Master in E-Procurement

tsm-Trentino School of Management
A Trento

4.500 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Master I livello
  • Trento
  • 240 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Analizzare il contesto normativo e le dinamiche macroeconomiche che caratterizzano gli interventi di riorganizzazione degli approvvigionamenti.
Rivolto a: Il Master universitario di primo livello in e-Procurement (60 crediti formativi) intende formare 25 esperti degli approvvigionamenti nella Pubblica Amministrazione. Si rivolge a tre tipologie primarie di destinatari: Personale che opera nell’ambito degli acquisti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Trento
Via Giusti, 40, 38122, Trento, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Responsabili degli approvvigionamenti della Pubblica Amministrazione e giovani in possesso di diploma di laurea e laureandi

Programma


Descrizione del programma

Gli insegnamenti impartiti nel Master in e-Procurement si articolano in ambiti disciplinari di riferimento, quali: economia aziendale etica gestione degli acquisti e tecniche di e-Procurement giurisprudenza informatica lingua inglese

Tutte le aree formative, presiedute da un Responsabile d'Area, saranno arricchite dall'intervento in aula di manager e operatori di istituzioni, enti ed imprese che hanno sviluppato competenze ed esperienze significative nell'ambito dell'e-Procurement, nonché di esperti e docenti provenienti da Università e Centri di Ricerca.

Da queste aree scaturiscono, in una prospettiva interdisciplinare, i contenuti e i metodi di organizzazione e management che caratterizzano il percorso formativo.
________________________________________

Economia aziendale e gestione degli approvvigionamenti nelle aziende pubbliche

Responsabile d'area: Andrea Francesconi

Docente Università degli Studi di Trento

Le aziende pubbliche sono caratterizzate da logiche di gestione e principi di management peculiari. Il corso intende illustrare tali peculiarità soffermandosi in particolare sulle differenze tra la gestione delle aziende private e la gestione delle aziende pubbliche.

Principi di economia aziendale: modello di funzionamento delle aziende

Aziende pubbliche: caratteristiche gestionali ed organizzative

Struttura dell'azienda: casi ed esempi

Modalità di rappresentazione della performance aziendale: esempi di bilanci

Contabilità finanziaria vs contabilità economica

Sistemi di rilevazione: oggetto, finalità e metodo; i prospetti di sintesi

Nelle aziende pubbliche la gestione degli approvvigionamenti è soggetta a vincoli e condizionamenti particolari. Il corso intende illustrare le modalità con cui si sviluppano i processi di approvvigionamento in questa categoria di soggetti economici.

Procedure di acquisto nelle Pubbliche Amministrazioni e impatto organizzativo della nuova direttiva europea sugli appalti

Procedure aperte (il pubblico incanto)

Procedure ristrette (la licitazione privata e l'appalto concorso)

Procedure negoziate (la trattativa privata)
________________________________________

Il ruolo strategico ed organizzativo dell'Information & Communication Tecnology (ICT): la società dell'informazione

Responsabile d'area: Pier Franco Camussone

Docente di Sistemi informativi aziendali, Università degli Studi di Trento

Il corso intende illustrare le opportunità strategiche che l'impiego dell'informatica offre alle imprese ed alla pubblica amministrazione e le relazioni tra organizzazione e tecnologia informatica. L'intento è quello di sviluppare la capacità di individuazione delle opportunità di impiego delle nuove tecnologie informatiche all'interno delle aziende e nelle relazioni con gli altri operatori economici. Le lezioni hanno lo scopo di far capire come una azienda possa innovare i propri servizi con l'impiego dell'Information and Communication Technology (ICT). In generale si descrive lo sviluppo della cosiddetta società dell'informazione e le conseguenze che essa determina per gli operatori economici.

Particolare attenzione è dedicata alle modalità con cui l'azienda può innovare i suoi rapporti con i clienti-utenti, o con le altre aziende con cui ha relazioni economiche (e-Procurement e commercio elettronico). I temi trattati riguardano la razionalizzazione dei processi di acquisto, l'aggregazione della domanda e il potere contrattuale della Pubblica Amministrazione nei confronti del mercato. Una attenzione particolare sarà rivolta all'impatto sulla struttura del mercato e alla salvaguardia del tessuto economico locale.

Società dell'informazione

E-government

Relazione tra organizzazione e tecnologie informatiche

Impatto dell'ICT sui prodotti o servizi e sui processi
________________________________________

Il calcolo dei fabbisogni e la pianificazione degli acquisti

Responsabile d'area: Enrico Zaninotto

Docente di Economia e Gestione delle imprese, Università degli Studi di Trento

In quest'area verranno affrontati i temi inerenti la definizione dei fabbisogni e la pianificazione degli acquisti. Le aziende possono aumentare o ridurre la propria dipendenza dal contesto esternalizzando fasi della produzione o, al contrario, producendo all'interno ciò che in precedenza compravano sul mercato. Tali decisioni sono soggette a valutazioni di convenienza economica in base ai nuovi processi di e-Procurement.

Pianificazione dei fabbisogni: modelli organizzativi accentrati e decentrati di gestione dei fabbisogni

Classificazione dei fabbisogni e rapporto tra tipi di fabbisogno e modelli di gestione

Gestione dei fornitori (individuazione dei soggetti, scelta dei rapporti di fornitura, fasi e attori del processo di acquisto)

Principi di ottimizzazione

Presentazione di un caso aziendale e discussione

Lavoro di gruppo

Scelte make or buy e analisi tecniche per le scelte di esternalizzazione

Strumenti gestionali per il public-procurement: project management, supply chain management

Formule gestionali dei servizi pubblici
________________________________________

Diritto ed e-Procurement

Responsabile d'area: Marco Bombardelli

Docente Università degli Studi di Trento

Gli approvvigionamenti determinano obblighi verso terzi e responsabilità da parte di chi li gestisce. Inoltre le nuove tecnologie consentono nuove forme di relazione (e-Procurement), che a loro volta rendono più complesso il quadro normativo e giuridico. Quest'area si propone di affrontare le tematiche degli acquisti sotto il profilo giuridico.

Normativa comunitaria e nuova direttiva: appalti di forniture, di servizi, di lavori; appalti nei settori esclusi

Fasi del procedimento contrattuale: deliberazione a contrattare, qualificazione e selezione dei partecipanti, offerte anomale e esclusione di partecipanti; cauzioni; stipulazione; approvazione; esecuzione del contratto

Documenti: capitolati, avvisi, bandi, lettere di invito

Soggetti: amministrazioni aggiudicatici, organismi di diritto pubblico

Responsabilità: civile, penale, amministrativa; contrattuale e pre-contrattuale

Sistemi di scelta del contraente, i criteri di aggiudicazione e la commissione giudicatrice

Asta pubblica: procedimento, bando di gara, criteri di aggiudicazione

Licitazione privata: appalto concorso, procedimento, bando di gara, lettera di invito, criteri di aggiudicazione, licitazione privata semplificata

Trattativa privata: trattativa pura, trattativa privata proceduralizzata, gara informale, gara esplorativa
_______________________________________

Elementi di Informatica

Responsabile d'area: Vincenzo D'Andrea

Docente Università degli Studi di Trento

L'informatica è un'area di conoscenza con cui è indispensabile familiarizzare nel contesto della società attuale. Quest'area intende fornire le competenze di base per chi deve lavorare nella "società dell'informazione". Alle lezioni si affiancheranno delle esercitazioni guidate.

Uso di Internet

Sicurezza nella rete

Data Base e Business Intelligence
________________________________________

Processi e tecniche di e-procurement: la gestione degli acquisti in rete

Responsabile d'area: Massimo Bonacci

Consulente di Direzione, Deloitte

Il corso intende illustrare come nelle aziende in generale, e in quelle pubbliche in particolare, si gestiscono gli approvvigionamenti, dalle decisioni di acquisto alla scelta delle modalità di approvvigionamento. Sarà, inoltre, prestata attenzione all'informatica e alle telecomunicazioni digitali attraverso le quali il processo di approvvigionamento può essere grandemente snellito e semplificato, rendendolo più efficiente.

Strategie d'acquisto

Tecniche di aggregazione e di controllo della domanda

Scelta del mercato di riferimento (locale, nazionale, internazionale)

Creazione di una vendor list e il processo di pre-selezione dei fornitori

Scelta delle modalità d'acquisto (modalità tradizionali vs. strumenti di e-Procurement)

Analisi di alcuni casi pratici

Acquisto attraverso sistemi di e-procurement

Cenni sui vincoli normativi per la PA (DPR 101, ecc)

Acquisto attraverso le gare telematiche

Procedura dall'abilitazione del fornitore all'aggiudicazione della fornitura

Svolgimento della gara (caso pratico)

Acquisto attraverso il marketplace

Procedure di richiesta di offerta e di acquisto diretto

Analisi di un caso pratico

Acquisto attraverso i negozi elettronici

Sistema delle convenzioni e la procedura di acquisto

Gestione contrattuale

Tecniche di e-procurement (fatturazione elettronica, pagamenti elettronici....)
________________________________________

Strumenti di Programmazione e Controllo

Responsabile d'area: Paolo Collini

Docente Università degli Studi di Trento

In quest'area verranno affrontati i temi inerenti la definizione degli strumenti di controllo e di audit per le procedure di acquisto.

Tecniche di benchmarking nel processo di acquisto

Valutazione dell'impatto delle scelte d'acquisto

Customer satisfaction analysis (CSA)

Sistemi e istituzioni di auditing interni ed esterni alla P.A. per l'analisi dei comportamenti
________________________________________

La funzione acquisti nell'organizzazione

Responsabile d'area: Marco Zamarian

Docente di Organizzazione aziendale, Università degli Studi di Trento

Molto importante per il successo della politica degli approvvigionamenti è l'unità organizzativa che in azienda ha la responsabilità di tali attività. Per definire il suo collocamento nella struttura aziendale, i suoi compiti e le sue responsabilità è necessario possedere delle cognizioni di organizzazione.

Modelli organizzativi per la gestione degli acquisti

Gestione dell'unità di confine: delega e discrezionalità del buyer

Funzione degli acquisti

Competenze del buyer (merceologiche, legali, di mercato, di e-Procurement)

Modelli di valutazione e di incentivazione

Percorso di carriera
________________________________________

Knowledge management ed e-Procurement: esperienze a confronto

Responsabile d'area: Matteo Bonifacio

Docente di Knowledge management, Università degli Studi di Trento

La Consip, che ha sviluppato procedure informatizzate per la gestione dei processi di acquisto degli enti pubblici, si farà carico della illustrazione di tali procedure spiegando come esse possano essere usate proficuamente dalla Pubblica Amministrazione. Altre aziende che sono impegnate nei primi progetti di e-procurement porteranno la loro esperienza.

Ruolo di Consip: modello operativo, strumenti disponibili e risultati conseguiti

Esperienza locale: Informatica Trentina

Testimonianze della P.A. italiana

Altre esperienze in Europa

Piccole e grande realtà a confronto
________________________________________

Supplier relationship management

Responsabile d'area: Paolo Giorgini

Docente Università degli Studi di Trento

Un aspetto cruciale del successo delle aziende consiste nella loro capacità di archiviare la conoscenza derivante dal processo di apprendimento (esperienza). Ciò è ancora più vero nel caso degli approvvigionamenti dove il tenere memoria di comportamenti virtuosi, o opportunistici dei fornitori può farci risparmiare successivamente molta fatica nelle scelte su nuovi acquisti.

Gestione della conoscenza come leva strategica

Sistemi e tecnologie a supporto della conoscenza

Gestione delle relazioni B2B

Applicazioni per la gestione dei fornitori

Casi ed esperienze

Lavoro di gruppo
________________________________________

Etica aziendale

Responsabile d'area: Lorenzo Sacconi

Docente Università degli Studi di Trento

La presenza di un codice etico ed ideologico è ormai ritenuto un elemento determinante per il successo di lungo periodo delle organizzazioni.

Nella prima parte dell'area vengono introdotti i concetti e il metodo dell'etica filosofica applicati all'economia e al mondo dell'impresa. Nella seconda parte tali concetti sono quindi applicati all'azienda con riferimento al recente e crescente dibattito sulla responsabilità sociale dell'impresa. Si introduce poi una definizione di responsabilità sociale che estende le abituali nozioni di corporate governance e di gestione strategica a un approccio multi-stakeholder.

Etica degli affari e nella vita delle organizzazioni

Principali problemi etici dell'azione dell'amministrazione pubblica

Etica della rete

Codici etici della Pubblica Amministrazione e disciplina dei conflitti di interessi, degli appalti e dei rapporti con i soggetti economici esterni all'amministrazione
________________________________________

Inglese per il business

Responsabile d'area: Charles Tinsley

European Language School

Le lezioni mirano a sviluppare maggior sicurezza e precisione nell'esprimersi in inglese, orale e scritto, su argomenti attinenti all''ambito economico-aziendale con particolare riferimento alla gestione degli approvvigionamenti. Per la parte scritta il corso verte sulla stesura di testi di vario genere (per es. e-mail) nonché sull''arricchimento ed esercitazione di vocaboli e termini specifici, sulle basi grammaticali e sintattiche, ortografia e sull''analisi degli errori. Per la parte orale si sviluppa l'abilità di tenere una conversazione con fornitori esteri relativamente ad una gara di appalto internazionale.

Sarà sviluppata, in particolare, la conoscenza linguistica tecnico-commerciale del buyer. Per questo modulo ci si avvarrà di strumenti di distance learning messi a disposizione dei partecipanti.

Ulteriori informazioni

Stage: Stage di 3 mesi in aziende italiane