Master I Livello master in Diritto processuale amministrativo

Università Telematica Cusano
A

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
Descrizione

L’Università degli Studi Niccolò Cusano – Telematica Roma attiva, per l’Anno Accademico 2015/2016, il Master di I livello in “Diritto Processuale Amministrativo”afferente alla Facoltà di Giurisprudenza, di durata pari a 1500 h.

Agli iscritti che avranno superato le eventuali prove di verifica intermedie e la prova finale verrà rilasciato il Diploma di Master di I livello in "Diritto Processuale Amministrativo”.

Informazione importanti

Programma

Art. 1 – ATTIVAZIONE

L’Università degli Studi Niccolò Cusano – Telematica Roma attiva, per l’Anno Accademico 2015/2016, il Master di I livello in “Diritto Processuale Amministrativo”afferente alla Facoltà di Giurisprudenza, di durata pari a 1500 h.
Agli iscritti che avranno superato le eventuali prove di verifica intermedie e la prova finale verrà rilasciato il Diploma di Master di I livello in "Diritto Processuale Amministrativo”.

Art. 2 – OBIETTIVI E MODALITÀ

Il Master si propone di rappresentare adeguatamente la dinamica del giudizio amministrativo a cominciare dai presupposti della sua instaurazione, spiegandone le regole di svolgimento ed i rapporti con la pubblica amministrazione e la giurisdizione del giudice ordinario. Esso rappresenta un’occasione per comprendere le ragioni dell’esistenza di un giudice speciale per le controversie inerenti l’esercizio dei poteri pubblici e per verificare nuove forme di bilanciamento e di soddisfazione tra pubblici poteri, interessi pubblici e interessi legittimi dei cittadini.

Il percorso didattico, volto all’analisi dei problemi teorici e pratici in materia di diritto processuale amministrativo, ha la finalità di formare figure altamente specializzate, che si possono confrontare su aspetti tecnico giuridici principali inerenti alla materia, codificata nel D.lgs n. 104/2010, e succ. mod. denominato “nuovo codice del processo amministrativo”.

Il Master è rivolto in via preferenziale alle seguenti categorie: laureati in Giurisprudenza e Scienze Politiche, Magistrati, Avvocati, Giuristi d’impresa, Consulenti e Funzionari che operano o intendano operare con la Pubblica Amministrazione o nell’ambito della stessa e che aspirino ad acquisire, approfondire ed aggiornare le necessarie conoscenze in materia

Art. 3 – DESTINATARI E AMMISSIONE

Per l’iscrizione al Master è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  1. laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
  2. lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004;
  3. lauree specialistiche di I livello ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M.270/2004;
I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al Master. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.

I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.

I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.

L’iscrizione al Master è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, master, Corsi di perfezionamento, Scuole di specializzazione e Dottorati.

Art. 4 – DURATA, ORGANIZAZIONE DIDATTICA, VERIFICHE E PROVA FINALE

Il Master ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 60 cfu; si svolgerà in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24 ed è articolato in:
- lezioni video e materiale fad appositamente predisposto;
- congruo numero di ore destinate all’auto-apprendimento, allo studio individuale e domestico;
- eventuali verifiche per ogni materia
Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi prefissati.

Art. 5 - ORDINAMENTO DIDATTICO

Il percorso del Master prevede i seguenti insegnamenti così articolati:

offerta formativaDisciplinaORECFU1. MODULO - LA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA NEL PANORAMA STORICO ITALIANO
Le origini del sistema di giustizia amministrativa
I principi costituzionali in tema di giustizia amministrativa
I tre tipi di giurisdizione amministrativa;
La giurisdizione amministrativa e le azioni di cognizione del Giudice amministrativo17572. MODULO - IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE TRA GIUDICE AMMINISTRATIVO E GIUDICE ORDINARIO
L’analisi della sentenza della Corte Costituzionale n. 204/2004 sulla giurisdizione esclusiva e sull’azione risarcitoria;
I rapporti tra il giudice amministrativo e gli altri giudici amministrativi speciali;
Le azioni esperibili nei confronti della pubblica amministrazione davanti al giudice ordinario17573. MODULO – IL PROCESSO AMMINISTRATIVO: LA DINAMICA PROCESSUALE
Il rapporto processuale
I principi
I presupposti del processo amministrativo
La competenza del giudice amministrativo
Le parti del processo ed il contraddittorio
L’istruttoria processuale
Il ricorso incidentale e per motivi aggiunti
Le decisioni del giudice17574. MODULO - LA TUTELA CAUTELARE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO
La sospensione dell’esecuzione del provvedimento amministrativo impugnato;
Le misure cautelari ante causam;
Le misure cautelari atipiche;
I poteri del giudice amministrativo nei confronti delle misure cautelari;17575. MODULO - I RITI SPECIALI
Il ricorso avverso il silenzio-inadempimento
Il ricorso in materia di accesso ai documenti amministrativi
Il ricorso in materia elettorale
Il ricorso per l’efficienza delle amministrazioni e dei concessionari dei pubblici servizi
Il decreto ingiuntivo
I riti abbreviati17576. MODULO - LE IMPUGNAZIONI NEL PROCESSO AMMINISTRATIVO
L’appello
La revocazione
L’opposizione di terzo
Il ricorso per Cassazione
Il giudizio di ottemperanza e l’esecuzione: I poteri del Commissario ad acta17577. MODULO - I RICORSI AMMINISTRATIVI
il ricorso in opposizione
il ricorso gerarchico proprio
il ricorso gerarchico improprio
il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica17578. MODULO - LE PROBLEMATICHE ATTUALI DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA.
L’istituto della disapplicazione del giudice ordinario e del giudice amministrativo
Cosa giudicata e processo amministrativo: i rapporti tra esito del giudizio di annullamento, riedizione del potere amministrativo e giudizio di ottemperanza
La discrezionalità amministrativa: differenza rispetto al merito ed alla discrezionalità tecnica. Il sindacato della discrezionalità tecnica da parte del giudice amministrativo tra sindacato forte e debole, intrinseco ed estrinseco.1757Esame finale1004Totale150060

Nell’insieme l’attività formativa prevede 60 CFU crediti complessivi.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto