 50 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Acquisizione delle capacità tecniche del modellato, sperimentazione della creazione della cartapesta, viaggio nelle rappresentazioni di bugakue gagaku.
Rivolto a:
Rivolto a: ogni età,specificità, nella diversa abilità, aggiornamento docenti, formazione.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
v.le madonna di campagna 5, 10147, Torino, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Programma

Le maschere giapponesi usate nelle esibizioni hanno una storia di 1300 anni documentata da numerosi esemplari sopravvissuti e studi critici.

La ricca varietà di maschere giapponesi include GIGAKU, BUGAKU, GYODO, NO, KIOGEN e maschere tradizionali. Tutte, eccetto le maschere GIGAKU. sono ancora usate nelle rappresentazioni di oggi, ognuna un'eloquente reliquia dell'epoca nella quale le danze fiorirono. Le danze BUGAKU filtrano nel Giappone dalla Corea e dalla Cina ed esistono maschere BUGAKU soprattutto del tardo periodo Heian e Kamakura (XI e XIII sec.); riflettono la grazia e la perfezione della corte Heian.

Di varia grandezza, raramente coprivano più della faccia. Alcune di loro, come per esempio NI-NO-MAI, ricordano le maschere GIGAKU nell'espressione e nelle dimensioni , ma le altre sembrano avvicinarsi alla raffinatezza e alle picole dimensioni delle maschere NO. Il IX sec vide un movimento di riforma e unificazione dei vari stili di danza in una forma BUGAKU o "musica della danza". L'imperatore Saga (809-23) incominciò questa riforma che coinvolse trasportando I differenti sistemi musicali per fare loro trovare posto a entrambi I sistemi di scala musicale, il RITSU e il RYO, importati dalla Cina. L'Ufficio della Musica collezionò e riarrangiò le danze straniere in una forma definitiva adatta alal nuova corte Heian, aggiungendo diverse danze native. Una forma tipo fu stabilita per il teatro, costumi e numero di musicisti e danzatori. La creatività e l'eccellenza segnarono il periodo.

I pezzi vennero raggruppati per contenuto "letterario" (BUN-NO-MAI), o danze quiete (HIRAMAI) - "danze militari" (BU-NO-MAI) - "danze dinamiche" (HASHIRIMAI) I documenti cominciarono a riferire ai pezzi con il nome piuttosto che al paese d'origine. In verità, la graduale perdita di consapevolezza delel origini dei pezzi condusse a una categorizzazione semplice in TOGAKU e SA-NO-MAI ("danze di sinistra") per i pezzi della Cina, India, Sud Asia, e KOMAGAKU o U-NO-MAI ("danze di destra") per I pezzi dei tre regni coreani. Questo sistema è usato ancora oggi.

Livello unico: tutte le età

  • Scelta progettazione

  • Modellato delle forme base

  • Creazione, distacco

  • Decorazione finitura

  • Applicazione accessori

  • La maschera in scena

  • Danze di destra e danze di sinistra

  • Rappresentazione

    Approfondimento :


  • Bugaku - Gagaku
  • Ulteriori informazioni

    Stage:

    si


    Alunni per classe: 15