Master di Fotoreportage

Centro Sperimentale di Fotografia Adams -
A Roma

2.550 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Roma
  • 200 ore di lezione
  • Durata:
    8 Mesi
  • Quando:
    Da definire
  • Crediti:
  • Stage / Tirocinio
Descrizione

Centro Sperimentale di Fotografia Adams presenta su emagister.it il Master di Fotografia di Reportage, una formazione specifica disegnata per chi vuole intraprendere il mestiere del reporter fotografico.

Obiettivo del Master è quello di fornire una buona cultura fotografica e le conoscenze pratiche per la realizzazione di progetti a breve e lungo termine, abilità indispensabili per creare la figura del reporter fotografico professionale.

Il programma formativo è volto a fornire le conoscenze teoriche e pratiche relative al mondo della fotografia del reportage. Le lezioni teoriche tratteranno vari argomenti, dal linguaggio del reportage alla costruzione di una narrazione per immagini, dall'ideazione di un progetto fotografico alla ricerca di sponsor, dall'uso di software per l'editing a quello per creare un libro fotografico, dalla costruzione di un portfolio all’uso dei formati multimediali. La parte teorica sarà affiancata da esercitazioni pratiche, uscite in gruppo e dallo sviluppo di un progetto personale.

Il corso ha una durata complessiva di 200 ore che saranno svolte nell’arco di 8 mesi. Centro Sperimentale di Fotografia Adams offre agli alunni del Master la possibilità di realizzare uno stage all'interno di una redazione giornalistica. Alla fine del corso sarà consegnato un attestato di frequenza ai partecipanti.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
VIA BIAGIO PALLAI 12, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Imparare la fotografia di reportage sotto ogni punto di vista, molti gli insegnanti e diverse le compenteze. Per fornire un più ampio panorama formativo.

· A chi è diretto?

Si rivolge a chi ha già esperienza fotografica generale. Non verranno affrontate tematiche tecniche non inerenti alla fotografia di reportage

· Requisiti

una discreta conoscenza tecnica, un corso per chi vuole intraprendere la professione del fotoreporter

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

verrai ricontattato via mail per le informazioni, e ti saranno date informazioni aggiuntive quando avremo aggiornamenti su altre iniziative

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Fotografia di reportage
Giornalismo fotografico
Fotografia contemporanea

Professori

Rocco Rorandelli
Rocco Rorandelli
insegnante

Nato a Firenze, Italia, nel 1973.Laureato in Biologia Marina. Tra i membri fondatori del collettivo TerraProject. Pubblica su riviste italiane e internazionali (Paris Match, Corriere Magazine, Io Donna, L'Hebdo, Time International, Vanity Fair, D di Repubblica, Guardian Review, Sportweek). Corporate e campagne di sensibilizzazione con organizzazioni governativie e non (Terre des hommes, Amnesty International, Development Gateway Foundation, Unicoop, FAO, Cornell Univ.., Sarah Lawrence univ.). www.terraproject.net

Simona Ghizzoni
Simona Ghizzoni
reportage

Tano D'amico
Tano D'amico
Docente

Tano D'Amico giornalista e fotoreporter, collabora con ""Il Manifesto" e "La Repubblica". E' impegnato dagli anni Sessanta sui movimenti e i conflitti sociali, costantemente documentati dai suoi fotoreportage. Ha pubblicato, fra gli altri, " Volevamo solo cambiare il mondo" (2008), "E' il 77" (2007); "Una storia di donne. Il movimento al femminile dal '70 agli anni no global" (2003) e "Gli anni ribelli (1968-1980)" (1998).

Programma

MASTER TEORICO E PRATICO DI STORIA DELLA FOTOGRAFIA SOCIALE E DEL REPORTAGE


Parte Prima
- Introduzione generale

Fotografia e scienze umane – un approccio interdisciplinare alla fotografia –

Contributi teorici:

Walter Benjamin

Roland Barthes

Susan Sontag

Pierre Bourdieu


Itinerari e poetiche della fotografia sociale


Definizione della fotografia sociale
– sociologia per immagini -


La fotografia sociale americana: dalla fine del XIX secolo alla grande depressione

Autori:

Jacob A. Riis

Lewis Hine

Walker Evans

Dorothea Lange

Carl Mydans

Russel Lee

Marion Post Wolcott

Fenomenologia dei tipi sociali

Autori:

August Sander

Erna Lendvai-Dircksen

Diane Arbus

Ideologia e testimonianza

Autori:

Tina Modotti

John Heartfield

Roman Vishniac

Forme ed espressioni del reportage


Definizione della fotografia di reportage


Il reportage della vita quotidiana - tra istanze umanistiche e ricerche formali -

Autori:

Eugene Atget

Brassai

Robert Doisneaau

Henri Cartier-Bresson

Willy Ronis

Edouard Boubat

André Kertész

Bill Brandt

David Seymour (Chim)

Robert Frank

Mario Giacomelli

Ai confini della vita e della morte - il fotografo come eroe -

Autori:

Robert Capa

Don Mc Cullin

Eugene Smith

Weegee

Erich Salomon

La lotta per l’autonomia estetica – dalla Photo Secession alla Neue Sachlichkeit


Creazione di Photo Secession
- Fondazione della rivista Camera Work


Alfred Stieglitz:fra realismo e autonomia estetica


Sulla scia di Stieglitz; la fotografia pura

Autori:

Edward Steichen

Clarence H. White

Gertrude Kasebier

Paul Strand

Edward Weston

Il gruppo f/64

Ansel Adams

La Neue Sachlichkeit tedesca

Albert Renger-Patzsch

Ernest Fuhrmann

Karl Blossfeld

La cultura del fotogramma – percorsi e significati della fotografia sperimentale e d’avanguardia – L’occhio della modernità

Autori:

Làszlò Moholy-Nagy

Janusz Maria Brzeski

Gustav Klucis

Heinz Loew

Paul Citroen

Raoul Hausmann

Herbert Bayer

Muybridge

Marey

Anton Giulio Bragaglia

Man Ray

C. Schad

John Heartfield

W.Peterhans

L. Veronesi

Karel Teige

Maurice Tabard

Roger Parry

Wanda Wulz

Vinicio Paladini

Ferruccio A. Demanins

Parte Seconda

In questa parte del corso si intendono approfondire le numerose tematiche inerenti l'ideazione, la realizzazione, l'editing, la valorizzazione, la diffusione di reportage fotografici.

A tal fine, il corso si sviluppa seguendo percorsi paralleli:

  • Lezioni teoriche
  • Uscite di gruppo
  • Sviluppo di un progetto personale
  • Incontro con figure professionali diverse
  • Ideazione di una mostra collettiva finale

Le lezioni teoriche tratteranno vari argomenti, dal linguaggio del reportage alla costruzione di una narrazione per immagini, dall'ideazione di un progetto fotografico alla ricerca di sponsor, dall'uso di software per l'editing a quello per creare un libro fotografico, dalla costruzione di un portfolio alla uso dei formati multimediali.

Le uscite di gruppo si svolgeranno sempre nel medesimo contesto geografico, così da dare modo all'alunno di familiarizzarsi con il luogo e le sue dinamiche sociali. Nell'arco del corso, ogni studente potrà costruire la propria interpretazione, apprendendo alcune tecniche di ripresa e lavorando alla selezione delle immagini. La prima lezione dopo ogni uscita sarà dedicata alla visione del materiale.

Ogni allievo lavorerà comunque ad un progetto personale indipendente in cui tematica ed approccio saranno individuati con l'insegnate, che ne seguirà lo svolgimento. Questo darà modo ad ogni allievo di poter approfondire una ricerca individuale, al fine di dare libero sfogo ai propri interessi.

Durante il corso, saranno invitate alcune figure professionali che presenteranno la propria competenza agli allievi. In questo modo sarà possibile approfondire alcune realtà come quella del foto editing, della creazione multimediale o del lavoro su committenza.

Infine, il portfolio comune del corso diventerà il nucleo centrale di un'esposizione finale collettiva.

Al termine del corso, l'allievo sarà in grado di muoversi con maggiore autonomia nel mondo del fotogiornalismo.

E' necessario possedere le conoscenze necessarie dell'uso dell'apparecchio fotografico.


Uscite di gruppo: Il luogo, unico per l'intera durata del corso, è ancora da definire (idroscalo, comunità eritrei, etc)

Lezioni teoriche:

1 - Presentazione del corso e degli studenti / Slide show: come si struttura un reportage d'autore

“compiti per casa”: analizzare l'uso delle immagini di un quotidiano e di una rivista a vostra scelta)

2 – Slide show: come si struttura un reportage d'autore / Discussione in classe con quotidiani e riviste analizzati dagli studenti

“compiti per casa”: definire un progetto fotografico che lo studente seguirà nei prossimi mesi)

(uscita di gruppo )

3 - Revisione del lavoro

4 - La progettazione di un reportage: sviluppare un’idea, reperire contatti e preparazione della logistica. Scrivere un progetto.

“compiti per casa”: scrivere il progetto individuale per il corso)

(uscita di gruppo )

5 - Revisione del lavoro

6 – Strutturare un fotoreportage a priori: presentazione da parte di ogni studente delle immagini 'ipotetiche' che faranno parte del proprio progetto personale. Cosa cerchiamo, cosa vogliamo dire. I vari linguaggi: b/n, colore; analogico o digitale, 35 mm e medio formato.

(uscita di gruppo)

7 - Revisione del lavoro e analisi dei progetti personali (I parte)

8 - Come si fa l'editing di un reportage: utilizzo di software come Adobe Bridge come strumenti per la selezione di immagini. Analisi dei progetti personali (II parte)

(uscita di gruppo)

9 - Revisione del lavoro e analisi dei progetti personali (II parte)

10 - Critique intermedia per progetto personale

(uscita di gruppo)

11 - Revisione del lavoro

12 - La creazione e lo sviluppo di un portfolio fotografico cartaceo o digitale. Multimedia, book on demand e linguaggi contemporanei nel fotogiornalismo.

13 – La diffusione del materiale fotografico: siti web, archivi fotografici

(uscita di gruppo)

14 - Revisione del lavoro

(uscita di gruppo)

15 - Revisione del lavoro

16: Etica professionale nel fotogiornalismo. Concorsi e borse di studio.

17: Visione del portfolio finale personale

18: Editing dell'esposizione finale

Seminari svolti all’interno del corso precedente

1) Tiziana Faraoni (fotoeditor, L'Espresso): “Cosa vuole una rivista”

2) Giulio Napolitano (fotografo, FAO): “Lavorare per una committenza specifica”

3) Alberto Barbieri (Onlus, MEDU): “Il valore delle fotografie per le ONG”

4) Federico Chiesi (fotoritocco, Allucinazioni): “La coerenza stilistica di un reportage nell fotoritocco”

5) Roberta Carlini (giornalista, freelance): “Giornalisti e fotografi: lavorare insieme per l'editoria”

6) Stefano Ruffa (gallerista, Mandeep): “Il rapporto tra fotogiornalismo ed circuito espositivo”

7) Jacopo Mariani (videomaker, freelance): “La realizzazione di un multimedia”

8) Enrico Parenti (documentarista, freelance): “La realizzazione di un video documentario”

9) TerraProject Photograpers (collettivo, freelance): “La scrittura fotografica collettiva”

10) Simona Ghizzoni "La professione del fotoreporter"

Docenti: Tano D’amico, Diego Mormorio, Rocco Rorandelli.

Ulteriori informazioni

I partecipanti a questo corso possono partecipare e lavorare in una redazione giornalistica, potranno andare a fare fotografie su commisione e lavorare direttamente sul campo - a numero chiuso

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto