Master Executive in Giurista d'Impresa

MELIUSform
A Roma e Milano

2.450 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

Descrizione


Rivolto a: Laureati in Giurisprudenza, in discipline giuridiche e similari.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Corso di Porta Romana 46, 00122, Milano, Italia
Visualizza mappa
Consultare
Roma
via Cavour, 50A, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

Modulo: LA GESTIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO E DELLE RELAZIONI SINDACALI NELLE IMPRESE

Lezione 1
COSTITUZIONE E GESTIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO IN AZIENDA

• Fonti normative del Diritto del Lavoro (cenni)
• Il rapporto di lavoro e le principali forme contrattuali
a) Nozione di rapporto di lavoro subordinato, rapporto di lavoro autonomo e parasubordinazione
b) Tipologie contrattuali
• Costituzione e svolgimento del rapporto di lavoro
a) Costituzione ed elementi della prestazione
b) Mansioni, qualifiche e categorie
c) Potere disciplinare del datore di lavoro
d) Trasferimento, Trasferta (missione), Distacco
• Esercitazione

Lezione 2
LE RELAZIONI INDUSTRIALI IN AZIENDA

• Le Organizzazioni sindacali nell’Ordinamento giuridico Italiano
• I diritti sindacali fondamentali - focus su L. 20/5/1970 n. 300
• Le Relazioni Industriali nelle Aziende modernamente Organizzate e il ruolo del Responsabile R.I.
• Relazioni Industriali e Relazioni Sindacali
• I livelli di Contrattazione: Interconfederale, Confederale, Collettiva, Aziendale o integrativa
• Il tavolo sindacale: teoria e prassi della negoziazione
Esercitazione pratica sulla negoziazione

Lezione 3
LA NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI

- Licenziamento e principi costituzionali
- Le recenti novità normative in tema di licenziamenti individuali e collettivi
- Le “causali” del licenziamento: disciplina legale e diritto vivente
- Le questioni aperte in materia di licenziamento per giustificato motivo oggettivo
- Tutela reale, tutela obbligatoria e conseguenze economiche
- Il nuovo regime delle impugnazioni: il doppio termine di decadenza
- Licenziamento collettivo e questioni applicative

Modulo: LA COMPLIANCE IN AZIENDA: CONOSCERLA E GESTIRLA

Lezione 4
IL D.LSG 231/2007: IL QUADRO NORMATIVO E I CONTROLLI

Il D.LGS 231 del 2007

Lezione 5
LA DISCIPLINA DELLA PRIVACY

La disciplina della privacy

Modulo: I CONTRATTI DELLE IMPRESE: DALLA NEGOZIAZIONE ALLA PATOLOGIA

Lezione 6
I CONTRATTI INTERNAZIONALI

• I contratti internazionali: fonti e tecniche redazionali in ambito di “civil law” e “common law”;
• Le trattative volte all’analisi dell’operazione ed alla possibile conclusione del contratto: redazione di accordi di confidenzialità, lettere d’intenti, studi di fattibilità ed accordi preliminari in genere;
• Alcune tipologie contrattuali tipiche ed atipiche di contratti internazionali d’impresa: contratti di compravendita, contratti di agenzia e concessione di vendita, contratti di trasferimento di tecnologia, contratti di ricerca e sviluppo;
• Mezzi e garanzie di pagamento nei contratti internazionali;
• La disciplina di operazioni straordinarie: contratti di JV ed M&A;
• Modelli contrattuali e clausole critiche di maggior interesse per gli operatori internazionali: come disciplinare al meglio lo svolgimento del rapporto commerciale sottostante ed affrontare con successo eventi patologici che lo possano compromettere.

Lezione 7
LA FINANZA STRUTTURATA E LE OPERAZIONI DI CARTOLARIZZAZIONE

La finanza strutturata
Le operazioni di cartolarizzazione

Lezione 8
I CONTRATTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

• Appalti di lavori , forniture e appalti di servizi: norme comuni.
• Analisi della giurisprudenza più significativa.
• Tipologia di gare e iter di partecipazione.
• L’Istituto dell’Avvalimento.
• I lavori pubblici.
• Raggruppamenti temporanei di imprese, ATI, RTI, GEIE e consorzi.
• Il siste¬ma di qualificazione e le S.O.A.
• La concessione di costruzione e gestione,
• il Project Financing, il General Contractor.
• L’appalto di lavori e l’esecuzione.
• La definizione delle controversie.
• Esercitazione pratica: analisi di un bando di gara e di una domanda di partecipazione

Lezione 9
LE ESPORTAZIONI ED I COMMERCI INTERNAZIONALI

• I commerci internazionali;
• Le competenze del Ministero dello Sviluppo Economico;
• Le esportazioni dei beni dual use:
- Definizione;
- Problematiche;
- Normativa comunitaria e italiana.
• Le esportazioni, profili giuridico pratici;
• Autorizzazioni all'esportazione:
- Richieste di autorizzazioni (globale, generale, ect.)
• Restrizioni.

Lezione 10
LA RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE: IL CONTENZIOSO, L’ARBITRATO E LA MEDIAZIONE

• La risoluzione alternativa delle dispute;
• L’arbitrato;
• La mediazione internazionale;
• Le relative clausole contrattuali;
• Casi pratici.

Modulo: NORME A TUTELA DELLA CONCORRENZA (ANTITRUST) E PRINCIPI DI DIRITTO COMUNITARIO

Lezione 11
ANTITRUST: LE NORMATIVE A TUTELA DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

• Introduzione: le fonti nazionali e comunitarie del diritto della concorrenza;
• Intesa tra concorrenti e abuso di posizione dominante;
• L'AGCM: struttura e funzionamento;
• Il procedimento di accertamento e sanzionatorio;
• La tutela giurisdizionale

Lezione 12
LE OPERAZIONI DI CONCENTRAZIONE

• La nozione di concentrazione: a) fusione; b) acquisizione del controllo esclusivo o congiunto di un'impresa; c) creazione di un'impresa comune;
• Competenza della Commissione Europea o dell'Autorità a seconda della c.d. dimensione comunitaria o nazionale di un'operazione: le soglie di fatturato comunitarie e nazionali;
• Definizione della dimensione di un'operazione per stabilire l'autorità competente a valutarla: concetti di fatturato e impresa interessata;
• Soggetti su cui grava l'obbligo di notificare/comunicare l'operazione di concentrazione;
• Ipotesi in cui un'operazione di dimensione comunitaria può essere valutata dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e in cui un'operazione di dimensione nazionale può essere valutata dalla Commissione;
• Cenni sui c.d. multi-country filings;
• Criteri di valutazione di un'operazione di concentrazione: l'ostacolo significativo alla concorrenza effettiva nel mercato e la creazione o il rafforzamento di una posizione dominante - differenze tra il diritto comunitario e il diritto nazionale;
• Cenni sulle procedure comunitarie e nazionali e principali differenze;
• I Formulari: come notificare alla Commissione Europea o comunicare all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato un'operazione di concentrazione.

Lezione 13
LA TUTELA DELLA CONCORRENZA NEI RAPPORTI CONTRATTUALI E LA DISCIPLINA SULLE PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

• Cenni sulla direttiva sulle pratiche commerciali scorrette;
• Le norme nazionali (artt. 18 e ss. Codice del Consumo);
• La clausola generale;
• Le pratiche ingannevoli;
• Le pratiche aggressive;
• L'applicazione delle norme;
• L'AGCM e il procedimento di accertamento e sanzionatorio;
• La tutela giurisdizionale;
• Interferenze con le norme sulle azioni di classe;
• Esame di alcuni casi pratici.

Lezione 14
LE REGOLE DEL DIRITTO COMUNITARIO

Il diritto comunitario

Modulo: IL BILANCIO PER CHI ESERCITA LA PROFESSIONE LEGALE, FISCALITA' D'IMPRESA E VALUTAZIONE D'AZIENDA

Lezione 15
IL BILANCIO COME STRUMENTO DI INFORMAZIONE PER CHI ESERCITA LA PROFESSIONE LEGALE - Parte I

• Elementi di contabilità e bilancio
• I fatti aziendali nel loro triplice aspetto informativo: tecnico, economico, finanziario/monetario.
• La confluenza dei fatti aziendali nel Bilancio
• Come si legge il Conto Economico, lo Stato Patrimoniale e la Nota Integrativa

Lezione 16
IL BILANCIO COME STRUMENTO DI INFORMAZIONE PER CHI ESERCITA LA PROFESSIONE LEGALE - Parte II

• La riorganizzazione delle voci dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico al fine di rendere più comprensibile l’interpretazione di alcuni aggregati di Bilancio in chiave economico-finanziaria
• Per lo Stato Patrimoniale
- Il significato del capitale di funzionamento
- Il net working capital
- La posizione finanziaria netta
• Per il Conto Economico
- Il Valore Aggiunto
- Il Reddito Operativo lordo/EBITDA
- Il Reddito Operativo/EBIT
- Il Reddito Operativo dopo le imposte/NOPAT
• Cenni sui principali strumenti di analisi del Bilancio
- L’analisi per indici
- L’analisi per flussi finanziari

Lezione 17
FISCALITA' D'IMPRESA

Criteri di determinazione del reddito d’impresa : Il principio di inerenza
I beni relativi all’impresa e la determinazione del relativo costo
Disciplina dei singoli componenti positivi e negativi di reddito.
I soggetti passivi e la disciplina dell’IRES.
I regimi opzionali (trasparenza, consolidato nazionale)
Nuove regole per il riporto delle perdite
- diversa applicazione tra persone fisiche e giuridiche
- limite di compensazione e durata illimitata del riporto
- decorrenza delle modifiche e gestione delle perdite pregresse
Partecipation exemption (P.ex.)
I 4 requisiti oggettivi e soggettivi
La nuova tassazione delle rendite finanziarie
Il nuovo regime tributario dei dividendi e dei capital gain
• Aliquota unica del 20%: confronto con il regime previgente
• Tassazione dei dividendi da partecipazioni qualificate e non qualificate
• Tassazione dei dividendi percepiti dai soggetti IRES
I costi dai paesi Black – List
Adempimenti formali e dichiarativi
Il Sistema VIES (VAT Information Exchange System) dello scambio di informazioni
Le Controlled Foreign Companies e le operazioni con soggetti non residenti:
lo strumento dell’interpello;
Il passaggio generazionale nelle imprese
modalità di gestione ed effetti fiscali
Normativa anti elusiva
L’art. 37 bis del D.P.R. 29.9.1973 n. 600
Pianificazione fiscale e Frode fiscale: definizione
Interpello antielusivo
Giurisprudenza e proposte di legge pendenti in Parlamento
La fiscalità internazionale e la stabile organizzazione
I rimedi contro la doppia imposizione fiscale.

Lezione 18
LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE
Roma - 06/04/2013 - Centro Congressi Cavour

• Introduzione e obiettivi della valutazione
- Le Fonti normative (dottrina e prassi)
• Casi di valutazione aziendale:
- Trasformazione aziendale
- Conferimento aziendale
- Cessione
- Fusione
- Scissione
- Quotazione in borsa
• Gli strumenti di valutazione
- Bilancio
- Le relazioni interne
- Il Business Plan
- Il piano strategico
- Le perizie tecniche
- Il ruolo della revisione contabile
- Il confronto con gli Organi aziendali e con il Top Management
• Le tecniche di valutazione
- Il concetto di valore e di capitale “economico”
- Il metodo patrimoniale e la valutazione delle sue componenti (partecipazioni, crediti, ‘intangible assets’, passività e passività potenziali)
- Il metodo reddituale puro
- Il metodo “misto”
- Il metodo finanziario
- L’EVA
- Esemplificazione pratica
- La valutazione dell’avviamento e del “badwill”

Ulteriori informazioni

Stage: MELIUSform propone stage presso aziende, società di consulenza, istituzioni, associazioni e studi professionali. l’Ufficio Placement offre GRATUITAMENTE consulenza nella ricerca dello stage ottimale senza alcun incremento sulla quota di partecipazione al Master, sostenendo inoltre tutte le spese amministrative inerenti l’attivazione dello stage (apertura posizione INAIL, assicurazione etc.)
Alunni per classe: 25
Persona di contatto: Ufficio Placement - Dott. Fabio Catena

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto