Master di Alta Formazione Sull'immagine Contemporanea

Fondazione Fotografia
A Modena

12.000 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Modena
  • Durata:
    2 Anni
Descrizione

Obiettivo del corso: Scopo principale del master è quello di formare professionisti in grado di concepire e realizzare progetti nel campo dell'immagine d'arte. I diplomati, avendo solide basi metodologiche e teoriche, saranno in grado di compiere analisi sistematiche ed approfondite del settore, riuscendo a identificare i concetti, le forme, le risorse e le tecniche necessarie allo sviluppo di un ciclo di progetto video-fotografico. Obiettivo finale del master è anche quello di mettere gli studenti in condizione di produrre lavori in grado di essere inseriti nei principali circuiti artistici.
Rivolto a: Possono accedere al master tutti coloro che dimostrino una spiccata propensione per l'ambito della fotografia, del video e in generale dell'immagine contemporanea. Il master non prevede quindi criteri di esclusione ma valuterà attentamente i titoli di studio, le esperienze professionali svolte e le motivazioni dei candidati. È prevista la partecipazione in qualità di uditori per un totale comunque non superiore alle 5 unità e in generale non superiore ad 1/5 degli iscritti. La partecipazione in qualità di uditore consente di frequentare lezioni e seminari e di assistere ad alcuni workshop.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Modena
via Emilia Centro 283, 41121, Modena, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

La selezione si baserà principalmente sulla valutazione dei titoli e dei documenti presentati dai candidati (in formato digitale o cartaceo). Inoltre, Fondazione Fotografia si riserva la possibilità di convocare i candidati per un colloquio di approfondimento o di richiedere loro ulteriore materiale sul proprio lavoro.

Programma

Il master di alta formazione sull’immagine contemporanea promosso da Fondazione Fotografia è un percorso didattico innovativo la cui finalità principale è quella di permettere agli studenti di costruire un proprio profilo professionale, confrontandosi con gli esperti del settore video-fotografico ed entrando in relazione con il sistema dell’arte.

Il master si inserisce nell’ambito del progetto Fondazione Fotografia, strettamente collegato con la collezione internazionale di fotografia e video di cui si sta dotando la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. È da considerarsi come la naturale evoluzione della sua azione di sostegno agli artisti nazionali e internazionali e dell'impegno a favore della formazione e della ricerca. È un percorso di alta formazione, fondato non soltanto su lezioni e seminari ma sull’insieme di tre azioni fra loro diverse e complementari: insegnare, promuovere, sostenere.

Insegnare
Il master propone dei corsi di studio che hanno l’obiettivo di mettere gli studenti in condizione di apprendere e riflettere su alcuni strumenti teorico-concettuali e metodologico-creativi fondamentali per lo sviluppo di una professionalità nell’ambito dell’immagine artistica. Gli insegnamenti, tenuti da professionisti ed esperti di diversa estrazione disciplinare, sono intesi come occasioni di sviluppo di un proprio pensiero critico e di confronto su temi rilevanti per la fotografia contemporanea. In questo senso, gli insegnamenti saranno sia frontali, sia seminariali, sia sperimentali.

Promuovere
Il master intende promuovere la partecipazione attiva e creativa degli studenti fornendo spunti ed occasioni per permettere a ciascuno di sviluppare un proprio “body of work”. Favorire, incentivare e aiutare gli studenti a individuare e definire prima una propria linea di ricerca, poi un proprio linguaggio per esprimerla è il secondo, fondamentale obiettivo di questo master.

Sostenere
Il master si occupa di sostenere e valorizzare i lavori e le ricerche degli studenti nel loro percorso di inserimento nel sistema dell’arte e della fotografia professionale in genere. In questo senso, il master intende attuare azioni di sostegno piuttosto che di mera valutazione, iniziative volte a definire degli orizzonti di sviluppo e di consolidamento di percorso professionale.

ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA

Il master propone un sistema formativo innovativo che coniuga le ispirazioni teoriche agli strumenti metodologici, alla sperimentazione e alla realizzazione empirica. Grande rilievo sarà dato ai momenti di confronto diretto con figure significative e centrali del sistema dell’arte (artisti, critici, galleristi, responsabili di musei, tecnici, ricercatori). Questi momenti saranno di formazione (lezioni, seminari, tutorial), di produzione (laboratori, sperimentazioni) ma anche di promozione.

La didattica è strutturata in cinque diversi percorsi tra loro complementari: Cultura Visuale, Storia della Fotografia, Progettazione, Iconografia, Metodi e Tecniche. Ogni percorso prevede un docente responsabile della definizione dei contenuti generali, dell’organizzazione dei corsi di base e del coordinamento degli altri esperti secondo un itinerario strutturato in: corsi di base, block seminar, workshop, sperimentazioni e tutorial.

I corsi di base sono lezioni frontali tenute da uno o più docenti allo scopo di mettere gli studenti in condizione di aumentare le conoscenze fondamentali per orientarsi nel complesso mondo dell’immagine artistica sia da un punto di vista concettuale che empirico e di aprire una serie di questioni che saranno affrontate e sviluppate durante le varie tappe dei singoli percorsi.

  • CULTURA VISUALE
    Teoria e Metodi della ricerca visuale; Media Studies; Communication Studies; Sociologia e Antropologia Visuale
  • STORIA DELLA FOTOGRAFIA
    Una prima parte storica dall’800 ad oggi con particolare riferimento al contemporaneo e una seconda parte divisa per questioni chiave
  • PROGETTAZIONE
    Ideazione, costruzione e presentazione di un progetto fotografico
  • ICONOGRAFIA
    Elementi di: storia dell’arte, architettura, multimedia, cinema e arti performative
  • METODI E TECNICHE
    Storia dei metodi e delle tecniche; Elementi di fotografia analogica e digitale, video

Ciascun percorso avrà inoltre a disposizione un quantitativo di ore da impiegare per Block Seminar, Workshop, Sperimentazioni, Tutorial e Pitching Sessions, per un totale di 350 ore.

Block Seminar: seminari intensivi tenuti da uno o più docenti su temi specifici di approfondimento degli argomenti generali introdotti nei corsi di base. Nei block seminar si privilegerà una modalità dialogica orientata al confronto e alla discussione di materiali messi a disposizione degli studenti preventivamente o affrontati durante i giorni di seminario.

Workshop: laboratori tenuti da artisti o professionisti in qualche modo legati al lavoro con le immagini, in cui è richiesta la partecipazione diretta ed attiva degli studenti nelle forme e nei modi che il singolo docente sceglierà di utilizzare. Prevedono un programma di messa alla prova o applicazione di alcuni dei concetti, metodi, questioni, spunti, provocazioni, ecc. proposti nei corsi di base e nei block seminar. I workshop possono inoltre scaturire in vere e proprie sperimentazioni empiriche i cui prodotti vengano mostrati e utilizzati sia all’interno sia all’esterno del master.

Tutorial: il lavoro degli studenti è supervisionato e monitorato regolarmente da tutor di livello internazionale.

DOCENTI E COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI

Ogni percorso sarà coordinato da un docente di riferimento, con la collaborazione e gli interventi di docenti e visiting professor e l’affiancamento di tutor di livello internazionale che seguiranno il lavoro degli studenti. Faranno parte del corpo docente, tra gli altri:

Simon Baker (Tate Modern), Gabriele Basilico (Fotografo) Francesca Bonetti (Istituto Nazionale della grafica), Gisela Bulacher (Folkwang Museum – Essen), Carlo Chatrian (critico cinematografico), Christine Frisinghelli (Camera Austria), Hou Hounru (curatore e critico d'arte), Vittorio Iervese (Università di Modena e Reggio Emilia), Shinji Kohmoto (senior curator Museum of Modern Art, Kyoto), Filippo Maggia (chief curator Fondazione Fotografia), Andrea Mi (Designer multimediale), Peter Mettler (Fotografo e videomaker), Nicholas Mirzoeff (New York University), Prasong Klinborrom (Direttore della Fotografia), Hans-Ulrich Obrist (curatore e critico d'arte), Sandra Phillips (senior curator SFMOMA), Olivier Richon (capo Dipartimento Fotografia del Royal College – London), Aleksandr Sokurov (regista cinematografico), Roberta Valtorta (storica e critica della fotografia).

La rete di collaborazioni con prestigiose istituzioni, università e accademie italiane e straniere, oltre che con importanti artisti, curatori e studiosi consentirà agli studenti del master di confrontarsi direttamente con esperienze centrali per la scena contemporanea. Alcune delle collaborazioni internazionali:

Academie St. Joost – Breda, Academy of Visual Arts – Lipsia, Akademie der Bildenden Künste – Vienna, Folkwang Museum – Essen, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo – Torino, Jeu de Paume – Parigi, Kunstuniversität – Linz, Moderna Museet – Stockholm, Moma – S. Francisco, Museo Reina Sofia – Madrid, Museum of Modern Art – Kyoto, Royal College of Art – Londra, Scotland’s Centre for Photography - Stills Gallery – Edimburgo, Serpentine – London, Stedelijk Museum – Amsterdam, Tate Modern – London, Tokio Metropolitan Museum of Photography – Tokio, Universidad Politecnica – Valencia, Universität fur angewandte Kunst – Vienna, Fotomuseum Winterthur – Winterthur.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto