Master in Esperto della Cucina Italiana

Professional Training S.A.S.
A Orvieto

6.000 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Orvieto
  • 600 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: L'obiettivo è quello di formare professionalità per l'esercizio di attività di livello avanzato, nell’ambito della ristorazione. Formazione di personale di elevata preparazione e qualificata nell’ambito della pratica culinaria.
Rivolto a: Diplomati.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Orvieto
Piazza Cahen 8B, 05018, Terni, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di maturità e scuola superiore.

Programma

Obiettivi
Il Master di Esperto della cucina italiana è rivolto a coloro che desiderano approfondire la propria cultura gastronomica attraverso un attento studio, non solo delle tecniche specifiche della cucina, ma anche della storia delle pietanze, dei loro abbinamenti. L'obiettivo è quello di formare professionalità per l'esercizio di attività di livello avanzato, nell’ambito della ristorazione. Formazione di personale di elevata preparazione e qualificata nell’ambito della pratica culinaria.

Contenuti
Il gruppo di lavoro ha individuato le componenti della professionalità partendo dall’analisi sul campo dei processi lavorativi d’area. Successivamente ha strutturato i nuclei di attività presenti nei processi specificando i compiti propri della figura professionale.
  • 1 conoscenze linguistiche Lingua inglese Attività comunicative Analisi grammaticale Terminologia specifica in ambito culinario Conversazione Lingua italiana Attività comunicative Analisi grammaticale Terminologia specifica in ambito culinario Conversazione Lingua francese Attività comunicative Analisi grammaticale Terminologia specifica in ambito culinario Conversazione Acquisizione di una buona padronanza dei termini e della grammatica nella lingua inglese italiana e francese. Ore 60
  • 2 cultura della gastronomia principi alimentari dietologici analisi dei componenti ed ingredienti degli alimenti materie prime, classificazione ed usi Gastronomia regionale storia e tradizione culinaria acquisizione delle nozioni fondamentali inerenti la composizione degli alimenti e la relativa conoscenza degli aspetti dietologici Tipologia e vari tipi di menu Nozioni di enologia gli abbinamenti Gestione dell’ambiente di lavoro ore 150
  • 3 organizzazione e gestione Nozioni di gestione aziendale Normative di sicurezza sul lavoro Gestione del personale di cucina e di sala ore 30
  • 4 stage preparazione dei cibi e bevande, studio e realizzazione dei piatti tipici e norme comportamentali nel servizio di sala, in affiancamento ad esperti Chef attrezzature ed uso la sala, l’ambiente l’apparecchiatura ideazione dei piatti presentazione estetica dei piatti allestimento cerimonie – eventi – buffet servizio al tavolo e al buffet norme sanitarie ore 360 durante lo stage gli allievi saranno portati a visitare presso frantoi e produttori di vino per visionare la lavorazione di prodotti tipici.
Risultati attesi
La figura professionale individuata è la figura ESPERTO DELLA CUCINA ITALIANA Opererà nel settore della ristorazione; Dovrà essere in grado di svolgere un’insieme di mansioni di primaria necessità per il funzionamento dell’azienda; Dovrà essere in grado di gestire al meglio le risorse delle azienda; Sarà in grado di rapportarsi con il territorio ; Interagirà in modo efficace con l’equipe di lavoro e con il cliente.

Modalità di valutazione competenze in uscita

Verifica iniziale: valutazione dei prerequisiti per controllare ed eventualmente rinforzare le competenze di partenza; Verifica in itinere: valutazione di eventuali difficoltà riscontrate, ove necessario prevedere ore di recupero; Verifica finale: valutazione delle abilità conseguite dai singoli; Alla fine del corso è previsto un esame con prova pratica, orale e test.

Metodologie formative utilizzate

Le proposte formative di questo progetto si propongono di trasmettere, tramite l’utilizzo di scelte metodologiche appropriate ed efficaci, strategie ed abilità per “imparare ad imparare”, potentemente generative di nuove conoscenze autonomamente gestite. Le scelte metodologiche quindi si devono tradurre nella partecipazione più attiva degli allievi, favorendo la messa in atto di processi di costruzione della conoscenza, più che solo quelli di una sua trasmissione.

Ulteriori informazioni

Stage: si

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto