Master - le Sfide della Pubblica Amministrazione nel Terzo Millennio

Coop. Eolo
Online

1.000 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Online
  • 1500 ore di studio
Descrizione

Obiettivo del corso: Fornire le conoscenze propedeutiche per un’applicazione pratica dei principi che sono alla base della trasformazione della Pubblica Amministrazione nell’internazionalizzazione dei servizi.
Rivolto a: Al Master si accede tramite una selezione per titoli. Titolo d’ammissione è il possesso di un diploma di laurea triennale (nuovo ordinamento), di laurea quadriennale (vecchio ordinamento) o di laurea specialistica, indipendentemente dalla facoltà di provenienza, conseguito in un’Università degli Studi della Repubblica Italiana o in un altro Istituto Superiore equiparato, o di un altro titolo equivalente conseguito presso un’altra Università a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

Informazione importanti

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea I° livello

Programma

iscrizioni:

Master online:“Le sfide della Pubblica Amministrazione nel terzo millennio: globalizzazione, cooperazione, rapporti internazionali, interculturalità, comunicazione”

(riconoscimento 60 CFU) valido per concorsi.

Attivazione

E’ stato attivato per l’Anno Accademico 2009/2010 , in partnership con l’Università, la II edizione del Master in modalità blended di I° livello in “Le sfide della Pubblica Amministrazione nel terzo millennio: globalizzazione, cooperazione, rapporti internazionali, interculturalità, comunicazione”, di durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo.

A conclusione del Master gli studenti dovranno sostenere una prova di verifica per

ogni insegnamento nelle sedi di Roma o Napoli o Caserta.

Agli iscritti che avranno superato le prove di verifica del profitto e la prova finale verrà

rilasciato il Diploma di Master di I° livello in “Le sfide della Pubblica Amministrazione nel terzo millennio: globalizzazione, cooperazione, rapporti internazionali, interculturalità, comunicazione”.

Frequenza e percorso formativo

Il Master in si propone di:

• fornire le conoscenze propedeutiche, di tipo culturale e tecnico-scientifico, per

un’applicazione pratica dei principi che sono alla base della trasformazione della

Pubblica Amministrazione nell’internazionalizzazione dei servizi;

• introdurre il principio di responsabilità ecologica, nell’ottica dello sviluppo

globale, che implica un nuovo elemento manageriale all’interno del mondo

dell’impresa e delle Pubbliche Amministrazioni;

• presentare le dinamiche e le politiche di gestione della Pubblica

Amministrazione con riferimento al linguaggio e alla comunicazione interna ed

esterna in un contesto interculturale;

• creare una figura di manager in grado di muoversi in un contesto locale/globale

per comprendere scenari mutevoli e di crescente complessità.

Il Master è rivolto ai Dipendenti della Pubblica Amministrazione e agli operatori

professionali che intrattengono a vario titolo rapporti con le Pubbliche Amministrazioni.

Il Master vuole offrire alle Pubbliche Amministrazioni (centrali e locali), nonché al

mondo delle organizzazioni sociali, della produzione e del lavoro, l’occasione per

orientare e sostenere, a livello di preparazione professionale, il rispettivo personale

(dirigenti e funzionari).

Il Master è di durata annuale; le attività didattiche si svolgeranno attraverso interazioni

teledidattiche, realizzate per via telematica, forme di apprendimento guidato, forme di

valutazione intermedia e finale.

Nell’insieme l’attività formativa corrisponde a 60 crediti complessivi.

Gli iscritti avranno l’obbligo di rispettare gli adempimenti previsti dal Master: dovranno

svolgere le prove di verifica in itinere e la prova finale.

La struttura didattica

Requisiti di ammissione

Al Master si accede tramite una selezione per titoli. Titolo d’ammissione è il possesso di

un diploma di laurea triennale (nuovo ordinamento), di laurea quadriennale (vecchio

ordinamento) o di laurea specialistica, indipendentemente dalla facoltà di provenienza,

conseguito in un’Università degli Studi della Repubblica Italiana o in un altro Istituto

Superiore equiparato, o di un altro titolo equivalente conseguito presso un’altra

Università a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato

equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato

Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al corso. Il

titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana,

legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche

italiane nel paese in cui il titolo è stato conseguito.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto