MASTER BREVE IN DIRITTO CINESE

Altalex Formazione
A Bologna

576 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Bologna
  • 25 ore di lezione
  • Durata:
    5 Settimane
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Bologna
Via Boldrini, 4, 40128, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il master breve in diritto cinese si propone di introdurre i partecipanti al quadro dell'ordinamento giuridico cinese, con un focus specifico sulle tematiche inerenti gli investimenti e le operazioni commerciali sul mercato cinese. Il corso, che adotta un taglio pratico-operativo, si articola in cinque incontri, ognuno dedicato ad una particolare area a quelle di maggiore interesse nei rapporto commerciali con la Repubblica Popolare Cinese.

· A chi è diretto?

Si prenderà avvio da una mirata introduzione al panorama giuridico cinese per garantire una efficace comprensione dei temi del master. In particolare, saranno presi in esame l'assetto politico-istituzionale del paese e le dinamiche in atto al suo interno, legate anche al confronto con lo scenario internazionale, specie all'esito dell'adesione della RPC all'Organizzazione Mondiale del Commercio nel 2001.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Si prenderà avvio da una mirata introduzione al panorama giuridico cinese per garantire una efficace comprensione dei temi del master. In particolare, saranno presi in esame l'assetto politico-istituzionale del paese e le dinamiche in atto al suo interno, legate anche al confronto con lo scenario internazionale, specie all'esito dell'adesione della RPC all'Organizzazione Mondiale del Commercio nel 2001.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Si prenderà avvio da una mirata introduzione al panorama giuridico cinese per garantire una efficace comprensione dei temi del master. In particolare, saranno presi in esame l'assetto politico-istituzionale del paese e le dinamiche in atto al suo interno, legate anche al confronto con lo scenario internazionale, specie all'esito dell'adesione della RPC all'Organizzazione Mondiale del Commercio nel 2001.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Ordinamento giuridico cinese
Investimenti e operazioni commerciali

Professori

Antimo Cappuccio
Antimo Cappuccio
Avv.

Responsabile dell'unità cinese di un importante studio italiano di consulenza tributaria e legale. È avvocato in Italia ed ha conseguito un master in diritto cinese presso la prestigiosa università Tsinghua con sede a Pechino. È in Cina dal 2005 e effettua consulenze nei settori degli investimenti esteri, acquisizioni e fusioni, ristrutturazioni societarie, pianificazione fiscale. Vanta ampia esperienza in transazioni internazionali in diritto cinese e altri ordinamenti stranieri.

Gabriele Crespi Reghizzi
Gabriele Crespi Reghizzi
Prof. Avv.

Già Professore ordinario di Diritto privato comparato nella Facoltà di Giurisprudenza di Pavia (ha insegnato Diritto commerciale internazionale, Diritto dei paesi socialisti e Introduzione al Diritto cinese). Autore di svariate pubblicazioni sul diritto civile e commerciale cinese. Socio titolare dell'Accademia Internazionale di Diritto Comparato. Membro italiano della Corte Internazionale di Arbitrato presso la Camera di Commercio Internazionale (CCI) di Parigi dal 2003 al 2009; conciliatore presso la Camera di Commercio di Milano.l

Laura Sempi
Laura Sempi
Avv.

Professore a contratto di Diritto privato comparato presso l'Università del Salento. Dottore di ricerca presso la Scuola Superiore ISUFI (Istituto Superiore Universitario di Formazione Interdisciplinare) di Lecce con tesi dal titolo "Cina e globalizzazione giuridica: il caso della proprietà intellettuale". Dal 2009 collaboratrice scientifica del LiderLab (Laboratorio Interdisciplinare Diritti e Regole) della Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento "Sant'Anna" di Pisa. Autrice di diverse pubblicazioni sul diritto cinese nelle aree della proprietà intellettuale, della respons

Roberto Luzi Crivellini
Roberto Luzi Crivellini
Avv.

Programma

Si prenderà avvio da una mirata introduzione al panorama giuridico cinese per garantire una efficace comprensione dei temi del master. In particolare, saranno presi in esame l'assetto politico-istituzionale del paese e le dinamiche in atto al suo interno, legate anche al confronto con lo scenario internazionale, specie all'esito dell'adesione della RPC all'Organizzazione Mondiale del Commercio nel 2001.
Saranno poi trattate le tematiche delle transazioni commerciali in Cina. Verranno illustrati tanto i principi informatori della disciplina cinese dei contratti, quanto le principali clausole contrattuali ricorrenti nella prassi, ponendo attenzione alle peculiarità (anche e soprattutto culturali) che vengono in considerazione nella negoziazione con la controparte cinese.
Oggetto di specifica trattazione sarà il quadro regolatorio degli investimenti esteri: saranno presentate le modalità di penetrazione commerciale in Cina (accordi di distribuzione, franchising, ecc.), nonché i principali veicoli di investimento estero (Joint Ventures e WFOE) e alcuni aspetti rilevanti in materia di contratti di lavoro e concorrenza.
Oltre all’aspetto contrattuale - e dunque “fisiologico” - della relazioni con gli operatori cinesi, sarà dato spazio alle patologie contrattuali e, pertanto, alla risoluzione delle controversie che possono sorgere fra le parti. Sarà pertanto affrontato il tema del contenzioso commerciale in Cina, soffermandosi in particolare sugli strumenti di soluzione alternativa delle controversie (ADR), assai diffusi in Cina.
Sarà dedicata attenzione anche alla discussa tematica della tutela della proprietà intellettuale in Cina, prendendo in esame gli strumenti di tutela a disposizione dei titolari di privative intellettuali e alcuni suggerimenti pratici.

I docenti del master sono profondi conoscitori delle materie trattate, con ampia esperienza e con diverse caratterizzazioni professionali, che contribuiscono ad arricchire i contenuti del master. Si tratta di avvocati, giuristi, ma anche di arbitri, chiamati a comporre le controversie commerciali internazionali. Il taglio accademico è sottolineato dall’intervento di alcuni professori universitari, mentre l’approccio pratico è garantito in particolare dalla partecipazione di legali operanti da lungo tempo nel settore delle relazioni commerciali con la Cina.

I MODULO – Cina: istruzioni per l'uso
Bologna, 14 novembre 2014 (docente: Laura Sempi)

- Quadro politico-istituzionale della RPC
- L'impatto dell'adesione cinese all'OMC
- Organizzazione territoriale: province, regioni autonome, zone economiche speciali e regioni amministrative speciali (Hong Kong e Macao)
- Diritto internazionale privato (cenni)
- Regime di proprietà immobiliare
- Responsabilità civile (cenni)


II MODULO – Risoluzione delle controversie commerciali in Cina
Bologna, 21 novembre 2014 (docente: Gabriele Crespi Reghizzi)

- Soluzione giudiziale delle controversie. Struttura e funzionamento delle Corti del Popolo
- ADR in Cina: mediazione, conciliazione e arbitrato.
- Arbitrato commerciale: CIETAC (China International Economic and Trade Arbitration Commission), CMAC (China Maritime Arbitration Commission) e BAC
(Beijing Arbitration Commission)
- Riconoscimento ed esecuzione dei lodi arbitrali stranieri e internazionali in Cina
- Controversie in materia di investimenti e ricorso all'ICSID (International Centre for the Settlement of the Investment Disputes).


III MODULO – Contratti in Cina
Bologna, 28 novembre 2014 (docente: Roberto Luzi Crivellini)

- Normativa contrattuale cinese
- Analisi di alcune clausole (c. compromissoria, individuazione della legge applicabile al contratto, force majeure ehardship, cessazione del contratto, ecc.)
- Esercitazione: redazione di un contratto internazionale.


IV MODULO – Tutelare la proprietà intellettuale in Cina
Bologna, 5 dicembre 2014 (docente: Marina Timoteo)

- Quadro normativo
- Come ottenere brevettazione e registrazione marchi
- Diritto d'autore
- Contratti di trasferimento di tecnologia
- Tutela amministrativa, giudiziaria e doganale delle privative: profili pratici
- Analisi di alcuni casi

V MODULO – Investire in Cina
Bologna, 12 dicembre 2014 (docente: Antimo Cappuccio)

- Commercio in Cina: distribuzione, franchising, Uffici di rappresentanza
- Veicoli di investimento estero in Cina: Joint Ventures e WFOE
- Acquisizione di società cinesi
- Settori di investimento
- Cenni di diritto societario, tributario, del lavoro e antitrust- IDE cinesi in Italia: principio di reciprocità.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto