Master in Criminologia

Centro Europeo Psicosomatica Biofisica
A distanza

1.100 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • A distanza
  • Durata:
    6 Mesi
Descrizione

Obiettivo del corso: Il Master cura particolarmente la preparazione relativa alle Tecniche di Investigazione, Sopralluogo e Armi Chimiche, Profiling e Scena del crimine, Criminalità Internazionale, Criminalità e Immigrazione, Strategie delle emergenze, Omicidiologia, Serial Killers, tecniche di negoziazione in caso di presa di ostaggi – Unità di gestione delle crisi, Security Management, Nozioni di Intelligence, Il Personale secondo l’FBI, CIA, KGB e Servizi Italiani, Scienze della Sicurezza evoluzione internazionale, Valutazione della minaccia della globalizzazione del crimine.
Rivolto a: Destinato a: Psicologi, Medici, Psicanalisti (con formazione classica tramite percorso personale), Educatori, Sociologi, Operatori del volontariato e del terzo settore, Formatori, Assistenti Sociali, Operatori Socio Sanitari, Insegnanti di ogni ordine e grado, Fisioterapisti, Massoterapisti, Consulenti, Mediatori, Naturopati, Coach, Personal Trainer, e chi (pervio valutazione curriculum), appassionato e cultore della materia, desidera approfondire le svariate tematiche da noi proposte.

Informazione importanti

Domande più frequenti

· Requisiti

motivazione e interesse per la materia

Programma

Programma del Master in Criminologia

Nb: è possibile iscriversi in qualunque momento dell'anno.

Formazione a distanza – FaD – 60 Crediti Formativi -
Durata semestrale e Validità annuale. Ogni mese, per tutta la durata del corso (6 mesi con validità annuale), è previsto l'invio di materiale didattico con un questionario di verifica da compilare e inviare o via email o via posta ordinaria.

Nb: Il pagamento è suddiviso in 4 comode rate mensili pagabili entro e non oltre la fine del corso. Per chi sceglie di pagare in un unica soluzione è previsto uno sconto pari a 100 euro.

Programma del Master in Criminologia: Psicopatologia Forense, Criminal Profiling & Sociologia della Devianza - Metodologia criminologica, Criminologia generale, Criminologia clinica, Criminalistica, Criminogenesi, Criminodinamica, Difesa e Tutela sociale e territoriale, Associazioni criminali, Monitoraggio ed intervento sulle organizzazioni terroristiche, Tecniche di investigazione sul contesto, intelligence, detectivage, Tecniche di investigazione sulla Personalità, Metodologia psicopatologico-forense, Psicopatologia forense, Psichiatria forense, Psicologia giudiziaria, Sociologia della devianza, Tecniche di interpretazione e riconoscimento neuropsicologico, strumentale psicodiagnostico, Vittimologia, Tecniche di intervento preventivo e trattamentale individuale e di massa, Tecniche di negoziazione, Tecniche di condizionamento della Personalità, Metodologia generale e speciale della ricerca criminologica, Psicologia giudiziaria.

La criminologia è la scienza che studia i reati, gli autori, le vittime, i tipi di condotta criminale e le forme possibili di controllo e prevenzione. Nata da un'istanza pratica e fortemente collegata alle tradizionali attività forensi, la criminalistica ha di recente acquisito dignità scientifica autonoma, delimitando il proprio ambito disciplinare ed elaborando uno specifico statuto.
Ci sono storie di cronaca nera che rimangono scritte in maniera indelebile nella nostra memoria. Tutti noi ricordiamo almeno uno dei grandi casi di omicidio che hanno riempito le pagine dei giornali di questi ultimi anni. Magari perché ci è sembrato, in quel momento, particolarmente assurdo, o perché le indagini che ne sono seguite ci hanno tenuto con il fiato sospeso, proprio come in un romanzo giallo. E quando poi l'assassino è stato catturato, non abbiamo potuto fare a meno di domandarci se fossimo di fronte a un malato di mente oppure a un lucido e consapevole criminale.
L'evoluzione del crimine e dei criminali ha infatti portato a nuovi contributi, come quelli dedicati agli attentati dinamitardi, ai computer crimes, al circuito della pedopornografia on-line, ai crimini sessuali - casi di sadismo sessuale, autoerotismo estremo, pedofilia, necrofilia, stupro e omicidio seriali, uxoricidio (l'uccisione della partner o ex partner).
Quali individui commettono simili atti? Cosa li spinge? Con quanta frequenza si verificano certi comportamenti?
A tal proposito il criminal profiling permette di individuare le caratteristiche fisiche e psicologiche di chi commette un delitto a partire dagli elementi presenti sulla scena del crimine.
Approfondiremo il sentiero interpretativo che unisce i tre concetti di paura, criminalità e ordine, con l'intento di approfondirne criticamente ogni passaggio. Attraverso un percorso d'analisi multidisciplinare, si propone di superare la visione tradizionale che descrive la paura nelle società contemporanee come esito dell'assenza di politiche adeguate nel contrastare la criminalità dilagante e nel ristabilire l'ordine nelle città, dimostrando come essa sia un "luogo teorico" di costruzione di significati delle esperienze sociali e di produzione dell'ordine istituzionale.
Affronteremo anche fenomeni molto complessi, quali il turismo sessuale, l'infanticidio, i crimini informatici e la criminalità organizzata, valutando delle possibilità che permettano di intervenire e auspicalmente prevenire la scelta deviante. Di particolare rilievo, ci sono inoltre le tematiche inerenti il fenomeno della Shoah e Genocidio, oltre che il mobbing familiare. Viene inoltre affrontato in chiave critica l'esperienza della Psicologia penitenziaria.
Altra tematica in programma è il satanismo. Quando si parla di satanismo di solito lo si fa generando un notevole grado di confusione, perché si tende a enfatizzare gli aspetti più spettacolari, omettendo o minimizzando quelli più "privati", che poi sono anche quelli più autentici. Secondo i resoconti della maggior parte dei mezzi d'informazione, quasi tutte le sette sarebbero "sataniche" e commetterebbero crimini orripilanti. Esistono individui che violentano, torturano e uccidono "in nome del diavolo" ma, spesso, si tratta di soggetti che utilizzano il satanismo come pretesto o come giustificazione per motivare delle azioni originate da una patologia mentale personale.
Guerre di religione, suicidi collettivi, sacrifici umani, terroristi fondamentalisti... Da sempre violenza e religione sono inseparabili compagni di viaggio nella storia dell'uomo. Che cosa si cela dietro un crimine commesso per motivi religiosi? Chi uccide e perché?
Il fenomeno dei serial killer affonda le sue radici in un'intricata combinazione di fattori personali e sociali. Fattori che la psichiatria, la sociologia e la giurisprudenza cercano di illustrare e spiegare da un tempo relativamente recente. In quale ambiente familiare e sociale nasce e cresce l'omicida seriale? Chi è davvero il serial killer? Quali sono i meccanismi del suo agire?
Forniremo un quadro minuzioso del modus operandi dei diversi assassini, e affronteremo le dinamiche motivazionali e psicologiche che spingono i serial killer a scegliere le proprie vittime.
Dall'omicidio efferato all'assassinio seriale, dallo stupro all'attentato dinamitardo, dall'incendio doloso alla cattura di ostaggi. Come è possibile comprendere le motivazioni, le caratteristiche comportamentali e personologiche dei responsabili di questi crimini? Possiamo penetrare la logica delle loro azioni, il motore primo della perniciosa aggressività, lo stile e i rituali dei loro misfatti? Proprio di questo si occupa il criminal profiling: analizzando la scena del crimine nei suoi più piccoli dettagli, sulla scorta di studi epidemiologici e di conoscenze derivate dalla clinica, propone un identikit psicologico e comportamentale dell'aggressore, fornendo elementi utili alla sua identificazione ed alla cattura.